×
1 229
Fashion Jobs
FOURCORNERS
Earned & Owned Media Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CLAUDIE PIERLOT ITALIE
Area Manager Italy - Permanent Contract H/F
Tempo Indeterminato · MILAN
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Toscana Settore Fashion
Tempo Indeterminato · FIRENZE
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Fashion Puglia
Tempo Indeterminato · BARI
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Lazio
Tempo Indeterminato · ROMA
MANUFACTURE DE SOULIERS LOUIS VUITTON SRL
Rsponsabile Modelleria e Industrializzazione Tomaie Sneakers e Mocassino
Tempo Indeterminato · FIESSO D'ARTICO
LABOR S.P.A
Business Developer - Luxury/Moda
Tempo Indeterminato · MILANO
VALENTINO
IT CRM Specialist
Tempo Indeterminato · VALDAGNO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
j&w, Licenses And Décor Digital Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Area Manager Centro- Nord Est
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
MICHAEL PAGE ITALIA
Buyer Retail - Accessori - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Area Manager Centro Italia - Base Roma
Tempo Indeterminato · ROMA
PRONOVIAS GROUP
Accounting Manager
Tempo Indeterminato · CUNEO
VICTORIA’S SECRET
Area Manager Victoria's Secret
Tempo Indeterminato · BERGAMO
TESSILFORM SPA -PATRIZIA PEPE
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
OTB SPA
Category Buyer
Tempo Indeterminato · BREGANZE
OTB SPA
Sap Successfactors Hcm Solutions Specialist
Tempo Indeterminato · BREGANZE
L'AUTRE CHOSE
Addetto al Reporting e Controllo di Gestione
Tempo Indeterminato · PORTO SANT'ELPIDIO
VALENTINO
Digital Media Planning & Buying Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ROSSIMODA S.P.A.
Tecnico Industrializzatore Strutture
Tempo Indeterminato · VIGONZA
MANUFACTURE DE SOULIERS LOUIS VUITTON SRL
IT Manager
Tempo Indeterminato · FIESSO D'ARTICO
ALEXANDER MCQUEEN ITALIA S.R.L.
Alexander Mcqueen Stock Controller
Tempo Indeterminato · ROMA
Pubblicità

PVH: secondo trimestre a +13% e previsioni annuali in rialzo

Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
today 30 ago 2018
Tempo di lettura
access_time 2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Il gigante americano del fashion PVH continua a mettere a segno trimestri positivi. La società ha rilasciato il 29 agosto i risultati del secondo trimestre 2018: il fatturato è cresciuto del 13% e il risultato netto d’esercizio del 38% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, soprattutto grazie ai due marchi principali, Calvin Klein e Tommy Hilfiger.

L'ultima campagna Calvin Klein Performance - Instagram: @calvinklein


“Questi risultati, superiori alle nostre previsioni, riflettono l’importante potenziale delle nostre differenti attività e confermano lo slancio dei nostri marchi lifestyle e designer, Calvin Klein e Tommy Hilfiger, oltre alla forza del nostro modello di business diversificato. Continuiamo a far evolvere progressivamente questo business model, investendo nei nostri brand, nei nostri team e nelle nostre piattaforme, e trovando al contempo modalità innovative per attirare i consumatori”, ha spiegato Emanuel Chirico, CEO e Presidente del Consiglio di Amministrazione di PVH, che ha aggiunto: “Abbiamo fatto grandi progressi nell’analisi dei dati relativi alle richieste dei nostri clienti, incrementando i nostri sforzi riguardo alle esperienze di consumo digitali e fisiche e rinforzando il nostro impegno verso le nuove generazioni. Attuando le nostre priorità strategiche, pensiamo di poter continuare a svilupparci, puntando a una crescita a lungo termine basata su un percorso durevole e sulla creazione di valore per i nostri azionisti”.
 
Nel secondo trimestre dell’anno, Calvin Klein ha visto progredire le sue vendite globali del 18%, grazie soprattutto ai risultati positivi in Europa e Asia (+16%). La direzione del brand può ben dire di aver fatto una buona scelta arruolando Raf Simons come Direttore Creativo nell’agosto 2016.

Winnie Harlow nella campagna Tommy Hilfiger - Tommy Hilfiger


L’altro fiore all’occhiello del gruppo, Tommy Hilfiger, ha registrato un andamento simile: il suo giro d’affari nel secondo trimestre è cresciuto del 15% rispetto allo stesso periodo del 2017. Il brand adorato dai millennials ha messo a segno un +20% al di fuori del Nord America. Per quanto riguarda i marchi Héritage (Izod, Van Heusen e Stylebureau), hanno conosciuto un progressione più modesta, pari al 3%.

Sulla base di questo trend positivo, il gruppo ha rivisto al rialzo le sue previsioni per l’intero anno: +7% in totale, +8% per Calvin Klein e +9% per Tommy Hilfiger.

Copyright © 2020 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.