×
1 541
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

Roger Vivier: Gherardo Felloni è il nuovo direttore creativo

Pubblicato il
today 5 mar 2018
Tempo di lettura
access_time 2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Il marchio francese del gruppo italiano Tod’s ha un nuovo direttore creativo. Si tratta dell’aretino Gherardo Felloni, che succede così a Bruno Frisoni, il quale ha lasciato la griffe transalpina all’inizio di febbraio dopo 16 anni passati in azienda, e che ha presentato la sua ultima collezione per l’Autunno-Inverno 2018/19 a Parigi il 27 febbraio scorso, durante la Fashion Week.

Gherardo Felloni - Roger Vivier


Felloni, nato ad Arezzo da una famiglia di produttori di scarpe e accessori, è stato dal 2003 il disegnatore delle calzature di Miu Miu, e dal 2004 ne è diventato coordinatore del design di scarpe e pelletteria, nonché Fashion Coordinator. In seguito, si è trasferito a Parigi nel 2009, dove vive ancora oggi, per supervisionare creativamente le collezioni di calzature di Dior, prima all’epoca di John Galliano e poi nel periodo Raf Simons. Al momento, era tornato a collaborare con Miu Miu, il marchio più avanguardista del Gruppo Prada, di cui dal 2014 era il direttore creativo degli accessori (scarpe, gioielli, pelletteria), incarico che lascerà per occuparsi da subito di Roger Vivier.
 
“Roger Vivier è il riferimento assoluto delle calzature di lusso. Sono sempre stato affascinato da lui, dalla sua maestria nella modernità, dal suo ultimate chic e dalla sua infinita creatività. Oggi mi sento onorato di far parte del marchio Roger Vivier e di poterlo sviluppare ulteriormente, rispettando il suo patrimonio e tradizione, ma aggiungendovi un tocco contemporaneo e moderno, qualcosa che il signor Vivier ha sempre dimostrato di avere”, ha dichiarato in un comunicato Gherardo Felloni.

Il marchio parigino di calzature e accessori di lusso fa parte del gruppo marchigiano Tod’s dal 2001, che lo ha poi comprato del tutto a fine 2015. In continua crescita ormai da molti anni, Roger Vivier ha ottenuto un fatturato di di 179,3 milioni di euro nel 2017, +7,8% sull’anno precedente. La cura Tod’s gli ha fatto molto bene, se si pensa che nel 2013 il fatturato era di 113,7 milioni di euro.
 
Roger Vivier, scomparso nel 1998, cominciò realizzando scarpe su misura a Parigi nel 1930 per personaggi come Mistinguett e Joséphine Baker, frequentando il Moulin Rouge, il Casino e Les Folies Bergères. Nel 1937 aprì la sua prima boutique in rue Royale a Parigi. Nel 1953 realizzò le scarpe per l’incoronazione della Regina Elisabetta II, e dal 1953 al 1963 disegnò linee di scarpe per Christian Dior. Il creatore francese venne definito “Il Fragonard delle calzature” oppure “Il Fabergé del footwear”.

Oggi, come recentemente ricordato da FashionNetwork.com, il marchio Roger Vivier possiede circa 40 monomarca nel mondo (in location come Parigi, Ginevra, Londra, Milano, Hong Kong, Tokyo, Dubai, Pechino, Abu Dhabi, New York o Miami) e sta per aprire dei corner in Germania e Spagna.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.