×
1 289
Fashion Jobs
RANDSTAD ITALIA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Sportswear
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Area Manager Estero Emporio Armani Bodywear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Ecommerce Visual Shooting Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
IT Support Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
District Manager
Tempo Indeterminato · TOSCANA/EMILIA ROMAGNA/LAZIO
NEGRI FIRMAN PR & COMMUNICATION
Event Director
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Chief Financial Officer
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Sistemista Senior
Tempo Indeterminato · VICENZA
MIRIADE SPA
Retail Planner
Tempo Indeterminato · NOLA
ADECCO ITALIA SPA
Country Manager Area DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Customer Service Estero- Settore Design
Tempo Indeterminato · MONZA
ELISABETTA FRANCHI
Digital Marketing Manager
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
STELLA MCCARTNEY
Rtw Production Planner & Controller
Tempo Indeterminato ·
FOURCORNERS
Area Manager - Centro Italia
Tempo Indeterminato · ROMA
FOURCORNERS
Direttore Commerciale ww Borse
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Project Manager Produzione Rtw - Azienda Luxury
Tempo Indeterminato · NOVARA
THE ROW
Women's And Men's Footwear Technician
Tempo Indeterminato · FIRENZE
MALIPARMI
Responsabile Ufficio Tecnico
Tempo Indeterminato · ALBIGNASEGO
RANDSTAD ITALIA
Export Manager
Tempo Indeterminato · MONZA
Pubblicato il
26 feb 2013
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Super passa l’esame

Pubblicato il
26 feb 2013

Atteso con grande curiosità e come una delle novità da non perdere di questa fashion week conclusasi martedì (26 febbraio), il nuovo salone Super, dedicato agli accessori e al prêt-à-porter donna, ha suscitato un bel entusiasmo presso gli addetti ai lavori. Nonostante i tempi ristretti di preparazione e qualche problema tecnico come il riscaldamento un po’ scarso, gli organizzatori Pitti Immagine e Fiera Milano sembrano aver vinto la loro scommessa trainando 5.000 compratori, di cui oltre il 20% provenienti dall’estero, nello storico 'Padiglione 3' dell’ex fiera milanese in Piazza VI Febbraio, dal 23 al 25 febbraio.

Visione d'insieme del Super, il nuovo salone milanese dedicato alla moda donna


“I buoni compratori italiani si sono visti tutti (grazie anche alla collaborazione della Camera dei Buyers e a un incessante lavoro promozionale), così come quelli esteri (circa 1.100), arrivati soprattutto da Giappone, Russia, Cina, Corea del Sud, Hong Kong, Germania, Francia, Stati Uniti, Spagna”, indica il comunicato di chiusura. “E’ semplice. Super è partito molto bene, i risultati sono perfino superiori alle aspettative. Ed è solo l’inizio, a settembre faremo ancora di più. Il rodaggio era già corsa, siamo in gara alla grande. Una piccola grande rivoluzione”, si rallegrano Raffaello Napoleone ed Enrico Pazzali, amministratori delegati, rispettivamente di Pitti Immagine e Fiera Milano.

Con i suoi stand dalla struttura poco invasiva, tutti uguali e aperti, stretti l’uno vicino all’altro intorno a grandi anelli ellittici, il salone sembra un immenso alveare che sprigiona un’incredibile energia. L’allestimento è apprezzato da tutti. “La disposizione in cerchi permette di visitare il salone molto facilmente vedendo tutto in breve tempo. Il percorso è molto più fluido e fruibile rispetto agli altri saloni”, commentano invariabilmente espositori e visitatori.

Gli annunci all’altoparlante delle varie presentazioni fanno pensare ad una caotica manifestazione sportiva piena di eventi da seguire e di novità da scoprire. Con 240 marchi presenti su 10.000 m2 e numerosi eventi paralleli, c’è l’imbarazzo della scelta. La proposta tra marchi di nome, brand emergenti e nuovi designer offre un mix equilibrato di fashion contemporaneo, a cui si aggiunge lo spazio di promozione messo a disposizione d'interessanti nuovi giovani stilisti.

“Sono stupito e meravigliato. Lasciare tutto aperto così, senza escludere, è bellissimo ed è un grande atto di generosità”, commenta lo stilista Elio Fiorucci, incrociato sul posto.“Questo è solo l’inizio! Mi piace l’idea di aver preso tutta la creatività allo stato nascente offrendo in unico luogo quello che alla fine c’è di nuovo. Ci voleva”, rincara. “C’è un altissimo livello dal punto di vista commerciale, con scelte interessanti. È una bellissima vetrina”, sottolinea Giancarlo Petriglia, stilista specializzato nell’accessorio, che è uno dei giovani talenti selezionati in questa edizione di Super.

“L’allestimento è molto bello. È stato fatto un grande sforzo nella scenografia ed ho trovato molto originali le presentazioni di certi giovani creatori. Gli organizzatori sono riusciti a riunire dei bei marchi di accessori come Rochas, Proenza Schouler, MCQ, Jeffrey Campbell”, riconosce il rappresentante di un grande salone estero concorrente. “Ma tutto questo non basta per reinventare un salone, che resta nonostante tutto molto italo-italiano. C’è ancora molto da fare”, avverte quest'ultimo.

Tra gli espositori di marchi importanti presenti alla fiera le reazioni variano. Qualcuno si rallegra per i numerosi ordini. Qualcun’altro evoca una selezione “troppo mescolata” e non sempre al livello giusto. Un espositore di un piccolo marchio, proveniente dal precedente salone milanese di Pitti neoZone si mostra prudente: “Super è molto meglio di neoZone. Non c’è paragone. Ma l’esser collocati lontani da Via Tortona ci penalizza. Abbiamo perso i compratori del salone concorrente White, che prima passavano facilmente a trovarci perché eravamo lì vicino.”

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.