×
1 845
Fashion Jobs
SELECTA
Responsabile Tecnico di Produzione in Outsourcing
Tempo Indeterminato · FIRENZE
MOTIVI
District Manager
Tempo Indeterminato · FIRENZE
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Digital Catalogue Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ADECCO ITALIA SPA
​Retail IT Specialist - Omnichannel
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
CANALI
Senior Analyst Developer
Tempo Indeterminato · SOVICO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Estero - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MODENA
WEAREGOLD
ww Sales Force Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
HR Manager - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
ADECCO ITALIA SPA
E-Commerce Specialist
Tempo Indeterminato · TREZZANO SUL NAVIGLIO
CAMICISSIMA
Junior Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Wholesale Area Manager Area DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
EUROPRINT SRL
Export Manager
Tempo Indeterminato · OTTAVIANO
SKECHERS RETAIL SWITZERLAND
Retail Area Manager
Tempo Indeterminato · LUGANO
STELLA MCCARTNEY
Rtw Production Planner & Controller
Tempo Indeterminato ·
STELLA MCCARTNEY
Supply Chain Planning Analyst
Tempo Indeterminato · NOVARA
BOGLIOLI S.P.A.
Junior IT Application Manager\Junior IT Data Analyst
Tempo Indeterminato · GAMBARA
RANDSTAD ITALIA
Strategic Policy Manager Categoria Protetta ai Sensi Della lg. 68/99
Tempo Indeterminato · MILANO
WYCON S.P.A
Area Manager Piemonte & Liguria
Tempo Indeterminato · TORINO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Rtw Purchasing Specialist
Tempo Indeterminato · NOVARA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Azienda Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
SPADAROMA
E-Commerce
Tempo Indeterminato · NOLA
Di
Ansa
Pubblicato il
27 giu 2013
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Rolls-Royce cresce anche nel 2013. Il lusso non conosce crisi

Di
Ansa
Pubblicato il
27 giu 2013

Il mercato dell'auto è in crisi? Non per Rolls-Royce che nel 2012 con 3.575 unità non solo ha visto crescere le sue vendite nel mondo rispetto al 2011 (quando erano 3.538 unità) ma ha anche messo a segno ''il miglior anno della sua storia''.

Foto Ansa


''E siamo fiduciosi - afferma il responsabile della comunicazione Corporate per l'Europa Frank Tiemann in visita in Italia - che cresceremo anche nel 2013''. Rolls-Royce, a differenza di quanto annunciato da Montezemolo per Ferrari, ''non ha in programma di tagliare la produzione per dare più valore all'esclusività del brand. Il principio è corretto - precisa Tiemann - ma su numeri diversi. Noi produciamo meno di 4 mila unità all'anno e al momento il problema non ci tocca''. L'obiettivo primario di Rolls-Royce, invece, rimane quello di ''accrescere il profitto''. Facile da rispettare in un mondo dove si parla tanto di crisi economica ma, con l'avvento dei 'nuovi ricchi' dei mercati emergenti come Cina e Russia, vede anche crescere i milionari, naturale bacino di utenza per le vetture dello Spirit of Ecstasy, l'iconica statuetta simbolo del marchio Rolls-Royce.

''Nel mondo esistono 11 milioni di persone che hanno un reddito netto individuale intorno a 1 milione di dollari'', precisa Tiemann. Questa fascia di ricchi ''nel 2011 è salita nel mondo dell'1% e dell'1,1% nella sola Europa. E il trend è in crescita anche nel 2012''. In particolare, ad attrarre il desiderio dei 'nuovi ricchi' e' la Ghost, la Rolls-Royce più piccola e più accessibile, anche se si parla sempre di prezzi tra i 250-300 mila euro, che ormai ''occupa i due terzi delle vendite totali Rolls-Royce, ovvero il 70%'' ed i cui clienti ''sono per l'80% di conquista da altri marchi''. Inoltre la Ghost è stata il passepartout per l'ingresso in Rolls-Royce della clientela femminile. ''Dell'80% di clientela di conquista della Ghost - afferma Tiemann - il 10% sono donne''. Molti dei nuovi clienti sono anche giovani, più o meno intorno ai 25 anni.

''Il più giovane - precisa Tiemann - ne ha 19''. Nel 2012 a livello globale il primo mercato per Rolls-Royce sono stati gli Stati Uniti, seguiti da Cina e Regno Unito. Paese che, ovviamente, è anche il primo mercato in Europa. Secondo, invece, è la Russia e terzo la Germania. ''L'Italia è tra i primi dell'Europa del Sud e quest'anno - precisa Tiemann - prevediamo volumi in linea con il 2012''. E questo nonostante il superbollo perchè, conclude il manager Rolls-Royce, ''i nostri clienti sono tutti molto internazionali e se in Italia le tasse sono troppo alte, non hanno problemi ad andare a comprare la loro Rolls in Inghilterra, in Germania o in Costa Azzurra''.

Copyright © 2022 ANSA. All rights reserved.

Tags :
Altro
Industry