×
1 330
Fashion Jobs
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Ecommerce Business Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Senior Graphic Designer & Art Director - Jewelry Sector
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Rtw Donna Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Export Manager - Design Luxury
Tempo Indeterminato · MONZA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Project Manager Produzione Rtw - Azienda Luxury
Tempo Indeterminato · NOVARA
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · CARINARO
RANDSTAD ITALIA
Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Industrializzatore e Production Planner
Tempo Indeterminato · VALEGGIO SUL MINCIO
BITTO SRL
Tecnico di Confezione
Tempo Indeterminato · RHO
RANDSTAD ITALIA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Sportswear
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Area Manager Estero Emporio Armani Bodywear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Ecommerce Visual Shooting Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
IT Support Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
District Manager
Tempo Indeterminato · TOSCANA/EMILIA ROMAGNA/LAZIO
NEGRI FIRMAN PR & COMMUNICATION
Event Director
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Chief Financial Officer
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Sistemista Senior
Tempo Indeterminato · VICENZA
MIRIADE SPA
Retail Planner
Tempo Indeterminato · NOLA
ADECCO ITALIA SPA
Country Manager Area DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Customer Service Estero- Settore Design
Tempo Indeterminato · MONZA
Pubblicato il
27 set 2015
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

MFW: Iceberg, ritorno alle origini con Arthur Arbesser

Pubblicato il
27 set 2015

Nuovo corso per Iceberg, che riparte da Arthur Arbesser, il giovane viennese nominato direttore creativo del marchio italiano solo lo scorso giugno. A Milano, il suo debutto in passerella con la collezione per la prossima estate: un mix di linee pulite e colori forti, dettagli giocosi e disegni optical, con un rispetto totale del DNA del brand, espresso nell'uso della maglieria come materiale d'elezione, la quale andrà a costituire più dell'80% della nuova collezione donna Primavera/Estate 2016 di Iceberg.

Iceberg, passerella finale della collezione PE 2016. Foto: Ansa - Foto: Ansa


"La nomina a direttore creativo di Iceberg mi ha colto di sorpresa e mi ha emozionato", ha ricordato il nuovo direttore artistico. "Lavorare a fianco degli artigiani è una scoperta continua: il passaggio dall'idea alla realtà non è mai stato per me così naturale. Di più: la tecnica stessa, il know-how sono diventati fonte d'ispirazione".

"Mi sono posto di fronte ai 40 anni di storia di Iceberg con un atteggiamento curioso e col desiderio di divertire", continua Arbesser nel comunicato ufficiale. "È stato come fare un passo fuori dal radar del mio piano d'azione per portare quello che so e quello che mi piace in un territorio nuovo e interessante. L'estetica militare e i tagli sportivi, elementi portanti di Iceberg, sono stati l'incipit del mio racconto. A questi ho accostato una vena di follia, un desiderio di gioco utilizzando la creatività multicolore e l’umorismo di Enrico Baj, artista italiano di cui ammiro l’anarchia spensierata. Il mio intento è dare una forma, fornire un abito all’idea di freschezza e di energia della contemporaneità. Con Iceberg, vorrei costruire un guardaroba facile, cosmopolita, irriverente, sensuale. La maglia, come materia prima, è perfetta per eseguire questo compito. È uno strumento narrativo in grado di raccontare il desiderio di rompere le regole e insieme di essere fedeli alla tradizione".

Ma nella sfilata Iceberg di Milano Moda Donna si è potuto cogliere anche l'amore di Arbesser per la grafica e per il suo opposto, la sregolatezza. Jacquard e vinile. Linee rette e linee morbide. Disegni optical e superfici piatte. A guardare la collezione viene in mente una partitura melodica che, in alcuni punti, va fuori ritmo. "È lo specchio della mia estetica: rigore e anarchia, un contrappunto che mi porta a spingere lo stile fino ai suoi limiti. Per poi fermarmi e guardare indietro, con leggerezza", conclude il designer austriaco.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.