×
1 608
Fashion Jobs
BOTTEGA VENETA SRL
Bottega Veneta People Engagement And Employer Branding Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Allocatore
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Training Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Retail Manager
Tempo Indeterminato · NAPOLI
ANONIMO
Responsabile di Magazzino
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Head of Communication Per Noto Brand Del Lusso
Tempo Indeterminato ·
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga IT Project Leader
Tempo Indeterminato ·
SELTIS HUB SRL
Autista Personale di Presidenza
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
Responsabile Ufficio Tecnico
Tempo Indeterminato · NOLA
FOURCORNERS
Media Marketing Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
E-Commerce Specialist Azienda Fashion
Tempo Indeterminato · GAGGIO MONTANO
FOURCORNERS
Sales Account
Tempo Indeterminato · REGGIO CALABRIA
CONFIDENZIALE
Sales Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CVG GOLD
Senior Buyer Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Fabric Research Director
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Replenishment
Tempo Indeterminato · MILANO
WYCON S.P.A
District Manager Wycon - Calabria
Tempo Indeterminato · COSENZA
RANDSTAD ITALIA
Art Director
Tempo Indeterminato · MILANO
BOT INTERNATIONAL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · LUGANO
ROSSIMODA S.P.A.
Buyer Componenti Calzatura
Tempo Indeterminato · VIGONZA
FIRST SRL
Helpdesk IT Specialist
Tempo Indeterminato · RHO
DELL'OGLIO
Responsabile Amministrativo
Tempo Indeterminato · PALERMO
Di
Ansa
Pubblicato il
6 mar 2014
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

PFW: Parigi chiude rilanciando la tendenza giovane

Di
Ansa
Pubblicato il
6 mar 2014

Parigi chiude i battenti dei suoi nove giorni di prêt-à-porter e si conclude così anche l'intera stagione delle presentazioni per la moda del prossimo autunno-inverno che era iniziata a New York, Londra a seguire, quindi Milano. Se una tendenza speciale va colta sulle passerelle francesi, è quella di un ritorno alla moda giovane, che spiazza un po' le signore, anche quelle che tentano di restare sempreverdi.

PFW, Louis Vuitton, collezione autunno-inverno 2014/15


In questa corrente giovanilista dobbiamo includere molto del meglio che abbiamo visto qui a Parigi: da Stella McCartney (che tra l'altro ha rilanciato i fuseaux con il passante) a Hedi Slimane, che per Saint Laurent ha creato un mix perfetto di cappotti, minigonne e stivali bassi in vernice, fino a Nicolas Ghesquière che ha debuttato da Louis Vuitton con una collezione un po' rigida ma che conferma la tendenza fine Sixties, tra sottanine a trapezio, corti scamiciati e stivali elasticizzati.

In questo filone mettiamo anche Miu Miu, ma assegnandole il punto in più di una maggiore libertà e autonomia, tra anti-piumini smilzi e laminati portati perfino con le calosce dal tacco alto e sottile. Mettiamoci anche Moncler Gamme Rouge: una bella prova, quella di Giambattista Valli, tutta dedicata al giaccone parka che unisce un capo da "lavoro" al piumino e perfino alla pelliccia. Fatti questi esempi (ma il filone abbonda di altri nomi, a suo modo c'è perfino Chanel), le altre tendenze appaiono subito un po' vecchie.

Si è visto ancora il barocco, sopravvive la demi-couture con pizzi e ricami, le rose e le silhouette da it-girl eternamente in giro tra cocktail e serate dove essere visti. Ma questa moda da "socialite" che scrocca vestiti agli amici stilisti è un po' ammuffita. Così come sembra appesantito pure il tema molto francese di Lanvin, diventato improvvisamente meno desiderabile in confronto a un semplicissimo tailleur nero di Stella o a uno svelto cappotto principe di Galles di YSL.

Discorso a parte per Dior, dove Hedi Slimane sta riuscendo a liberarsi sia dei suoi trascorsi da Jil Sander sia del passato della maison fin troppo incardinato ultimamente al new look e alle giacchine bar di Monsieur.

PFW, Christian Dior, collezione autunno-inverno 2014/15


Insomma, alla fine, di Parigi ci si ricorda una certa linearità, una nuova silhouette svelta e corta, un senso fresco e pratico della moda che prende spunti dalla strada e li rielabora in chiave più alta.

Tra le notizie di Parigi, come sempre anche quelle sui personaggi: stavolta la prima posizione tocca a una giornalista, la famosa Suzy Menkez che, dopo 26 anni, lascia l'International Herald Tribune e si congiunge alla Condé Nast dove, all'età di 71 anni, metterà la sua nota firma per arricchire i siti del gruppo. Aggiungiamo che si è vista l'ex première dame, Valerie Trieweiller, prima da Dior e poi da Saint Laurent, e che Rihanna si è fatta tutte le sfilate al punto da non farsi più notare.

Copyright © 2021 ANSA. All rights reserved.