×
1 323
Fashion Jobs
FOURCORNERS
Sales Manager Emilia Romagna
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
FOURCORNERS
Sales Manager Lombardia
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Visual Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Floor Manager
Tempo Indeterminato · ROMA
RANDSTAD ITALIA
Art Director - Beni di Lusso e Gioielli
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Junior Trademark Attorney
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
E-Commerce Specialist - Settore Fashion &Amp; Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
ESSE-M STUDIO
Plant Quality Manager Settore Tessile
Tempo Indeterminato · COMO
ANONIMA
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
SPADAROMA
Logistic Manager
Tempo Indeterminato · NOLA
RANDSTAD ITALIA
HR Organization Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Area Manager Emilia Romagna
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
DEDAR
Trade Marketing Manager
Tempo Indeterminato · APPIANO GENTILE
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Health & Safety Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
TAKE OFF
Buying Account Manager (Off-Price Fashion)
Tempo Indeterminato · GEZIRA
CONFIDENZIALE
Amministrazione
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Senior Creative Strategist
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Product Marketing Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Ready to Wear Uomo Emporio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Beauty Advisor Sud Italia
Tempo Indeterminato · CATANZARO
CONFIDENTIAL
Sap Specialist
Tempo Indeterminato · NOLA
THE THIN LINE LANZAROTE
Responsabile Marketing
Tempo Indeterminato · TÍAS
Pubblicità
Pubblicato il
20 mag 2010
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

PPR: con calma vendita asset distributivi

Pubblicato il
20 mag 2010

Parigi, 20 mag 2010 – Il Presidente di PPR François-Henri Pinault ha ribadito mercoledì 19 maggio, durante l'assemblea generale degli azionisti, che si riserverà tutto "il tempo necessario" per la vendita delle attività di distribuzione del gruppo e che “non intende assolutamente svendere".

Pinault vuole progressivamente trasformare PPR, attualmente attivo nella distribuzione con Fnac, Redcats (vendita a distanza) e Conforama, allo scopo di costituire un portafoglio di marchi mondiali di lusso e per il grande pubblico nel settore degli accessori e dell'abbigliamento – elegante o sportivo – della persona (Gucci Group, Puma ecc.).

"Mi prenderò tutto il tempo di cui ci sarà bisogno per vendere i nostri asset alle migliori condizioni e valorizzarli nell'interesse delle aziende, dei loro dipendenti e dei nostri azionisti", ha detto Pinault, prima di aggiungere: "Non intendo assolutamente svendere sbrigativamente queste attività".
Interrogato su un'eventuale tempistica, Pinault ha risposto: "tutto ciò potrebbe già accadere quest'anno o potrebbe succedere l'anno prossimo...".

Riguardo a eventuali acquisizioni, il Presidente e Direttore Generale di PPR ha affermato di essere sempre vigile "sulle opportunità che potrebbero presentarsi per rafforzare ancora il portafoglio di marchi di lusso con altri brand che siano molto forti e competitivi in categorie di prodotti e posizionamenti di prezzo nei quali non siamo presenti".
Ma ha anche messo in guardia: "Non faremo alcuna acquisizione significativa senza prima aver realizzato delle cessioni significative".

Interrogato sull'arrivo in Europa del gruppo americano di accessori Coach, Pinault ha sostenuto che questo marchio non è un vero e proprio concorrente, nel senso che il suo segmento di prezzi è inferiore a quello di Gucci, brand faro del polo lusso del gruppo.
Dopo aver escluso ogni possibilità di acquisto di Coach, "un po' troppo caro...", non ha però smentito di stare “osservando” le mosse di un altro marchio nello stesso segmento.

Rispondendo a un'altra domanda riguardante i potenziali effetti del calo dell'euro rispetto al dollaro sui risultati del gruppo, François-Henri Pinault ha risposto che "l'inefficienza delle nostre coperture di cambio, se l'euro rimane a questi livelli, sarà ampiamente compensata quest'anno dagli effetti della conversione delle filiali estere al livello del gruppo".
Globalmente, riferendosi all'anno 2010, il magnate ha valutato come "l'ambiente economico ancora convalescente ci imponga di essere ancora prudenti, tuttavia noi siamo determinati e fiduciosi", ha detto, ricordando i buoni risultati del primo trimestre.

Infine, tre nuove amministratrici entreranno in consiglio d'amministrazione, portando il numero di donne a 4 su 14. Patricia Barbizet, vicepresidente, è raggiunta da Laurence Boone, capo economista da Barclays Capital Francia, da Yseulys Costes, fondatrice e dirigente della società 1000mercis.com (marketing e pubblicità su internet), e Caroline Puel, giornalista specialista della Cina da Point (di proprietà di Artemis, holding del gruppo PPR).

Versione italiana di Gianluca Bolelli; fonte: AFP

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.