×
1 278
Fashion Jobs
FOURCORNERS
Sales Manager Emilia Romagna
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
FOURCORNERS
Sales Manager Lombardia
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Visual Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Floor Manager
Tempo Indeterminato · ROMA
RANDSTAD ITALIA
Art Director - Beni di Lusso e Gioielli
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Junior Trademark Attorney
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
E-Commerce Specialist - Settore Fashion &Amp; Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
ESSE-M STUDIO
Plant Quality Manager Settore Tessile
Tempo Indeterminato · COMO
ANONIMA
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
SPADAROMA
Logistic Manager
Tempo Indeterminato · NOLA
RANDSTAD ITALIA
HR Organization Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Area Manager Emilia Romagna
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
DEDAR
Trade Marketing Manager
Tempo Indeterminato · APPIANO GENTILE
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Health & Safety Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
TAKE OFF
Buying Account Manager (Off-Price Fashion)
Tempo Indeterminato · GEZIRA
CONFIDENZIALE
Amministrazione
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Senior Creative Strategist
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Product Marketing Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Ready to Wear Uomo Emporio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Beauty Advisor Sud Italia
Tempo Indeterminato · CATANZARO
CONFIDENTIAL
Sap Specialist
Tempo Indeterminato · NOLA
THE THIN LINE LANZAROTE
Responsabile Marketing
Tempo Indeterminato · TÍAS
Pubblicità
Di
Ansa
Pubblicato il
19 feb 2014
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

MFW: Gucci, chic borghese e un po' ribelle

Di
Ansa
Pubblicato il
19 feb 2014

Se fosse una canzone, la collezione Gucci per il prossimo inverno sarebbe 'Hey Joe' di Jimi Hendrix, ma interpretata da Charlotte Gainsbourg, che poi è il brano scelto dal direttore creativo Frida Giannini per chiudere la passerella milanese della griffe. Ospite della sfilata l'attrice Salma Hayek, in prima fila accanto al marito Francois Henry Pinault, AD di Kering (ex PPR), che controlla il marchio della doppia G.

MFW, Gucci, collezione autunno-inverno 2014/15 - Foto: cameramoda.it


Nella cover dello storico brano rock c'è tutta l'ispirazione della nuova collezione: il lato chic, borghese, jet set, impersonato dall'attrice francese, e l'attitudine ribelle, rock, tipica degli anni Sessanta, dell'originale. Ma alla base di tutto il lavoro di Frida Giannini c'è il ritorno alle forme pure tipiche del marchio negli anni Sessanta. Se le linee sono pulite e rigorose, i materiali sono per forza pregiati, con una netta prevalenza della pelle e della pelliccia, e i colori inediti, con una forte virata sui pastelli polverosi, già visti nella collezione per l'uomo. Ispirati alle icone di stile dei Sixties, dalla rocker Marianne Faithfull alla chicchissima Marisa Berenson, ma persino a Mick Jagger, ecco i pantaloni alla caviglia con cavallo basso un po' maschili, portati con la camicia in seta e gli stivaletti con il morsetto, resi femminili dalla pelliccia di vaporosa capra tinta in verde salvia, ma anche i miniabiti a tunica di pelle, rosa cipria o giallo zafferano, con ruches sullo scollo o chiusi da una fila di bottoni piatti argentati. E poi i cappottini doppiopetto in angora con alta martingala abbinati alle camicie di nappa sfoderata e ai jeans con piega stirata, la T-shirt over in visone rosa insieme ai pantaloni di pelle cipria. Tutto portati con gli stivali con il morsetto, a tacco basso per il giorno e alto per la sera, in pelle, pitone e cavallino, ma quasi sempre colorati.

Dagli anni Sessanta torna anche una delle borse icone della maison, la Jackie, omaggio alla first lady più chic che storia ricordi, riproposta in vitello sfoderato e destrutturato, con la tipica chiusura con pistoncino di metallo protagonista di tutte le versioni, dalla shopping alla tracollina.

MFW, Frida Giannini in passerella al termine della sfilata Gucci, collezione autunno-inverno 2014/15 - Foto: cameramoda.it


Per la sera, nessun abito lungo, ma solo mini tuniche, anche di pelle, con plastron di pietre scintillanti dipinte a mano o tubini neri con morsetti stilizzati. Una moda per una donna "che vuole piacere più a se stessa che agli altri", che punta più all'"autocompiacimento che - spiega Frida Giannini - all'esibizionismo per raccogliere consensi ai party o dagli uomini".

Sembrano passati secoli dallo stile ad alto erotismo del Gucci disegnato da Tom Ford: "la sua era un'eredità forte di sessualità esibita, io - racconta la stilista - ho cercato di portare il marchio verso la sensualità, con un occhio femminile, prendendomi anche dei rischi perché la responsabilità del designer è quella di cambiare, prendendosi anche delle batoste". Soddisfatta del suo percorso? "Questa è una direzione che mi appartiene molto, è una delle mie preferite - conclude - degli ultimi anni". E lo si vede da come indossa con disinvoltura la camicia di nappa con le ruches modello Mick Jagger, i pantaloni di pelle 'boyish' e gli stivaletti con il morsetto che saranno tra i 'desiderata' modaioli del prossimo inverno.

Copyright © 2022 ANSA. All rights reserved.

Tags :
Altro
Sfilate