×
1 650
Fashion Jobs
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Purchasing & Procurement Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
LABO INTERNATIONAL
Export Business Development Manager
Tempo Indeterminato · PADOVA
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Retail Manager - Lombardia e Sicilia
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
CRM Specialist
Tempo Indeterminato · RIMINI
DELL'OGLIO
Senior Fashion Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Compliance And Testing Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA SRL
ww Distribution Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Project Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
EDAS
Responsabile Amministrativo/a
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Digital Manager
Tempo Indeterminato · AREZZO
MANPOWER PROFESSIONAL
Expansion Manager Franchising
Tempo Indeterminato · CESENA
VIVIENNE WESTWOOD SRL
Purchasing And Procurement Assistant
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Ufficio Commerciale
Tempo Indeterminato · SALERNO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
JIL SANDER SPA
IT Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
BETTY BLUE S.P.A.
Product Manager Maglieria
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
CONFIDENZIALE
Responsabile Controllo Qualita'
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Impiegato/a Commerciale - Accessori e Minuterie- Settore Fashion
Tempo Indeterminato · PADOVA
NUOVA TESI
Responsbaile di Produzione Tessile -nt/1234
Tempo Indeterminato · MODENA
PFCMNA SPA
Area Manager - Ispettore Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Responsabile Linea Montaggio Calzature
Tempo Indeterminato · VENEZIA
Pubblicità
Di
Ansa
Pubblicato il
25 feb 2014
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Milano Moda Donna chiude positiva

Di
Ansa
Pubblicato il
25 feb 2014

È andata bene, su questo sono tutti d'accordo: la sensazione è che la settimana della moda milanese che si è conclusa il 24 febbraio, la prima capitanata da Jane Reeve, sia stata percepita da dentro e da fuori come "ricca e positiva".

MFW, Giorgio Armani in chiusura della sua sfilata autunno-inverno 2014/15


Garantisce il neo-eletto amministratore delegato, che prima di consumare i tacchi sotto la Madonnina era stata a Londra per 'studiare' le altre settimane della moda. "Londra e Milano sono completamente diverse - spiega Reeve durante il closing cocktail organizzato da CNMI insieme con Elle International Editions - noi abbiamo l'eleganza e la cultura, loro puntano molto di più sui giovani".

Ed ecco un punto che sta molto a cuore al nuovo CEO: i talenti emergenti che devono essere valorizzati nel corso della settimana. "Mi sono accorta che il calendario non è perfetto - ha detto Reeve - ora che l'ho capito cercheremo di dare delle risposte".

Il primo nodo da sciogliere sembra proprio quella della schedule, specialmente dopo le polemiche sollevate da Giorgio Armani a fine sfilata, che si era risentito per l'assenza del direttore di Vogue America Anna Wintour al suo defilè, e aveva confessato di essersi sentito abbandonato, nonostante il suo impegno a sfilare l'ultimo per trattenere stampa e buyer.

"Io e Jane Reeve abbiamo già parlato con Giorgio - spiega il presidente di CNMI Mario Boselli - lo abbiamo incontrato nel backstage e ci siamo spiegati. Siamo d'accordo sul fatto che il calendario debba essere di sette giorni, fisso, con il primo e l'ultimo forte, ma risolvere questo problema è più facile a dirsi che a farsi". L'intenzione, quindi, è quella si metterci mano prima di settembre.

Intanto, tra un mini panino al salame e uno gnocco al pomodoro, si tirano le somme di una settimana che ha contato circa 15 mila addetti ai lavori, duemila giornalisti da oltre 40 Paesi e un leggero aumento dei buyer italiani, in linea con la settimana maschile di gennaio. E poi si brinda, insieme con il sindaco Giuliano Pisapia e l'assessore a Politiche del Lavoro, Moda e Design Cristina Tajani. Il segreto per cambiare davvero questa settimana? "Incrociare la moda con tutte le eccellenze italiane, come arte, cibo e cultura". Lo dice Jane Reeve, una che è nata in Gran Bretagna, ma che in Italia ci lavora e ci vive da vent'anni. "È tempo di fare contaminazione - conclude - perché abbiamo cose che il mondo ci invidia. Facciamole vedere e vinceremo".

Copyright © 2021 ANSA. All rights reserved.