×
1 508
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

Rifle: firmato ufficialmente il closing con Kora Investments

Pubblicato il
today 18 set 2017
Tempo di lettura
access_time 3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

La svizzera Kora Investments e Giulio Fratini, terza generazione della famiglia che ha fondato il marchio Rifle nel 1958, hanno annunciato la chiusura dell’accordo che porta alla costituzione di Rifle & Co S.r.l.

Rifle, AI 2017/18


Per l’anniversario dei 60 anni, che lo storico brand del denim toscano festeggerà nel 2018, il marchio si apre per la prima volta ai capitali esterni e costituisce un nuovo assetto che intende riportare Rifle a un ruolo di primo piano nel mondo del denimwear con un grande progetto di rilancio.
 
CEO della nuova società, indica il comunicato ufficiale, è Franco Marianelli, scelto per il suo importante bagaglio di esperienza nel settore del casualwear e dello sportswear grazie ai prestigiosi incarichi rivestiti, i più recenti come Managing Director di Guess Italia e CEO di Gas Jeans. Nel segno della continuità con la lunga storia di Rifle, la nomina di Presidente è stata assegnata all’Ingegner Giulio Fratini, classe ’91, nipote e omonimo dello stesso Giulio Fratini che insieme al fratello Fiorenzo creò il marchio alla fine degli anni ‘50.

La strategia per il rilancio di Rifle si pone obiettivi molto ambiziosi: un rinnovamento a 360 gradi senza mai dimenticare il DNA del marchio, l’eccellenza e la tradizione nella lavorazione del denim. Rifle ha chiuso il 2016 generando un volume d’affari di 21 milioni di euro, stabile rispetto al 2015, quasi completamente realizzato in Italia.
 
Grande impegno verrà profuso nel rimodernamento del prodotto: l’obiettivo principale è la realizzazione di una linea che parta dai capi in denim iconici di archivio, per sviluppare una collezione che possa soddisfare anche le esigenze di una clientela femminile e più giovane. La linea donna avrà un mood più fashion, che strizza l’occhio alle ultime tendenze moda provenienti dalle maggiori piazze internazionali. Sarà strategico anche il target dei Millennials; a loro Rifle dedicherà una serie di modelli più giovani e street.

Da sinistra: Giulio Fratini, Salvatore Insinga, Franco Marianelli, Alessandro Pallara, Sandro Fratini - Rifle


Il nuovo management si è messo subito all’opera per rivedere la strategia distributiva, che spingerà l’acceleratore sull’internazionalizzazione del brand, partendo dalle nazioni del Centro Est Europa, dove fino agli anni ’90 il termine Rifle era sinonimo di jeans, fino ai mercati asiatici (e infatti ad oggi il marchio registra presenze estere solo in Germania, Bulgaria e Repubblica Ceca). Verrà rivista anche la rete italiana di negozi monomarca ed entro il 2018 aprirà un flagship store a Milano. Il rilancio andrà di pari passo con un processo di digitalizzazione che investirà il brand nel corso dei prossimi mesi sia nel canale retail che nella comunicazione: il marchio italiano vuole parlare in particolare ai giovanissimi, nativi digitali, sempre iperconnessi e consumatori molto attivi, soprattutto online. Il 2018 sarà l’anno dei grandi progetti: il giro di boa dei 60 anni verrà celebrato con importanti collaborazioni stilistiche ancora top secret, ricorda il comunicato.
 
Ricordiamo che la società Kora Investments, che ha sede in Via Nassa, a Lugano, è stata fondata nel 2014 per volontà dell’avvocato Alessandro Pallara e svolge la sua attività rivolgendosi ad aziende che abbiano nel proprio DNA margini di crescita. Le attività sono coordinate dal Dott. Salvatore Insinga, attivo da molti anni nel settore degli investimenti di private equity e in generale nelle operazioni di M&A.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.