×
1 020
Fashion Jobs
ANONIMA
Area Manager Estero - Settore Accessori
Tempo Indeterminato · NAPOLI
FOURCORNERS
Online Brand Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Logistics Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
THE THIN LINE LANZAROTE
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · TÍAS
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Azienda Moda
Tempo Indeterminato · MILANO
VERSACE
Wholesale Area Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Responsabile Sviluppo Collezioni Calzature
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
CRM Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci ww Business Performance Management Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Head of Marketing (Rif. Mkt)
Tempo Indeterminato · MILANO
FORPEN
Buyer Abbigliamento
Tempo Indeterminato · SAONARA
UNIGROSS SRL
Jobdesk Buyer Import
Tempo Indeterminato · CITTÀ SANT'ANGELO
CONFIDENZIALE
Talent Acquisition & Employer Branding Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
ADECCO S.P.A
Responsabile Qualità
Tempo Indeterminato · SIENA
CONFIDENZIALE
Country Sales Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
CENTEX SPA
Responsabile Amministrativo
Tempo Indeterminato · GANDINO
FACTORY SRL
Impiegato/a Modellista
Tempo Indeterminato · FUCECCHIO
RETAIL SEARCH SRL
Responsabile Produzione - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
BENETTON GROUP SRL
Sap Analyst
Tempo Indeterminato · TREVISO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Accessori e Calzature
Tempo Indeterminato · MILANO
THUN SPA
Controller
Tempo Indeterminato · MANTOVA
Pubblicità
Di
Ansa
Pubblicato il
26 feb 2017
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

MFW: la 'marcia' di Missoni per i diritti umani

Di
Ansa
Pubblicato il
26 feb 2017

Una passerella per sostenere i diritti umani. Angela Missoni sceglie questo momento per lanciare un messaggio di pace, focalizzando l'attenzione sulle rivendicazioni, i diritti delle donne e delle minoranze. "E' un momento storico in cui le giornate di marcia non sono una cosa sporadica, un momento in cui tutti quelli che la pensano in questa maniera devono stare uniti - spiega - Anche nella moda è bene che usiamo la nostra voce".

Missoni - Fall-Winter2017 - Womenswear - Milan - © PixelFormula


Al defilé, su ogni posto a sedere, c'è un cappellino in maglia sui toni del rosa, un modello con le orecchie che tanto ricorda quelli indossati poco più di un mese fa alla marcia rosa che ha riempito le strade di Washington DC, dopo l'insediamento di Donald Trump alla Casa Bianca. Il simbolo di quella protesta fu proprio un cappello di lana con le orecchie a punta, con cui 'The Pussyhat Project' ha dato vita ad una reazione globale. C'è chi chiede se l'iniziativa di Missoni alluda proprio a quella protesta. Ma sono tutte le marce a sostegno dei diritti umani, in America e nel mondo, quelle cui pensa Angela Missoni, che a fine defilè esce in passerella con il microfono in mano e invita tutti i presenti a restare uniti e sostenere insieme il rispetto dei diritti umani.

Così sulle note di 'People have the power' ospiti e amici della griffe hanno indossato il cappellino e si sono avvicinati alla stilista. Tra loro anche il presidente di CNMI, Carlo Capasa, gli stilisti Fausto Puglisi, Stella Jean, Luisa Beccaria, Lavinia Biagiotti. Anche le modelle hanno fatto l'ultima uscita indossando questi cappellini.

Missoni - Fall-Winter2017 - Womenswear - Milan - © PixelFormula


Un inno all'inclusione che passa anche per la moda, con una collezione che rappresenta una femminilità transgenerazionale, metropolitana, emancipata, impegnata grazie a una serie di interazioni, tra materiali e motivi, con accostamenti di righe e quadri, lurex, bianco totale e tinte vivaci. Ci sono i classici maxi pull lavorati a mano, ma anche abiti lunghi fino ai piedi in soffice maglia dai classici pattern Missoni.

Anche Cividini oggi ha scelto di scendere in campo, portando a Milano il movimento #tiedtogether, che ha debuttato sulle passerelle newyorkesi. Ad aprire la sfilata una modella con la bandana bianca, scelta come rappresentazione dell'unità delle persone senza distinzione di razza, sesso o religione.

Se giusto qualche giorno fa Donatella Versace raccontava di essersi stupita per l'assenza delle donne italiane nella protesta globale, la moda - molto sensibile al tema dell'inclusione - in questa settimana sta dimostrando tutto il suo sostegno alla causa femminile e non solo, dalla 'casa delle donne' messa in scena da Miuccia Prada all'inno alla lotta e al potere femminile portato in passerella dalla stessa Versace.

Copyright © 2021 ANSA. All rights reserved.