×
1 123
Fashion Jobs
LUXURY GOODS ITALIA S.P.A
Gucci Stock Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Società Estere
Tempo Indeterminato · MODENA
AZIENDA RETAIL
Area Manager Piemonte & Liguria
Tempo Indeterminato · TORINO
MICHAEL PAGE ITALIA
Wholesale Director Italia - Abbigliamento Femminile
Tempo Indeterminato ·
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Senior Production Developer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Treasury Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Human Resources Manager - Corporate & Business Functions
Tempo Indeterminato · MILANO
JIMMY CHOO
Costing Manager
Tempo Indeterminato · CHIESINA UZZANESE
CONFEZIONI GIOIELLI SPA
Buyer
Tempo Indeterminato · PRATO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Senior Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Purchasing & Procurement Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
PATRIZIA PEPE
Back-Office Wholesale Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
SAY WOW SRL
Junior Operation Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta ww Merchandise & Retail Planning Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Marketing&Communications Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Product Compliance Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
MILAAYA EMBROIDERIES
Business Development/Sampling & Production Coordinator
Tempo Indeterminato · MILAN
BENEPIU' SRL
Responsabile Tecnico
Tempo Indeterminato · CARPI
UMANA SPA
HR Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
Ansa
Pubblicato il
29 feb 2016
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

MFW: lo stile è scomponibile, l'eleganza da indossare

Di
Ansa
Pubblicato il
29 feb 2016

C'è una moda che vive solo su Instagram e nei fashion blog e c'è un'eleganza che parla alle donne e pensa al loro quotidiano. E' questo stile da indossare quello visto in passerella a Milano. Abiti fatti non per essere mostrati ma per entrare nel guardaroba delle donne.

Bottega Veneta - Fall-Winter2016 - Womenswear - Milano - © PixelFormula


Eleganza lussuosa ma reale quella proposta da Bottega Veneta, declinata in morbidi cappotti lunghi in maglia, pantaloni slanciati dai tacchi, abitini a pieghe con le spalle ricamate. Tutto ha un'aria reale, quotidiana, eppure inaspettata, grazie a tessuti agugliati e decorazioni applicate in maniera irregolare.

Sono un lavoro di ricerca pazzesco ma sono pensati per essere portati anche giù dalla passerella gli abiti di Ermanno Scervino, che ha fatto cinque mesi di tentativi prima di arrivare a realizzare il pizzo plissé degli abiti da sera, ma pensa anche al giorno, con i cappotti da zarina con gli alamari di perline e i bordi in pelliccia, le giacche sagomate come la lingerie, i completi di tweed con ricami di cristalli colorati.


Ermanno Scervino - Fall-Winter2016 - Womenswear - Milano - © PixelFormula


Alle donne piace giocare con la moda e per loro Natasa Cagalj, designer di Ports 1961, ha pensato a una collezione tutta scomponibile, con il cappotto che si trasforma in cappa, i pantaloni che cambiano forma risvoltandoli in vita, il grembiule di maglia da mettere anche come un mantello, il coprispalle di paillettes da far passare dal cappotto al pullover.

Uno stile che piace anche a Erika Cavallini, che propone un guardaroba da ricomporre in maniera autonoma, con la piccola gonna appoggiata al pantalone maschile, il pannello plissé che spunta sul trench, l'abito tagliato a svelare la fodera di organza color carne. La moda scomponibile è anche nel Dna del giapponese Ujoh, che ha debuttato in passerella  a Milano, ospite dell'Armani Teatro, mischiando abiti-giacca sportivi con stringhe e nastri di piume, ampi cappotti eleganti e gilet multistrato, tubini classici e gonne in macramé, caban tecnici e gilet couture, tubolari monospalla su camicie candide.

Ujoh - Fall-Winter2016 - Womenswear - Milano - © PixelFormula


La sobrietà diventa esasperata sulla passerella di Jil Sander, con proporzioni volutamente estreme che definiscono la silhouette del prossimo inverno disegnata da Rodolfo Paglialunga. Così cappotti e giacche hanno spalle forti, volumi audaci, maniche allungate. I volumi sono lontani dal corpo, ma raccolti sul retro da fiocchi, gli abiti sotto il ginocchio sono sottili e svelano una figura elegante mossa da asimmetrie e pieghe, mentre le maglie di mohair lucido aggiungono una nota selvaggia.

C'è poi un minimalismo imperfetto, fatto di dettagli apparentemente sbagliati o dimenticati, come quello di Cividini, con lo spolverino in poliestere con la piega che sembra stirata male e il piccolo blazer effetto non finito. C'è più di un vago sentore minimale nella collezione firmata Aquilano Rimondi perché "ci siamo tutti lasciati prendere da Instagram, dall'essere wow che però - sottolineano i due stilisti - non rappresenta le donne".

Aquilano Rimondi - Fall-Winter2015 - Womenswear - Milano - © PixelFormula


Ecco dunque bei cappotti in cashmere doppiopetto con breitschwanz sovratinto, caban con bande in pelle laminata applicate a contrasto o con cappucci di montone, pantaloni fluidi in satin cipria portati con T-shirt di paillettes. Assenti stampe e decori perché "per molti anni se ne sono viste anche troppi in passerella, ma poi in strada - notano i designer - vedi che non c'è questo eccesso, che la donna vuole sentirsi sicura"

Copyright © 2022 ANSA. All rights reserved.