×
1 400
Fashion Jobs
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Digital Media Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Men's Rtw & Accessories Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buying Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e- Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Sales Manager -Showroom Accessori e Abbigliamento Uomo
Tempo Indeterminato · MILANO
DR. MARTENS
Credit Controller - Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
ALYSI
Addetto/a Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Sales Manager
Tempo Indeterminato · CREMONA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce & Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · ROMA
YVES ROCHER
Digital Performance Marketing Specialist (Origgio-va)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
ULTIMA ITALIA S.R.L
Production And Sourcing CO-Ordinator (Production Merchandiser)
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Estero
Tempo Indeterminato · PECCIOLI
CONFIDENZIALE
Europe Buying Manager Woman Ready to Wear
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
Ansa
Pubblicato il
10 mar 2015
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

PFW: Caterina Gatta, Klimt ma pop rock

Di
Ansa
Pubblicato il
10 mar 2015

Si è concentrata con la lente di ingrandimento sui quadri di Gustav Klimt per analizzare le pennellate e cercare di riprodurre sulle stoffe i dettagli grafici, gli aspetti più nascosti e meno scontati delle opere dell'artista viennese: cose semplici e facili Caterina Gatta proprio non riesce a farle.

PFW: Caterina Gatta, collezione autunno-inverno 2015/16


La giovane stilista romana è arrivata a Parigi con la sua nuova collezione (prodotta dalla Castor di Mantova) ed è felice anche perché qui è in corso la mostra dedicata a Klimt (alla Pinacoteca di Parigi fino al 21 giugno) e vi è esposta proprio la "Giuditta I" che lei ha studiato per carpire i dettagli dello sfondo a motivo di scaglie e riprodurle sulla sua nuova stampa a ventaglio.

Ma il risultato è stato del tutto libero e contemporaneo, l'oro è sparito e la collezione ha un sapore "pop-gothic-rock", perfettamente adatto a una giovane attrice come Tea Falco, sua musa e amica.

Lo stesso lavoro è avvenuto con i frammenti di prato, con i fiori e i tulipani di altri dipinti di Klimt e con "i meravigliosi capelli delle sue donne fluttuanti". Riprende invece i pavimenti in mattonelle dei primi del 900, il motivo in bianco e nero del miniabito con le maniche a campana e con una profonda scollatura a fessura a partire dal severo colletto chiuso. Anche le silhouette sono il risultato di una ricerca sull'architettura della Secessione Viennese. C'è molto rigore nelle linee, ma con forti contrapposizioni: lunghissimo e cortissimo, inserti di vernice nera che creano geometrie inaspettate e improvvise fantasie colorate come i colletti con applicazioni in rilievo che riprendono i mosaici dell'artista.

T-shirt di ecopelle, calzoncini corti e cappa stampata, la stessa che si accompagna ai nuovi pantaloni stretti fino al ginocchio da cui parte l'ampiezza.
Pieghe bianche a colonna sul lungo abito a ventagli e fiori (scelto dall'attrice Tea Falco) oppure pieghe nere sui lati dei calzoni palazzo. C'è anche un pizzo che Caterina chiama leopardato perché trattiene piccole macchie colorate come fossero state catturate in una rete, ed è una sua libera interpretazione di un particolare dell'"Adamo ed Eva" di Klimt. Tutto questo perché lei come sempre ha voluto fare "qualcosa che non fosse facile e scontato".
 

Copyright © 2023 ANSA. All rights reserved.