×
1 625
Fashion Jobs
BALENCIAGA LOGISTICA
Balenciaga - Buyer Pellami, Tessuti e Semilavorati Per Pelletteria
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
RANDSTAD ITALIA
Ispettore Controllo Qualità Categoria Kids
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Retail Director - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
IT Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
PAUL&SHARK
Area Manager Outlet - Centro Sud
Tempo Indeterminato · VARESE
SELECTA
Responsabile Tecnico di Produzione in Outsourcing
Tempo Indeterminato · FIRENZE
MOTIVI
District Manager
Tempo Indeterminato · FIRENZE
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Digital Catalogue Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ADECCO ITALIA SPA
​Retail IT Specialist - Omnichannel
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
CANALI
Senior Analyst Developer
Tempo Indeterminato · SOVICO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Estero - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MODENA
WEAREGOLD
ww Sales Force Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
HR Manager - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
ADECCO ITALIA SPA
E-Commerce Specialist
Tempo Indeterminato · TREZZANO SUL NAVIGLIO
CAMICISSIMA
Junior Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Wholesale Area Manager Area DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
EUROPRINT SRL
Export Manager
Tempo Indeterminato · OTTAVIANO
SKECHERS RETAIL SWITZERLAND
Retail Area Manager
Tempo Indeterminato · LUGANO
STELLA MCCARTNEY
Rtw Production Planner & Controller
Tempo Indeterminato ·
STELLA MCCARTNEY
Supply Chain Planning Analyst
Tempo Indeterminato · NOVARA
BOGLIOLI S.P.A.
Junior IT Application Manager\Junior IT Data Analyst
Tempo Indeterminato · GAMBARA
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
29 mar 2017
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

PVH punta sull’espansione europea di Calvin Klein

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
29 mar 2017

“Come annunciato in precedenza, i nostri ordini per la primavera 2017 sono in aumento del 20%. E sono molto soddisfatto di poter dire che gli ordini per l'autunno 2017 sono in crescita del 25%”. Emanuel Chirico manifesta apertamente il suo entusiasmo per le dinamiche in Europa di Calvin Klein. Il CEO del gruppo PVH, proprietario di Tommy Hilfiger e Calvin Klein, si mostra ottimista per il business del prossimo futuro dei suoi brand sul Vecchio Continente.

Dopo il jeans e la biancheria intima, Calvin Klein vuole sviluppare la propria offerta di sportswear in Europa - Calvin Klein


Nell’ultimo esercizio, il gruppo ha potuto fare affidamento sulle proprie attività europee per mantenere una dinamica positiva. Tommy, per esempio, ha ottenuto nell’area un incremento delle vendite a perimetro comparabile del 7%, per una crescita annua del 9%. Per Calvin Klein, il gruppo spiega di aver registrato una crescita in comparabile vicina al 10% nell’ultimo trimestre. L'arrivo di Raf Simons ai comandi della creazione ha chiaramente ravvivato l'interesse per le proposte del marchio.
 
“Ormai altrettanto importante di quanto è stato storicamente il nostro mercato interno, il business internazionale del gruppo continua ad avere una crescita più elevata, il che consente di diversificare sempre un po’ di più l’origine del nostro fatturato e dei nostri utili”, precisa Emanuel Chirico. “Noi pensiamo che questa tendenza non farà altro che continuare ad accelerare nel 2017”.

Il gruppo annuncia di realizzare oggi la metà del proprio fatturato al di fuori degli Stati Uniti. Ma soprattutto, le sue attività internazionali sono più redditizie, e rappresentano fra il 50% e il 60% degli utili. L’accordo appena firmato con il gigante del sourcing di Hong Kong Li & Fung (che rafforza i legami già esistenti fra le due strutture societarie, con Li & Fung che s’impegna ad implementare dei servizi e delle tecnologie potenziate al servizio di PVH, ndr.) rappresenta un importante argomento aggiuntivo in termini di sviluppo internazionale.
 
“Quando guardiamo al mercato americano del retail, possiamo accorgerci che è ancora un mercato perturbato nel breve termine. A causa di questo, abbiamo avuto un approccio conservativo e prudenziale in questa zona. (…) La nostra grande opportunità, e l’abbiamo percepita in Europa, riguarda il marchio Calvin Klein”, nota Emanuel Chirico. “Per riassumere, il fatto che l’Europa rappresenti il 30% dell’attività di Tommy Hilfiger (che si attesta su circa 2 miliardi di dollari complessivi) ci dà la possibilità di spingere realmente – e quindi crescere – su questo mercato”.
 
Il marchio ha ricominciato ad investire sul suo potenziale nei jeans, negli accessori e nell’intimo, soprattutto maschili, ma intende sviluppare tutte le sue categorie di prodotti. “Chiaramente, lo sportswear Uomo, il formale maschile e tutte le opportunità nella Donna sono porte completamente aperte per noi”, sostiene il dirigente.

Calvin Klein - autunno-inverno 2017 - Womenswear - New York - © PixelFormula


Il gruppo si può ora avvantaggiare anche di una situazione più chiara della sua rete di negozi. Mentre negli USA la deve ancora snellire, PVH ha già affinato e razionalizzato il suo network di store in Europa. Parallelamente, a livello dei multimarca, il gruppo spiega che i suoi 20 partner più importanti realizzano il 30% dell’attività complessiva, mentre negli States i suoi 10 partner più importanti realizzano il 90% del business totale. Anche questi attori stanno attualmente rivedendo la loro rete.
 
“Penso che le tendenze di presenze nei negozi siano più sane (in Europa, ndr.). La situazione delle valute, in particolare nel Regno Unito, è molto favorevole. Il Paese beneficia dei flussi turistici dall'Europa, ma anche dall’Asia e dagli Stati Uniti”, sottolinea il CEO. “E posso dire la stessa cosa riguardo all’Europa Continentale, dove possiamo vedere, grazie alle carte di credito, che i negozi attirano i cinesi, data la mancanza di forza dell'euro. Penso anche che noi superiamo nettamente i nostri concorrenti su questi punti, e che stiamo guadagnando delle quote di mercato e della superficie nei grandi magazzini”.

Alla fine, per il suo esercizio 2017, PVH punta ad ottenere un incremento degli utili compreso tra il 7% e il 9%, per una crescita dal 13% al 15% prima dei cambi, il tutto guidato dalle vendite in Europa e in Asia, mentre le prospettive nell’America del Nord sono negative per i prossimi mesi. Tuttavia, il gruppo statunitense non prende in considerazione l’impatto della Brexit e delle elezioni francesi e tedesche nelle sue proiezioni.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.