×
1 379
Fashion Jobs
BURBERRY
IT Project Manager
Tempo Indeterminato ·
BURBERRY
District Manager Outlets Northern Europe
Tempo Indeterminato · MILANO
ANTONIA SRL
Fashion Buyer-Woman Collection
Tempo Indeterminato · MILANO
SIDLER SA
Hse Specialist / Mendrisio
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
RANDSTAD ITALIA
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Digital Media Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Men's Rtw & Accessories Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buying Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e- Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Sales Manager -Showroom Accessori e Abbigliamento Uomo
Tempo Indeterminato · MILANO
DR. MARTENS
Credit Controller - Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
ALYSI
Addetto/a Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Sales Manager
Tempo Indeterminato · CREMONA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
Ansa
Pubblicato il
7 gen 2013
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Pitti Uomo: nuovi gentleman tentati dal Japan style

Di
Ansa
Pubblicato il
7 gen 2013

Potrebbe essere un gentleman che apprezza i capi sartoriali di matrice italiana e di gusto very british, con dettagli e tessuti tipici della tradizione inglese resi moderni dalla tecnologia, ma sempre retrò, come i gilet, i loden e i montgomery indossati dai personaggi della fortunata serie tv Downton Abbey, la figura maschile che sta per affacciarsi alla 83/a edizione di Pitti Uomo, in programma a Firenze, a Fortezza da Basso, dall'8 all'11 gennaio.


E infatti il British Countryside Style, il recupero di un nuovo gusto per tessuti nobili, disegni e dettagli classici inglesi, associati al savoir-faire italiano che ne alleggerisce i pesi e li rende moderni, è uno dei temi principali che saranno seguiti dalle più importanti aziende della moda maschile presenti nel salone. Ma in contrasto con la classicità dall'abito sartoriale, ecco affacciarsi lo stile minimal made in Giappone, che punta sull'artigianalità e sul colore: un'alleanza che si conferma vincente nelle nuove collezioni di borse e accessori maschili.

Il design essenziale dell'estetica giapponese incontra la fascinazione tattile della pelle e si applica a pezzi rigorosamente rifiniti a mano. Cartelle da lavoro, portafogli e porta iPad puntano su linee semplici e razionali e su pellami di alta qualità selezionati con un tocco eco friendly. Emergono così modelli basici e versatili dalle forme geometriche, talora declinati in cromatismi bicolore: dallo zaino in pelle e cotone water repellent, alla clutch maschile e alla tote. Con palette che accanto ai toni naturali puntano soprattutto a tinte vitaminiche.

E ancora, lo zaino rappresenta il volume più contemporaneo, la forma più attuale per l'uomo all'avanguardia. Certo sarà difficile vedere in giro un gentleman con il panciotto e lo zaino verde mela sulle spalle, perché il nuovo stile formale di matrice british riporta in auge la qualità come elemento d'identificazione: capi e accessori fatti per durare. Qui ogni giacca racconta una storia: spesso è un'avventura nella campagna inglese, tra recupero di trame d'archivio, toni caldi e tessuti originali.

Protagonisti il tweed, il tartan scozzese, il suede, il principe di Galles e la spina di pesce declinati su materiali che ne esaltano colori e morbidezza come il cashmere. Pezzi forti di questo stile, che vede il ritorno del gilet, sono la giacca destrutturata in lana Shetland stampata con disegno check, la giacca in flanella melange stampata con disegni stile cravatta e tinta in capo, oppure la giacca di maglia doppiata, soffice e chic. Su tutto, il montgomery corto in panno o in lana cotta.

Terzo tema dal salone n.83 di Pitti Uomo, lo sportswear che guarda all'alta quota e s'intride di un gusto outdoor, tipico di viaggi nelle regioni del grande freddo, anche quando la destinazione è la città. In questo spirito il parka è proposto con interno staccabile in piuma per adattarsi ai freddi più intensi; la field jacket ha interventi in montone e dettagli in pelle; il piumino è ipertecnico ad iniezione diretta dal minimo ingombro e garantisce isolamento termico. Uno speciale cotone gommato si accoppia al panno nel montgomery con alamari in corda di lana e legno.

Infine, grande tendenza, il camouflage con forti richiami al mondo army, declinato in versione vintage o contaminato ad elementi dal registro preppy. Sono a stampa mimetica l'Harrington jacket e i cargo pants, mentre la giacca da aviatore sceglie il corduroy verde e lo abbina alle insegne dei reggimenti britannici. Parka di nylon pesante sfoderabili e giacche camouflage con cappuccio, dotate di chiusura con coulisse interna, si abbinano a blazer slim di lana, felpe dai lavaggi vintage e chino dai fit affusolati.

Pantaloni in gabardine stretch di cotone lavato, come da tradizione americana, svelano al loro interno fodere camouflage, mentre i nuovi denim traggono suggestione dai pantaloni indossati dalle forze armate statunitensi negli anni '40, con il caratteristico effetto consumato sulle ginocchia.

Copyright © 2023 ANSA. All rights reserved.