×
1 604
Fashion Jobs
LABO INTERNATIONAL
Export Business Development Manager
Tempo Indeterminato · PADOVA
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Retail Manager - Lombardia e Sicilia
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
CRM Specialist
Tempo Indeterminato · RIMINI
DELL'OGLIO
Senior Fashion Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Compliance And Testing Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA SRL
ww Distribution Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Project Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
EDAS
Responsabile Amministrativo/a
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Digital Manager
Tempo Indeterminato · AREZZO
MANPOWER PROFESSIONAL
Expansion Manager Franchising
Tempo Indeterminato · CESENA
VIVIENNE WESTWOOD SRL
Purchasing And Procurement Assistant
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Ufficio Commerciale
Tempo Indeterminato · SALERNO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
JIL SANDER SPA
IT Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
BETTY BLUE S.P.A.
Product Manager Maglieria
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
CONFIDENZIALE
Responsabile Controllo Qualita'
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Impiegato/a Commerciale - Accessori e Minuterie- Settore Fashion
Tempo Indeterminato · PADOVA
NUOVA TESI
Responsbaile di Produzione Tessile -nt/1234
Tempo Indeterminato · MODENA
PFCMNA SPA
Area Manager - Ispettore Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Responsabile Linea Montaggio Calzature
Tempo Indeterminato · VENEZIA
BETTY BLUE S.P.A.
Area Manager Direct Retail
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
Pubblicità
Di
Ansa
Pubblicato il
6 mar 2014
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

PFW: Valentino, arte astratta per donne uniche

Di
Ansa
Pubblicato il
6 mar 2014

Astrattismo, colore, donne e arte nella sfilata di Valentino disegnato da Maria Grazia Chiuri e Pier Paolo Piccioli, che stavolta sono andati a scavare in quel periodo tra gli anni '50 e '60, ad artiste come Carla Accardi, Giosetta Fioroni, Palma Bucarelli (1910-1998).

PFW, valentino, collezione autunno-inverno 2014/15 - Foto: Ansa


"La moda non può nutrirsi solo di se stessa altrimenti resta un insieme di vestiti e non è moda": con encomiabile umiltà, Maria Grazia Chiuri e Pier Paolo Piccioli interpretano il proprio ruolo, quello di direttori creativi della maison, come un compito impegnativo fatto di curiosità e ricerca, ma anche come una grande occasione per coltivare se stessi. Mettendo insieme i due fattori, il dovere e la gioia personale della conoscenza, stavolta sono andati a scavare in quel periodo tra gli anni Cinquanta e Sessanta del secolo scorso, quando in Italia si affermavano, prima del 68, interessanti correnti artistiche e molte donne ne erano protagoniste.

Il mood-board nel back stage, ovvero il tabellone dove tutti gli stilisti compongono sempre un collage di immagini e temi che ispirano la collezione, è pieno delle grandi signore dell'arte italiana, da Carla Accardi, scomparsa dieci giorni fa, a Carol Rama, da Giosetta Fioroni alla famosa direttrice della Gnam di Roma, Palma Bucarelli (1910-1998).

PFW, valentino, collezione autunno-inverno 2014/15 - Foto: Ansa


"Abbiamo bisogno sempre di farci un film, altrimenti non riusciamo a fare la collezione" spiegano Chiuri e Piccioli. E questo film parla di donne "che hanno voluto essere qualcosa di diverso dal loro contesto sociale", donne artiste che nel loro lavoro "hanno messo l'aspetto personale, il loro vissuto. Anche noi lo facciamo, perché fare moda è raccontare un'idea di bellezza, non di omologazione.

La collezione Valentino è la negazione del life-style, la nostra moda dice innanzitutto sii te stesso". Con questo impegnativo discorso nella testa, la collezione che è emersa da matita e forbice, ago e filo è davvero un collage, come buona parte dell'arte pop contemporanea. Ci sono vestiti e mantelli in pelle lavorata a bolli colorati, molto optical art. Le correnti artistiche e i riferimenti si mescolano, ci sono i mosaici di rombi che ricordano gli arlecchini di Picasso, i tagli sulle spalle che citano vagamente Fontana, ci sono le fantasie astratte della Accardi, il mondo onirico della Fioroni (par di riconoscere esattamente un suo quadro in un vestito di tulle con un grande cuore), l'immaginario surreale di Carol Rama trasformato in un cappotto di maglia, i fiori e le farfalle di Marlies Plank un'artista austriaca, questa molto giovane.

PFW, valentino, collezione autunno-inverno 2014/15 - Foto: Ansa


Ci sono le citazioni, ma ci sono i capi, precisi, tanti, diversi: la pelliccia come un puzzle di tasselli colorati, l'abito e la cappa fiorita, le lunghe tuniche monacali che ricordano alcuni pezzi dell'ultima alta moda. Ci sono molti riferimenti alla recente haute couture di Valentino, nessuna ispirazione è andata dispersa in questo mix artistico. Il finale è segnato dai lunghi abiti leggeri, di linea semplice ma molto molto lavorati. Valentino Garavani e Giancarlo Giammetti sono in prima fila, Maria Grazia e Pierpaolo escono in passerella e la sfilata si conclude con un plateale abbraccio a quattro. Piccola nota di cronaca: Anna Wintour, ritardataria, ha seguito la sfilata in seconda fila, c'è una prima volta per tutto e tutti.

Copyright © 2021 ANSA. All rights reserved.

Tags :
Altro
Sfilate