×
1 020
Fashion Jobs
ANONIMA
Area Manager Estero - Settore Accessori
Tempo Indeterminato · NAPOLI
FOURCORNERS
Online Brand Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Logistics Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
THE THIN LINE LANZAROTE
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · TÍAS
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Azienda Moda
Tempo Indeterminato · MILANO
VERSACE
Wholesale Area Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Responsabile Sviluppo Collezioni Calzature
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
CRM Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci ww Business Performance Management Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Head of Marketing (Rif. Mkt)
Tempo Indeterminato · MILANO
FORPEN
Buyer Abbigliamento
Tempo Indeterminato · SAONARA
UNIGROSS SRL
Jobdesk Buyer Import
Tempo Indeterminato · CITTÀ SANT'ANGELO
CONFIDENZIALE
Talent Acquisition & Employer Branding Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
ADECCO S.P.A
Responsabile Qualità
Tempo Indeterminato · SIENA
CONFIDENZIALE
Country Sales Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
CENTEX SPA
Responsabile Amministrativo
Tempo Indeterminato · GANDINO
FACTORY SRL
Impiegato/a Modellista
Tempo Indeterminato · FUCECCHIO
RETAIL SEARCH SRL
Responsabile Produzione - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
BENETTON GROUP SRL
Sap Analyst
Tempo Indeterminato · TREVISO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Accessori e Calzature
Tempo Indeterminato · MILANO
THUN SPA
Controller
Tempo Indeterminato · MANTOVA
Pubblicità
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
17 mar 2017
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Tiffany: risultati 2016 in calo, ma superiori alle attese

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
17 mar 2017

Il gioielliere statunitense Tiffany ha annunciato risultati in calo nell’esercizio 2016, anche se superiori alle attese, dopo aver annunciato in febbraio l’addio del suo CEO, il francese Frédéric Cumenal.

Tiffany.com


Il gruppo ha anche precisato che le vendite nel suo negozio della 5th Avenue di New York, vicino alla "Trump Tower", sono diminuite dell’11% nel 4° trimestre. Il gruppo aveva già indicato a più riprese che le misure di sicurezza prese per proteggere la torre, appartenente a Donald Trump, eletto in novembre presidente degli Stati Uniti, avevano fatto diminuire le presenze in questa boutique, che rappresenta circa il 10% delle sue vendite globali.
 
Sulla totalità dell’anno, l’utile netto di Tiffany è stato di 446 milioni di dollari, calato del 3,9%, e il fatturato di 4 miliardi di dollari, in calo del 3% e appena al di sopra delle aspettative, che erano di 3,99 miliardi. L’utile per azione esclusi gli elementi eccezionali è di 3,75 dollari, mentre gli analisti si aspettavano 3,66 dollari.

Nell’ultimo trimestre dell’esercizio, l’utile netto si è assestato a 158 milioni di dollari (-3%) per un giro d’affari di 1,2 miliardi (+1%), in linea con le attese. L’utile per azione adjusted è di 1,45 dollari, superiore alle attese di 7 centesimi.
 
A seguito della pubblicazione di questi risultati, il titolo del gruppo americano cresceva del 2,81%, a 92,51 dollari, prima delle 11:50 GMT negli scambi elettronici pre-sessione a Wall Street.
 
Il gruppo prevede poi di ottenere un leggero incremento delle vendite e dell’utile per azione nel 2017, anche se la crescita dovrebbe essere rallentata da un dollaro il cui valore dovrebbe essere superiore quest’anno rispetto al 2016.
 
La partenza di Frédéric Cumenal, ex dirigente di LVMH ed ex PDG di Moet et Chandon, era stata annunciata all’inizio di febbraio con effetto immediato. Nell’attesa della nomina di un nuovo amministratore delegato, il ruolo è atttualmente ricoperto dall’ex boss di Tiffany e presidente del Consiglio d’Aministrazione, Michael Kowalski.
 
Versione italiana di Gianluca Bolelli; fonte: AFP

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.