×
716
Fashion Jobs
NEIL BARRETT
IT Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Online Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
INTICOM
Digital Media Manager
Tempo Indeterminato · GALLARATE
FOURCORNERS
Product Marketing Manager - Fragranze
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
NEIL BARRETT
Logistic And Customer Service Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
THUN SPA
HR Business Partner Corporate
Tempo Indeterminato · BOLZANO
RANDSTAD ITALIA
Sales Developer
Tempo Indeterminato · COMO
ANONIMA
Commerciale Senior
Tempo Indeterminato · CREMONA
MIROGLIO FASHION S.R.L.
Digital Marketplace Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
UNIGROSS SRL
Jobdesk Buyer Import
Tempo Indeterminato · CITTÀ SANT'ANGELO
SLOWEAR SPA
Retention Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
SLOWEAR SPA
Omnichannel Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CWF - CHILDREN WORLDWIDE FASHION
Wholesale Coordinator H/F
Tempo Indeterminato · MILANO
CAMICISSIMA
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Accessori e Calzature
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Creative & Product Director
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Buyer Rtw Woman
Tempo Indeterminato · MILANO
METARISORSEUMANE
Junior Sales Manager B2B – Contract
Tempo Indeterminato · LIONE
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Business Developer
Tempo Indeterminato · MILANO
SIDLER SA
Emea Marketing Manager / Luxury Field / Milan
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Client Experience Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicato il
11 lug 2017
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Milano Unica: il Gruppo Albini dà un nuovo volto al brand Albiate 1830

Pubblicato il
11 lug 2017

Il gruppo bergamasco di tessuti Albini dà una rinfrescata all'immagine del brand Albiate 1830 (acquisito nel 2000), di cui rinnova logo, volto e gamme proposte. Albiate 1830 va infatti ad esplorare percorsi inediti nel mondo dei tessuti di peso leggero. Un viaggio che lo ha portato a inventare e creare concept in oltre 1.000 varianti a stagione, da un impalpabile 70g/m2 fino a un peso massimo di 250g/m2. Si tratta di tessuti ideali per camicie, ma anche per giacche, gilet, abiti femminili e – in generale – per tutti i capi e gli stili che esigono una tela iconica, di tendenza, che si fa ricordare.

Lo spazio riservato ad Albiate 1830 allo stand del Gruppo Albini a Milano Unica di luglio 2017


Albiate 1830 ha rivelato il suo aspetto rinnovato e più contemporary in una prima tappa al salone Kingpins Amsterdam, in aprile, per approdare oggi nello scenario di Milano Unica. Il pay off, “Italian textile explorers”, accompagna un nuovo logo minimalista, creato per evidenziare due dei tratti principali del brand: da un lato l’eccezionale tradizione manifatturiera, dall’altro il legame voluto con le tendenze emergenti della moda.

Albiate 1830 tiene a sottolineare di mettere a disposizione dei suoi clienti continua innovazione e tracciabilità, anche dei filati greggi, unite all’ideazione di tessuti in esclusiva, alla realizzazione di campionature su misura e alla sperimentazione in stretta collaborazione con stilisti e designer.

Lo spazio riservato ad Albini, donna allo stand del Gruppo Albini a Milano Unica di luglio 2017


Intanto, il Gruppo Albini, fondato nel 1876 ad Albino (BG) e oggi guidato dalla quinta generazione della famiglia rappresentata da Silvio, Fabio, Andrea e Stefano Albini, ha chiuso il 2016 con un semestre dai risultati in lieve crescita rispetto all'anno precedente e ha completato investimenti per 5 milioni di euro destinati al rinnovamento di alcuni impianti, apprestandosi ad investire una cifra analoga per migliorare le strutture produttive anche quest'anno.

Il Gruppo Albini, che rivendica con orgoglio il fatto di essere il leader europeo nella produzione di tessuti per camiceria, ha chiuso il 2016 con un fatturato di 147,2 milioni di euro (ovvero 1,3 milioni in meno del 2015, ma oltre 22 milioni in più di 5 anni prima), con l'export che rappresenta il 70% del dato, ottenuto in una ottantina di nazioni mondiali. Albini è cresciuto a doppia cifra in alcune aree geografiche, come gli Stati Uniti, dove sono appena stati ampliati gli uffici di New York, e in alcune aree di mercato, come con il brand Albini, donna e la divisione filati I Cotoni di Albini S.p.A.

Da sinistra a destra: Andrea, Stefano, Silvio e Fabio Albini


"Cambiamenti di lungo periodo stanno specificatamente avvenendo nel mondo della moda e dei consumi di abbigliamento", spiega il Presidente della società, Silvio Albini.
"I modelli distributivi tradizionali sono duramente colpiti dalla crescita delle vendite online, dai gusti imprevedibili delle nuove generazioni e dalla concorrenza di consumi e stili di vita alternativi all'abbigliamento. In questo scenario incerto e imprevedibile, il nostro gruppo resiste e si sviluppa grazie alla presenza internazionale, all'ampiezza, alla varietà e alla qualificazione altissima dei clienti, alla ricchezza della nostra proposta e alla diversificazione verso nuovi segmenti d'attività".

"Il controllo diretto dell'intera filiera produttiva, dalle materie prime al tessuto finito, costituisce un'unicità nel settore tessile per camiceria", continua Silvio Albini, "e consente di poter tracciare e controllare ogni passaggio produttivo, garantendo qualità di prodotto, servizio e risposta veloce. Per mantenere questa nostra leadership nella camiceria, punteremo sull'innovazione continua in ogni fase del processo produttivo e distributivo e nel miglioramento continuo del servizio al cliente, cui garantiamo un'offerta sempre aggiornata, creativa e personalizzata", conclude.

Alcune camicie fatte con tessuti del Gruppo Albini


Il gruppo conta oggi su 7 stabilimenti (4 in Italia, 1 in Repubblica Ceca e 2 in Egitto), per un totale di quasi 1.400 dipendenti (35 si trovano nell'ufficio creativo) che realizzano i prodotti dei suoi 5 brand (Albini 1876, Albiate 1830, Albini, donna, Thomas Mason e David & John Anderson).

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.