×
1 375
Fashion Jobs
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Ecommerce Business Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Senior Graphic Designer & Art Director - Jewelry Sector
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Rtw Donna Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Export Manager - Design Luxury
Tempo Indeterminato · MONZA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Project Manager Produzione Rtw - Azienda Luxury
Tempo Indeterminato · NOVARA
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · CARINARO
RANDSTAD ITALIA
Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Industrializzatore e Production Planner
Tempo Indeterminato · VALEGGIO SUL MINCIO
BITTO SRL
Tecnico di Confezione
Tempo Indeterminato · RHO
RANDSTAD ITALIA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Sportswear
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Area Manager Estero Emporio Armani Bodywear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Ecommerce Visual Shooting Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
IT Support Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
District Manager
Tempo Indeterminato · TOSCANA/EMILIA ROMAGNA/LAZIO
NEGRI FIRMAN PR & COMMUNICATION
Event Director
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Chief Financial Officer
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Sistemista Senior
Tempo Indeterminato · VICENZA
MIRIADE SPA
Retail Planner
Tempo Indeterminato · NOLA
ADECCO ITALIA SPA
Country Manager Area DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Customer Service Estero- Settore Design
Tempo Indeterminato · MONZA
Pubblicato il
16 set 2013
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Pinko inventa il negozio ibrido

Pubblicato il
16 set 2013

Pinko prosegue gli esperimenti nel mondo retail rivoluzionando il negozio tradizionale. Per far fronte alla la crisi dei consumi il marchio di moda femminile fa un’ulteriore passo nell’innovazione rendendo il punto vendita più attrattivo con la formula “hybrid shop”. Questa boutique di nuova generazione accoglierà solo una parte della collezione con una ventina di total look e 8 postazioni Internet.

L'hybrid shop di Pinko


Attraverso gli schermi digitali la cliente potrà accedere all’intera collezione e scoprire virtualmente varianti, accessori, e pezzi da abbinare, non necessariamente presenti in negozio ma disponibili nel magazzino centrale. Sarà possibile in seguito ordinare gli articoli, che verranno consegnati in breve tempo sia nel negozio sia direttamente a casa.

“Oggi c’è un problema di atteggiamento di grande riserva sugli acquisti. Bisogna quindi stimolare molto di più il cliente. Più che completi i negozi devono essere attrattivi. Non c’è bisogno di avere tutto l’assortimento sul posto. L’idea è stata quindi di ‘hybridizzare’ il punto vendita con la presentazione di pochi total look accessoriati, e la possibilità tramite Internet di mostrare un’offerta molto più ampia”, spiega Pietro Negra, presidente e fondatore di Pinko.

Il primo “hybrid shop” sarà inaugurato nello storico negozio Pinko di Milano, in Corso Venezia 5, durante la fashion week il 20 settembre. Con soli 20-22 outfit, lo spazio di 70 m2 ospiterà tra i 60 e i 70 articoli rispetto a una media di 300 in un negozio tradizionale. Secondo Pietro Negra, la formula dovrebbe consentire “di vendere il 10-20% in più senza lasciare rimanenze ai commercianti”.

“L’integrazione tra reale e virtuale è un punto chiave: è su questo campo che a nostro avviso si gioca il futuro del retail. In questo modo non si toglie niente al negozio tradizionale, anzi in termini di offerta si aggiunge qualcosa in più. Dando la possibilità di far vedere un prodotto che fisicamente non c’è dilatiamo lo spazio e il budget del negozio, oltretutto senza inquinare visto che la merce non si sposterà inutilmente”, prosegue Pietro Negra.

“L’obbiettivo è di estendere il test a 5 negozi di cui 2 all’estero. Dalla prossima stagione il concept dovrebbe essere declinato in tutte le boutiaìque Pinko. In seguito saranno proposti dei corner “hybrid” all’interno dei multimarca.

L’hybrid shop riprende il concetto di Uniqueness, la linea femminile di segmento alto del gruppo, che era venduta prevalentemente attraverso il Web. Il progetto, congelato dopo la partenza della stilista Alessandra Facchinetti reclutata da Tod’s, dovrebbe tornare a febbraio con “nuovi nomi”.

Cris Conf, il gruppo di Fidenza guidato da Pietro Negra, che detiene oltre Pinko anche Toy G, è pronto ad affrontare queste nuove sfide grazie ad una nuova organizzazione aziendale. Negli ultimi mesi sono state inserite nuove figure nei settori retail, commerciale, prodotto e marketing, mentre funzioni meno strategiche sono state esternalizzate determinando una quarantina di esuberi.

Pinko dovrebbe chiudere il 2013 con una leggera crescita rispetto ai 160 milioni di euro del 2012. Il marchio è distribuito attraverso una rete di 150 punti vendita monomarca e 890 clienti multimarca (460 in Italia e 430 all’estero).

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.