×
560
Fashion Jobs
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
E-Commerce Manager- Accessori e Calzature
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Industrial Controller (Maternity Cover)
Tempo Indeterminato ·
YVES ROCHER
Responsabile Della Protezione Dati Italia/Portogallo (Sede Origgio-va)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Project Manager
Tempo Indeterminato · NOVARA
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Specialista Industrializzazione Pelletteria
Tempo Indeterminato ·
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Loss Prevention Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
MUSE & HEROINE
Marketing/Media Expert + Sales/Distribution Expert
Tempo Indeterminato · MODENA
MARGIELA
Pricing Manager
Tempo Indeterminato · NOVENTA VICENTINA
CONFIDENZIALE
Digital Technology Leader
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Marketing And Communication Manager - ww
Tempo Indeterminato · MILANO
BALDININI SRL
Marketplace Manager
Tempo Indeterminato · SAVIGNANO SUL RUBICONE
ADECCO S.P.A
Area Manager_Outlet
Tempo Indeterminato · MILANO
CAMICISSIMA
CRM Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
E-Commerce Coordinator- Accessori e Calzature
Tempo Indeterminato · MILANO
IRIDE GROUP SRL
Commerciale
Tempo Indeterminato · OTTAVIANO
F&M BROTHERS
Esperto Contabilità - Tesoreria
Tempo Indeterminato · TREZZANO SUL NAVIGLIO
SIDLER SA
Senior Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
WAYCAP SPA
Responsabile Commerciale
Tempo Indeterminato · MIRANO
BALDININI SRL
Inbound Marketing Manager
Tempo Indeterminato · SAVIGNANO SUL RUBICONE
247 SHOWROOM
Regional Account Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
YVES ROCHER
Responsabile Della Protezione Dati Italia/Portogallo (Sede Origgio-va)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
CONSEA FASHION&RETAIL
Buyer Settore Abbigliamento / Articoli Per la Casa
Tempo Indeterminato · FIRENZE
Di
Ansa
Pubblicato il
15 gen 2016
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Pitti Uomo 89: profughi-modelli in passerella a Firenze per Generation Africa

Di
Ansa
Pubblicato il
15 gen 2016

"Non avrei mai immaginato che mi potesse accadere questo nella vita. Non avrei mai creduto di potermi trovare in questa situazione". Voce commossa nella sua lingua afro- francese e occhi ludici, il giovane ventenne del Mali, uno dei tre ragazzi africani in attesa di asilo politico che hanno sfilato in Dogana a Pitti Uomo come modelli d'eccezione a Generation Africa, si lascia scappare questa frase davanti alle telecamere di una giornalista che lo rincorre nel back stage.

I profughi in passerella alla Dogana di Firenze per 'Generation Africa'


Per ovvi motivi i tre non possono dire il loro nome e fuggono come il vento, finito il defilé dove hanno indossato gli abiti creati da quattro loro più connazionali-stilisti, più fortunati.


I profughi in passerella alla Dogana di Firenze per 'Generation Africa'


"Sono arrivati in Italia da Mali e Gambia sei mesi fa, dopo aver attraversato il deserto del Sahara e 50 ore di mare che spesso dà la morte a tanti di loro" rivela Simone Cipriani responsabile di Itc Ethical Fashion Iniziative che con la Fondazione Pitti Discovery, ha portato di nuovo in passerella a Firenze quattro stilisti talentuosi dall'Africa.

I profughi in passerella alla Dogana di Firenze per 'Generation Africa'


"All'inizio erano molto spaventati. Per loro era tutto nuovo, ma sono stati seguiti bene, dopo essere stati selezionati tra venti giovani come loro, in attesa di asilo, che avevano le caratteristiche fisiche per salire in passerella. Un'occasione anche per guadagnare dei soldi perché saranno pagati per la sfilata - aggiunge Andrea Marchesini, presidente di Lai-momo, l'associazione di Bologna che accoglie i richiedenti diritto di asilo politico in Italia e promuove il confronto interculturale tra Africa e Europa- nei nostri centri di accoglienza ci siamo incontrati con Cipriani e abbiamo deciso che realizzeremo un centro a Bologna - annuncia - per dare ai profughi la possibilità di avere competenze per lavorare in Italia". "Noi lavoriamo già in Mali dove realizziamo tessuti - ricorda Cipriani - questi ragazzi arrivano da questo paese e bisogna aiutarli a crearsi un lavoro lì".

I profughi in passerella alla Dogana di Firenze per 'Generation Africa'


In passerella le creazioni del duo Akjp Keith Henning & Jody Paulsen (Sud Africa), Ikire Jones Walé Oyéjidé (Usa & Nigeria) Lukhanyo Mdingi & Nicholas Coutts (Sud Africa); U.Mi-1 Gozi Ochonogor (Nigeria & UK).

I profughi in passerella alla Dogana di Firenze per 'Generation Africa'


Hanno sfilato creazioni con impronta unisex, combinazioni tra print astratti e texture multi materiche, giochi di colori e motivi grafici con ispirazioni che attingono al mondo dello sportswear. Grande attenzione ai dettagli, ai gioielli, ai cappelli e alle borse, alla costruzione di giacche, camicie e capotti e caban di matrice sartoriale, vivacizzati da print e cromatismi che strizzano l'occhio alla tradizione africana. In pedana anche un tailoring con un twist alimentato dal sincretismo tra cultura nigeriana, inglese e giapponese.
 

Copyright © 2021 ANSA. All rights reserved.