×
1 670
Fashion Jobs
RETAIL SEARCH SRL
Export Sales Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PINKO
HR Cost Controller & Hris
Tempo Indeterminato · FIDENZA
BETTY BLUE S.P.A.
Impiegato/a Back Office Retail
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
MICHAEL PAGE ITALIA
Merchandising Manager - Abbigliamento e Calzature - Padova
Tempo Indeterminato ·
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Export Manager Area DACH
Tempo Indeterminato · TREVISO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Watches & Jewellery Marketing & Communication Director
Tempo Indeterminato · MILANO
AMINA MUADDI
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BETTY BLUE S.P.A.
Responsabile Avanzamento Campionario
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Leather Goods Merchandising Senior Manager
Tempo Indeterminato ·
DELL'OGLIO
HR Generalist
Tempo Indeterminato · PALERMO
DELL'OGLIO
Senior Fashion Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
C.P. COMPANY
Logistic Specialist
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
FOURCORNERS
Area Manager
Tempo Indeterminato · ROMA
AZIENDA DEL SETTORE FASHION & LUXURY
Specialista Amministrazione Del Personale
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Allestimenti Visual - Emporio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Impiegato/a Commerciale - Accessori e Minuterie - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · PADOVA
247 SHOWROOM
Regional Account Manager DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Learning And Development Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA SRL
Bottega Veneta People Engagement And Employer Branding Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Allocatore
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Training Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicato il
2 mar 2016
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Westfield svela le abitudini d'acquisto del futuro in "How We Shop Now"

Pubblicato il
2 mar 2016

Il gigante britannico del commercio ha interpellato più di 13.000 clienti del Regno Unito e degli USA per definire le loro abitudini d'acquisto. I risultati di questa indagine possono essere consultati nel rapporto “How we shop now: What's next?” (“Come compriamo oggi: cosa aspettarsi per il futuro?”).

Il centro commerciale Westfield - Westfield Corp


Lo studio individua in particolare cinque tendenze-chiave del prossimo futuro, inoltre definisce le attuali abitudini di acquisto e come i dettaglianti possono sfruttarle.

Le cinque tendenze-chiave sono le seguenti:

*Pagare in funzione dell'utilizzo (Pay per use): con lo sviluppo di Uber e di Airbnb, i consumatori adottano sempre più l'economia di condivisione come stile di vita, e si aspettano dai commercianti un maggiore coinvolgimento in questo settore. Il rapporto mostra che nel Regno Unito una persona su cinque vorrebbe poter noleggiare degli articoli dal proprio negozio preferito; una percentuale che sale a una persona su tre a Londra.

Fra i millennials, che considerano il leasing come la norma, questa tendenza è particolarmente significativa: quasi la metà (46%) dei 25-34enni è interessata alla locazione. Le categorie di articoli più popolari sono gli attrezzi per l'esercizio fisico (19%), le automobili (16%), l'elettronica di consumo (15%), le biciclette (14%) e l'abbigliamento (10%). Tra coloro che, nel Regno Unito, sono interessati alla locazione, circa un quinto sarebbe pronto a spendere almeno 250 euro al mese per un abbonamento che permetta di affittare dei vestiti in maniera illimitata.

*Classi e lezioni: i consumatori vorrebbero avere la possibilità di imparare delle nuove tecniche e di interagire. Circa un terzo dei consumatori britannici (35%) vorrebbe poter partecipare a delle sessioni di lifestyle o far parte di un club. La salute e il fitness sono i campi più richiesti (27%).

*I programmi fedeltà legati al lifestyle: i programmi di fedeltà che premiano le scelte di vita positive, piuttosto che incentivi di natura meramente finanziaria, attirano un quinto dei consumatori britannici. Questi vorrebbero essere ricompensati per il riciclaggio (29%), l'esercizio fisico (20%), le attività in famiglia (19%), il riposo (14%) e il volontariato (10%).

*L'assistenza rinforzata: la realtà virtuale diventerà sempre più comune nei prossimi anni e i consumatori vogliono che essa avvicini i prodotti proposti in negozio alla loro vita quotidiana. Il 41% dei consumatori britannici vorrebbe che queste nuove tecnologie consentissero di vedere come i prodotti si integrerebbero nella loro casa. Un terzo di loro vorrebbe poter provare virtualmente i vestiti.

*Un'esperienza di realtà virtuale completa: oggi i consumatori chiedono un'esperienza d'acquisto che utilizzi i cinque sensi. La vista e il tatto sono quelli più frequentemente citati, ma quasi un terzo degli intervistati ha menzionato l'odorato e l'udito. Secondo il 73% dei consumatori britannici, la possibilità di toccare e provare i prodotti costituisce la principale attrazione dei negozi fisici.

Myf Ryan, direttrice marketing di Westfield in Gran Bretagna e in Europa, precisa: “Il negozio di moda del futuro sarà radicalmente diverso; permetterà agli acquirenti di far parte di un club di moda vintage, li ricompenserà finanziariamente per riciclare i loro vecchi vestiti, li assisterà nella scelta di vestiti attraverso le tecniche di realtà virtuale e li presterà per una festa o per un weekend”.

Cajsa Lykke Carlson (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.