×
1 451
Fashion Jobs
THUN SPA
Area Manager Wholesales Roma
Tempo Indeterminato · ROMA
BABY DREAM SRL
Fashion Buyer
Tempo Indeterminato · NAPOLI
ROSSIMODA S.P.A.
Tecnico Industrializzatore Strutture
Tempo Indeterminato · VIGONZA
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
IT Manager
Tempo Indeterminato · NAPOLI
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
Responsabile Magazzino
Tempo Indeterminato · NAPOLI
PRAXI
Senior HR Controller
Tempo Indeterminato · FIRENZE
PRONOVIAS GROUP
Junior IT Assistant
Tempo Indeterminato · CUNEO
EXPERIS S.R.L.
Responsabile Commerciale
Tempo Indeterminato · FIRENZE
SASHA 2017 SRL
Gerente - Persona by Marina Rinaldi
Tempo Indeterminato · MILANO
HANG LOOSE SRL
Direttore Commerciale
Tempo Indeterminato · CASALE MONFERRATO
MIROGLIO FASHION SRL
Senior E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Digital Campaign Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
LA DOUBLEJ
Junior Sales Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
District Manager
Tempo Indeterminato · ROMA
CONFIDENZIALE
Product Development Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Responsabile Taglio
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
WYCON S.P.A
Area Manager Wycon - Centro Italia
Tempo Indeterminato · PESCARA
FOURCORNERS
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
EXPERIS S.R.L.
Account Manager Triveneto
Tempo Indeterminato · VICENZA
RETAIL SEARCH SRL
HR Admin & Payroll
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Area Manager Lombardia
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Senior Buyer - Fashion (Provincia Padova)
Tempo Indeterminato · PADOVA
Pubblicità

Première Vision Pluriel: successo per l'appuntamento francese

Pubblicato il
today 21 feb 2013
Tempo di lettura
access_time 4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Première Vision Pluriel ha chiuso la sua edizione il 14 febbraio scorso in un clima d’ottimismo generale. Con oltre 58.000 operatori del settore tessile (+5,8% rispetto a febbraio 2012) e 1.742 espositori internazionali. Gli organizzatori dei vari saloni si mostrano soddisfatti, dato che questa edizione si svolgeva in una congiuntura difficile, causa problemi meteorologici per le costanti intemperie invernali, e date molto vicine o sovrapposte al capodanno cinese e al carnevale brasiliano.

Première Vision


Première Vision e Expofil, con rispettivamente 734 e 42 espositori, sono stati visitati da 44.139 professionisti. Un incremento del 3% rispetto ai 43.278 di febbraio 2011, sessione contraddistinta da un calo del 4,1%. Nonostante la diminuzione dei visitatori cinesi (-23%) e brasiliani (-14%), per le ragioni elencate sopra, l'edizione ha comunque registrato un 73% di visitatori esteri.

Tra i mercati più attivi, si nota soprattutto un aumento dell’affluenza giapponese (+10%) e americana (+14%). Ma anche l’Unione Europea ha risposto positivamente, con un'affluenza in aumento del +2,4%. La sorpresa proviene dai visitatori italiani (+11,2%) e spagnoli (+9,7%) nonostante l’economia molto incerta di queste nazioni. Dall’altra parte, l’Europa dell’Est conferma una presenza sempre più crescente, con un aumento del 10,3%, con Russia (+10%), Ucraina e Moldavia ai primi posti. Nel resto del mondo, l’India ha ottenuto un +23% di visitatori.

Indigo


Per Indigo, l'aumento dell'1,7% dell'anno scorso si conferma quest'anno, con un’affluenza in aumento del +1,58% rispetto all’edizione di febbraio 2012. Quest’ultima edizione del salone del disegno e della creazione tessile dimostra ancora una volta l’importanza del disegno nell’industria della moda e afferma il salone come punto di riferimento in questo ambito accogliendo oltre 14.000 visitatori (fra marchi di moda, creatori, distributori, oltre a stampatori e tessitori), a fianco dei 179 espositori, uffici studi di disegni e disegnatori free-lance. Altro segno di ripresa economica, il forte aumento dei visitatori in provenienza dai saloni concomitanti ad Indigo e soprattutto di Première Vision (+12% rispetto a febbraio 2012). Gli stampatori, i tessitori di jacquard presenti al salone di abbigliamento rappresentano l’11% dei visitatori di Indigo. Un ritrovato impulso della stampa e il disegno tessili che si spiega anche con lo sviluppo crescente della stampa digitale.

I visitatori internazionali presenti a Indigo durante i 3 giorni a Parigi-Nord Villepinte sono stati il 75,2%. Tra i mercati più dinamici, si nota la presenza dei grandi paesi europei, il Regno-Unito, grande consumatore di stampati al primo posto e la Francia (+2,5%) L’Italia, sempre fedele, registra un aumento del 4,6% come pure la Spagna (+7,8%) nonostante un’economia molto incerta. La Germania e il Belgio registrano un aumento con rispettivamente una percentuale del 4,4% e del 6,5%. Anche l’India con +40% di visitatori e la Turchia con un aumento del 16,6% rispetto a febbraio 2012 confermano lo sviluppo crescente della loro attività in termini di moda. Poi, ecco gli Stati Uniti (+12,7% di visitatori) ma soprattutto il Giappone (+41% di presenze) che fa il suo ingresso nella top 10 dei paesi visitatori di Indigo. "Questo dimostra", recita il comunicato ufficiale, "come già confermato nel settembre scorso a Paris-Nord Villepinte e nel gennaio scorso durante l’ultimo salone di Indigo New-York, una ripresa dinamica di questi due mercati per i prodotti dedicati al disegno tessile". Purtroppo la Cina (-22,2%), che rimane comunque nella top 10, e il Brasile, che non ne fa più parte, per questa stagione sono in diminuzione per le cause sopra elencate.

Modamont


Il salone di materiali di consumo e accessori Modamont ha invece attirato 22.572 visitatori, ancora una volta in crescita del 4,5%. Il secondo giorno si è rivelato molto forte in termini di presenze. Quest'edizione è stata composta per il 60% da visitatori stranieri, con un centinaio di nazionalità rappresentate. Il 40% dei visitatori è stato francese, con i 294 espositori che hanno potuto constatare un potenziamento della presenza italiana (+26,8%), spagnola (+16,4%) e portoghese (+18%). Da notare inoltre il rafforzamento delle presenze belgi e danesi per il Nordeuropa, mentre la Finlandia e la Svezia calano e l’Est si rafforza grazie alla Russia (+15,2%) e alla Polonia (+18,1%). Nonostante il calo della Cina, l’Asia diventa la seconda regione in termini di visitatori, con una presenza indiana raddoppiata, e una Corea del Sud in progressione del 28,6%.

Cuir à Paris


Dopo l'aumento dell'8% constatato l'anno scorso, Cuir à Paris ha ottenuto in questa edizione un +6,5% delle presenze, con 13.044 visitatori. Coi suoi 349 espositori, il salone della pelle e della pellicceria ha attirato professionisti per l'84% europei. Con un miglioramento dovuto in particolare alle delegazioni italiana (+23%) e portoghese (+25%), Paesi molto presenti sul mercato delle calzature, mentre la Germania raddoppia la presenza del 12%, e il Regno Unito cala del 5%. Il resto del mondo è stato principalmente rappresentato da professionisti americani (+9 %), giapponesi, coreani, cinesi (-36%), brasiliani, russi (+12%) e turchi (-7%).

Zoom by Fatex


Zoom by Fatex si lascia dietro il calo del 10% delle presenze di febbraio 2012, e ottiene una progressione del 18% delle presenze, a 7.362 visitatori. Il salone di Eurovêt dedicato alla confezione moda ha attratto il 58% di professionisti internazionali, l'82% dei quali europei. Questi ultimi erano principalmente del Regno Unito e della Germania. Seguono l'Italia, la Spagna e il Belgio. I 144 espositori presenti hanno inoltre potuto notare il ritorno dei professionisti americani e giapponesi. Gli organizzatori hanno inoltre rilevato che il 32% dei visitatori è costituito da professionisti presenti con regolarità all'appuntamento.

La prossima edizione di Première Vision Pluriel si svolgerà dal 17 al 19 settembre prossimi. Vi saranno dei cambiamenti, fra i quali figura l’inversione delle location di Cuir à Paris e Modamont, che ora occuperanno rispettivamente i padiglioni 3 e 4.

Matthieu Guinebault (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.