×
1 400
Fashion Jobs
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Digital Media Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Men's Rtw & Accessories Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buying Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e- Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Sales Manager -Showroom Accessori e Abbigliamento Uomo
Tempo Indeterminato · MILANO
DR. MARTENS
Credit Controller - Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
ALYSI
Addetto/a Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Sales Manager
Tempo Indeterminato · CREMONA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce & Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · ROMA
YVES ROCHER
Digital Performance Marketing Specialist (Origgio-va)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
ULTIMA ITALIA S.R.L
Production And Sourcing CO-Ordinator (Production Merchandiser)
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Estero
Tempo Indeterminato · PECCIOLI
CONFIDENZIALE
Europe Buying Manager Woman Ready to Wear
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicato il
28 mar 2014
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Orobianco rilancia il brand L'Unique

Pubblicato il
28 mar 2014

Il marchio Orobianco nacque nel 1996 da un'idea dell'eclettico designer Giacomo Valentini, che mise il suo background di variegate esperienze professionali a capo di grandi realtà industriali al servizio del brand di sua creazione, il cui nome deriva da come i pastori tibetani chiamano il cashmere. Il mese scorso Orobianco ha vinto in Giappone il premio 'Best Buyer's Award' conferito dai principali department store nipponici ai migliori marchi del panorama fashion. L'azienda di moda produce principalmente borse e accessori per uomo, donna e bambino in pelle e nylon, ma anche piccola pelletteria, orologi, prodotti di cartoleria, profumi e scarpe. Le sue collezioni sono disegnate e realizzate interamente nella sede di Gallarate (VA), con prodotti esclusivamente Made in Italy.

www.orobianco.com/lunique/


L'Unique fu il primo marchio della holding Orobianco ad essere firmato da entrambi gli stilisti: lo stesso Giacomo Valentini e Barbara Fischer. Il brand venne presentato nel 2006 con una collezione di borse in nylon finite in cuoio naturale. Il logo di Orobianco venne riprodotto in orizzontale a specchio e la parola L'Unique voleva simboleggiare il mondo maschile e quello femminile uniti in un insieme inscindibile.

Il brand è stato voluto sin dall'inizio come spiccatamente unisex e trovò subito un suo pubblico, principalmente in Giappone. Nel corso degli anni Orobianco L'Unique presentò diverse capsule collection: dalle eco-bag in cuoio vegetale, ai pregiati briefcase in pelle trapuntata, oltre a molteplici nylon bag.

Orobianco, linea "Corallo"


“Oggi facciamo un'operazione di restyling”, confida a FashionMag.com Barbara Fischer, “che vede coinvolto anche il simbolo, dal colore non più viola su fondo nero, bensì oro su fondo cacao. Dopo un 2013 di successo per noi, con la riconferma di clienti storici come i select shop United Arrows e nuove aperture di flagship in Cina, abbiamo voluto risottolineare e rivisitare le peculiarità con cui il marchio si è presentato al mondo, e così, a livello di prodotto, abbiamo fatto tornare alla ribalta i nylon colorati accompagnati da tonalità bordeaux sui dettagli e da pelle color cognac, liscia e leggermente traslucida. C'è anche un nuovo tricolore”, continua la stilista, “su fondo sempre color cacao, che corre sottile in verticale, come velato riconoscimento del Made in Italy, e sotto il logo campeggia la scritta 'Italia'”.

“Orobianco partì mettendo al centro della sua produzione la borsa, scegliendo volutamente come primo mercato quello giapponese già dal 1996, quando è partito tutto il nostro business. Perché? Perché in Giappone la borsa è vista come un capo fondamentale. Ed è usata altrettanto dall'uomo. Iniziammo infatti a proporre accessori e borse maschili. Ma poi, notammo che quasi da subito anche i buyer della donna li compravano, e quindi in sostanza scoprimmo che avevamo in casa già un pacchetto di creazioni unisex che iniziammo a coltivare. Oggi, ci rifacciamo alle collezioni donna partendo sempre dall'unisex”, ricorda la stilista.

www.orobianco.com/lunique/#


“Anche per L'Unique, ci rendemmo conto che tante donne andavano nel reparto uomo per comprarne le borse. L'Unique prese poi una sua strada stilistica e strategica. Per il brand cominciammo a realizzare delle limited edition in tessuti particolari, finché quest'anno l'abbiamo rilanciato in occasione delle “feste” di San Valentino e San Faustino”, aggiunge la Fischer. “Ripresentammo L'Unique con una linea colorata di blu e fucsia, a parafrasare i colori fin troppo tradizionalmente usati per rappresentare maschio e femmina (io azzurro, tu rosa). Il che vale quasi solo per l'Italia, in altre nazioni si usa diversamente, perché per esempio nel Nord Europa il viola, considerato da noi colore quasi eminentemente femminile, è visto come il colore più unisex”.

Con un fatturato 2013 aumentato di un bel +30%, Orobianco (diventata holding nel 2012, e comprendente TecknoMonster, marchio fatto nascere nel 2007, che realizza trolley al 100% Made in Italy, e gli altri brand Desertika e Orobianco Baby) ha in previsione “un sacco di investimenti”, puntualizza la stilista. “Intanto, abbiamo due showroom top di gamma di Orobianco, uno di TecknoMonster in Piazza Duomo a Milano e poi uno a Gallarate con tutte le nostre proposte. Siamo diffusi in 3.000 multimarca solo in Giappone, in Inghilterra siamo in 3 posizioni diverse da Harrods, dove presenteremo in anteprima ed esclusiva mondiale la nostra sedia in carbonio “Arkimia”. Poi, al Salone del Mobile presenteremo una chicca, ma non possiamo ancora svelarla”.

Alcune calzature firmate Orobianco


La prima nazione come fatturato per Orobianco è dunque il Giappone, il 2° e il 3° Paese sono Corea del Sud e Taiwan. “Nelle nostre idee c'è la Cina, dove puntiamo ad aprire altri monomarca nel prossimo triennio”, conclude Barbara Fischer.

Copyright © 2023 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.