×
1 864
Fashion Jobs
UNIGROSS SRL
Area Manager Lombardia
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Fabric R&D Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Retail Allocator
Tempo Indeterminato · MONZA
MICHAEL PAGE ITALIA
Sales Manager Boutique Multibrand Luxury Varese
Tempo Indeterminato · VARESE
INTERFASHION SPA
Retail Supervisor Italia ed Estero
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
E-Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Head of Sales - Western Europe
Tempo Indeterminato · SALISBURGO
CHABERTON PROFESSIONALS
Business Development Manager - Clothing & Apparel
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
Showroom Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Concessions
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Events And Special Projects Manager - Arredamento e Design
Tempo Indeterminato ·
TESSILFORM SPA -PATRIZIA PEPE
Franchising & Dpt. Stores Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Collection Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · COLDRERIO
MICHAEL PAGE ITALIA
Events And Special Projects Manager - Arredamento e Design
Tempo Indeterminato ·
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Website Analytics Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Supply Chain & Logistic Operator
Tempo Indeterminato · MILANO
CI MODA SRL/COMPAGNIA ITALIANA
Resp. Amministrativo
Tempo Indeterminato · GUIDONIA MONTECELIO
CONFIDENTIEL
Regional Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Area Manager - Sicilia
Tempo Indeterminato · PALERMO
SKECHERS
Supervisor
Tempo Indeterminato · MILAN
TALLY WEIJL
Merchandise Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
ALANUI
Product Back-Office Assistant
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicato il
4 nov 2008
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Nike: just do it per l’ambiente

Pubblicato il
4 nov 2008

Nike ha deciso che le sue collezioni dovranno d'ora in poi essere in possesso di un requisito fondamentale: il rispetto dell'ambiente.


Scarpe Nike

Unendosi alle tante multinazionali impegnate a favore della salvaguardia del pianeta, il colosso dell'abbigliamento sportivo ha infatti annunciato una linea di prodotti "eco-friendly" che utilizzeranno materiali più sostenibili e riciclabili.

«Non sono un uomo di scienza, ma un dirigente d'azienda pragmatico. Abbiamo la possibilità di cambiare le cose e questo porterà dei vantaggi a tutti, non solo ai nostri azionari e ai nostri consumatori, ma anche al nostro stesso pianeta» spiega Mark Parker, presidente e direttore generale di Nike.

Attraverso un programma di razionalizzazione della sua catena di approvvigionamento, che si svincolerà il più possibile dal petrolio, attraverso tecniche innovativ e il riciclaggio dei materiali, Nike pensa di poter ridurre l'impatto ambientale della sua produzione, incrementando al contempo i suoi margini di profitto.

Per mettere in pratica questo programma ambizioso, che ha preso il nome di "Nike Considered Design", il gruppo americano ha creato un indice che classifica ogni articolo in base ai materiali utilizzati, agli scarti e ai solventi generati.

I primi modelli di scarpe che rientrano negli standard del "Considered Design", sono stati presentati a New York durante uno showcase la scorsa settimana e, per il 2009, Nike si prefigge di far rientrare il 15% della sua produzione nei parametri del suddetto programma a favore dell'ambiente.

Per raggiungere tali propositi la multinazionale si è data delle scadenze precise: il 2011 sarà l'anno di svolta "in green" per la produzione delle calzature, il 2015 per l'abbigliamento, il 2020 per gli equipaggiamenti sportivi.

La prima tappa di quello che appare un vero e proprio piano Marshall per l'ambiente è di ridurre del 17% gli scarti legati alla fabbricazione delle scarpe e di ricorrere almeno per il 20% materiali ecologici. Sul lungo termine Nike si prefigge di rendere riciclabile l'intera gamma dei suoi prodotti.

A titolo indicativo va detto che solo dieci anni fa per ogni paio di scarpe prodotto la quantità di scarti era tale da poter fabbricare un'altra scarpa. Oggi queste perdite sono state ridotte della metà e l'azienda riesce a riutilizzare due terzi dei residui.

Di Elena Passeri (Fonte: S. Ahssen)

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.