×
1 326
Fashion Jobs
NUOVA TESI
Responsbaile Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · MODENA
PAGE PERSONNEL ITALIA
Buyer
Tempo Indeterminato ·
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Commerciale Settore Accessori Fashion
Tempo Indeterminato · PADOVA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Specialist Azienda Fashion
Tempo Indeterminato · GAGGIO MONTANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Responsabile Commerciale & Marketing (241.lf.44)
Tempo Indeterminato · USMATE VELATE
WAYCAP SPA
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · MIRANO
MARNI
Specialista Tesoreria e co.ge
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Retail Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Trainer Skincare
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Retail Analyst
Tempo Indeterminato ·
BOT INTERNATIONAL
Regional Visual Merchandising Manager German Speaker
Tempo Indeterminato · LUGANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Buyer Man Appareal - Retail Fashion Company
Tempo Indeterminato ·
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Head of Direct Procurement
Tempo Indeterminato ·
PVH ITALIA SRL
Legal Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
IL GUFO SPA
Area Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Knitwear Junior Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci ww Business Performance Management Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Global Consumer Campaign Manager
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Retail Planning Analytics Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Product Marketing Manager- Azienda Accessori Luxury- Sesto San Giovanni
Tempo Indeterminato · SESTO SAN GIOVANNI
ERMANNO SCERVINO
Rspp & Facility Manager
Tempo Indeterminato · BAGNO A RIPOLI
Di
AFP
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
21 mar 2018
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

SMCP: l’ingresso in Borsa influisce sugli utili

Di
AFP
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
21 mar 2018

La casa madre dei marchi di abbigliamento prêt-à-porter Sandro, Maje e Claudie Pierlot (SMCP) ha reso noto di aver ottenuto un utile netto di 6,3 milioni di euro nel 2017, gravato da costi legati "all’ingresso in Borsa e alla nuova legge fiscale adottata in Francia".

Un negozio del marchio Sandro - DR


L’utile è molto calato rispetto ai 53,7 milioni di euro pro forma generati nel 2016. Anche escludendo gli elementi eccezionali, l’utile netto 2017 si colloca su 44,9 milioni di euro e resta inferiore alle previsioni degli analisti di Factset e Bloomberg, che puntavano su un utile netto adjusted compreso tra i 51 e i 55 milioni di euro.
 
In compenso, il margine operativo lordo (Ebitda) adjusted ha superato le attese degli analisti, progredendo del 18,6%, a 153,7 milioni di euro, "trainato dalla dinamica crescita delle vendite e dall'aumento del margine", precisa il gruppo in un comunicato.

Il margine Ebitda è passato dal 16,5% al 16,8%, "dimostrando la capacità del gruppo di generare una crescita redditizia": un dato "trascinato soprattutto dal crescente apporto dato dalle vendite registrate con l’e-commerce e dall’Asia", precisa SMCP.
 
Per Daniel Lalonde, direttore generale del gruppo, citato nello stesso comunicato, "il 2017 è stato un anno eccellente, caratterizzato da una crescita notevole in tutte le regioni e per tutti i nostri marchi".
 
"In effetti abbiamo superato i nostri obiettivi per il 2017, con una forte crescita delle vendite, un’eccellente redditività e la continua riduzione della leva finanziaria", si rallegra.
 
Nel 2017, SMCP ha portato il proprio debito netto da 397,1 milioni di euro a 292 milioni di euro tra fine dicembre 2016 e fine dicembre 2017.
 
Per il 2018, il gruppo punta su una crescita delle vendite compresa tra l’11% e il 13%, a cambi costanti, e su un margine EBITDA rettificato di circa il 17%.
 
Per ottenere tutto ciò, SMCP conta di sviluppare l’attività "sul proprio core business accelerando l’espansione degli accessori, dell’uomo e del digitale, e anche sull’ampliamento della rete di negozi nei suoi mercati strategici internazionali".
 
Questi risultati "ci confortano nella nostra capacità di raggiungere gli obiettivi che ci siamo fissati per il 2020", in occasione dell’approdo in Borsa dello scorso ottobre, aggiunge Daniel Lalonde.
 
"SMCP intende anche rifinanziare il suo prestito obbligazionario entro il 2019 e prenderà in considerazione una distribuzione di dividendi quando l'evoluzione della propria struttura di finanziamento sarà completata", precisa il comunicato.
 
Evelyne Chetrite e Judith Milgrom hanno fondato Sandro e Maje a Parigi rispettivamente nel 1984 e nel 1998 e continuano ad assicurarne la direzione artistica.
 
Claudie Pierlot è stato fondato nel 1984 da Madame Claudie Pierlot ed è stato comprato dal gruppo SMCP nel 2009.

Copyright © 2021 AFP. Tutti i diritti riservati.