×
1 379
Fashion Jobs
BURBERRY
IT Project Manager
Tempo Indeterminato ·
BURBERRY
District Manager Outlets Northern Europe
Tempo Indeterminato · MILANO
ANTONIA SRL
Fashion Buyer-Woman Collection
Tempo Indeterminato · MILANO
SIDLER SA
Hse Specialist / Mendrisio
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
RANDSTAD ITALIA
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Digital Media Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Men's Rtw & Accessories Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buying Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e- Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Sales Manager -Showroom Accessori e Abbigliamento Uomo
Tempo Indeterminato · MILANO
DR. MARTENS
Credit Controller - Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
ALYSI
Addetto/a Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Sales Manager
Tempo Indeterminato · CREMONA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicato il
16 feb 2011
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Puma torna a crescere nel 2010

Pubblicato il
16 feb 2011

Puma ha superato la delicata fase del 2009. Abituato a una crescita a due cifre, il felino ha conosciuto un periodo di calo nell'esercizio 2009. Adesso, nel quarto trimestre 2010, il marchio bavarese è tornato alle sue classiche abitudini facendo registrare un incremento del suo fatturato di più del 28%, a 623 milioni di euro.

Puma
Usain Bolt, un testimonial di lusso per Puma, vede avvicinarsi l'impegno dei Giochi Olimpici di Londra (Foto: Karen Fuchs)

A tasso di cambio costante, la crescita sul periodo si è consolidata a un +16%. Da ottobre a dicembre, le vendite sono cresciute in Europa/Medio Oriente/Africa, e in Asia rispettivamente dell'8,8% e di più del 13%. Questa performance ha permesso all'azienda tedesca di ottenere un fatturato record per il 2010, sfiorando i 2,7 miliardi di euro, per un +10,6%, che si trasforma in un +3,6% solamente, se non si prende in considerazione l'evoluzione dei tassi di cambio. L'utile prima di interessi e imposte è quasi raddoppiato a più di 300 milioni.

In particolare, l'anno contraddistinto dalla Coppa del Mondo di calcio e dal titolo di Campione del Mondo di F1 di Sebastien Vettel, è stato caratterizzato da varie disparità a seconda delle regioni e dei prodotti. Nella zona Europa/Medio Oriente/Africa, le vendite sono calate, a tasso di cambio costante, del 2,5%, a 1,2 miliardi. Quelle di calzature sono diminuite di più del 9%. Sul continente americano, c'è stato un aumento del 20%, mentre in Asia vi è stato un calo di più del 2,6%. In totale, nel 2010, le vendite del marchio (licenze incluse, ndr) hanno sfiorato i 2,9 miliardi.

Puma, che ha presentato in autunno il suo piano IV di sviluppo, rivisto, chiamato “Back on Attack”, punta ad ottenere 4 miliardi nel 2015. Jochen Zeitz, alla testa di Puma dal 1993, si occupa anche del nuovo polo “Sport & Lifestyle” della casa madre PPR. In aprile, gli azionisti di Puma dovranno modificare lo statuto di Puma in società europea. Questo dovrebbe facilitare le acquisizioni, che sono sempre possibili sul breve periodo, come dimostra il fatto che PPR ha appena ceduto Conforama.

Per il 2011, il manager si aspetta una crescita del volume d'affari compresa tra il 5 e il 10%, e anche un aumento del risultato netto di circa il 5% per le annate 2011 e 2012. "Dopo la trasformazione di Puma in SE, acquisirò le mie nuove responsabilità come presidente del futuro ramo “Sport & Lifestyle” di PPR. Questa doppia funzione – presidente della sezione “Sport & Lifestyle” di PPR e presidente del CdA di Puma SE – non è un qualcosa di azzardato. In futuro sarò non solo portato a contribuire alla strategia globale e a sviluppare le strutture organizzative e operative, in modo da creare un portafoglio di marchi forti e complementari all'interno della divisione “Sport & Lifestyle” di PPR, ma continuerò anche a definire la strategia di Puma ai più alti livelli e ad aiutarla a cogliere e sfruttare tutte le opportunità", ha detto Jochen Zeitz.

Di Bruno Joly (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2023 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.