×
1 020
Fashion Jobs
ANONIMA
Area Manager Estero - Settore Accessori
Tempo Indeterminato · NAPOLI
FOURCORNERS
Online Brand Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Logistics Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
THE THIN LINE LANZAROTE
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · TÍAS
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Azienda Moda
Tempo Indeterminato · MILANO
VERSACE
Wholesale Area Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Responsabile Sviluppo Collezioni Calzature
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
CRM Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci ww Business Performance Management Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Head of Marketing (Rif. Mkt)
Tempo Indeterminato · MILANO
FORPEN
Buyer Abbigliamento
Tempo Indeterminato · SAONARA
UNIGROSS SRL
Jobdesk Buyer Import
Tempo Indeterminato · CITTÀ SANT'ANGELO
CONFIDENZIALE
Talent Acquisition & Employer Branding Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
ADECCO S.P.A
Responsabile Qualità
Tempo Indeterminato · SIENA
CONFIDENZIALE
Country Sales Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
CENTEX SPA
Responsabile Amministrativo
Tempo Indeterminato · GANDINO
FACTORY SRL
Impiegato/a Modellista
Tempo Indeterminato · FUCECCHIO
RETAIL SEARCH SRL
Responsabile Produzione - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
BENETTON GROUP SRL
Sap Analyst
Tempo Indeterminato · TREVISO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Accessori e Calzature
Tempo Indeterminato · MILANO
THUN SPA
Controller
Tempo Indeterminato · MANTOVA
Pubblicità
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
6 mar 2017
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Paris Fashion Week: Christian Dior in tutte le sfumature del blu

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
6 mar 2017

“Per la mia generazione era il nero che contava, ma Monsieur Dior adorava davvero il suo blu. Diceva che queste due tinte avevano le stesse qualità”, dice sorridendo Maria Grazia Chiuri nel backstage al termine del suo secondo défilé di prêt-à-porter per Christian Dior.

Dior- Autunno-Inverno 2017 - Womenswear - Parigi - Pixelformula


Una collezione che si rivolge decisamente alle giovani donne dinamiche, con un pizzico di ribellione che ha rapidamente rinfrescato l'immagine di Dior.
 
La sfilata si è aperta con una serie di outfit blu notte e blu oltremare con dei superbi trench in taffetà e altre gonne di seta a pieghe. Lo sport incontra la sartoria in giacche-mantelle a quadri o in top di seta da atletica indossati su jeans a vita bassa. Per la sera, abiti da cocktail semi-trasparenti, illuminati da un’esplosione di comete, stelle e gigli ricamati, che sembrano assolutamente divini.

Maria Grazia Chiuri ha dato nuovo impulso anche ad alcuni accessori: degli short in camoscio con stivaletti chic dotati di falsi attacchi per gli sci. Inoltre, la sua selezione di borse con la firma CD – indossate a tracolla – dovrebbero rimpinguare le casse della firma di Avenue Montaigne.
 
La stilista italiana ha anche utilizzato un gran numero di riferimenti maschili, in particolare in un trio di tute da lavoro decorate con impronte di mani e stelle nere. Tutto questo a miglia di distanza dall'estetica del signor Dior.

Dior- Autunno-Inverno 2017 - Womenswear - Parigi - Pixelformula


"Penso che abbiamo bisogno di vivere nel nostro tempo. Dobbiamo quindi parlare di uguaglianza e prendere in considerazione il movimento no gender. Questo significa includere uniformi militari, tute da lavoro o sportive nelle nostre collezioni, e spiega la presenza di così tanto blu. Le uniformi blu sono, naturalmente, una sorta di segnale di genere. Proprio come il rosa è sempre stato associato al genere femminile", precisa ridendo la creatrice italiana.
 
Detto questo, lo show non è stato un successo proprio al 100%. Tanto che è stato difficile capire perché Dior avesse invitato le celebrità nel bellissimo giardino del Museo Rodin, per farle entrare alla fine in una tenda scura stile night club. Inoltre, il casting mancava un po’ di pepe: troppe giovani ragazze pallide in berretti scuri.
 
Tuttavia, dopo aver assistito alle sfilate di Dior per 28 anni, si può proprio affermare di non aver mai visto in uno show di questa casa di moda tanti vestiti e accessori cool e commerciali. Tutto si venderà “come il pane”.
 
(Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.