×
1 295
Fashion Jobs
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Società Estere
Tempo Indeterminato · MODENA
AZIENDA RETAIL
Area Manager Piemonte & Liguria
Tempo Indeterminato · TORINO
MICHAEL PAGE ITALIA
Wholesale Director Italia - Abbigliamento Femminile
Tempo Indeterminato ·
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Senior Production Developer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Treasury Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Human Resources Manager - Corporate & Business Functions
Tempo Indeterminato · MILANO
JIMMY CHOO
Costing Manager
Tempo Indeterminato · CHIESINA UZZANESE
CONFEZIONI GIOIELLI SPA
Buyer
Tempo Indeterminato · PRATO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Senior Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Purchasing & Procurement Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
PATRIZIA PEPE
Back-Office Wholesale Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
SAY WOW SRL
Junior Operation Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta ww Merchandise & Retail Planning Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Marketing&Communications Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Product Compliance Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
MILAAYA EMBROIDERIES
Business Development/Sampling & Production Coordinator
Tempo Indeterminato · MILAN
BENEPIU' SRL
Responsabile Tecnico
Tempo Indeterminato · CARPI
UMANA SPA
HR Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Area Manager Italia Wholesale – Responsabile Showroom
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
AFP
Pubblicato il
16 giu 2015
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Metro vende i grandi magazzini Kaufhof al proprietario di Saks Fifth Avenue

Di
AFP
Pubblicato il
16 giu 2015

Preferendo concentrarsi sui suoi super e ipermercati, il gigante tedesco della distribuzione Metro ha venduto lunedì i grandi magazzini Kaufhof al canadese Hudson's Bay, proprietario della catena statunitense di lusso Saks Fifth Avenue, che così potrebbe fare il suo debutto in Europa.

Foto: DR


Per 2,825 miliardi di euro, Hudson's Bay si assicura 106 grandi magazzini Galeria Kaufhof in Germania, 16 negozi di sport Sportarena e 16 grandi magazzini in Belgio ad insegna Galeria Inno. A ciò si aggiungono vari centri logistici e depositi, e la sede di Galeria Kaufhof a Colonia.

Il gruppo Metro, che adesso andrà dunque a puntare sugli ipermercati all'ingrosso Metro Cash & Carry, sulle catene di elettronica Saturn e Media Markt, e sui supermercati Real, spera di trarre da questa vendita un effetto positivo sul proprio utile operativo (Ebit) di circa 700 milioni di euro.

Una volta perfezionata la vendita, normalmente il terzo trimestre, essa dovrebbe portare al gruppo tedesco 1,6 miliardi di euro di flusso di cassa e ridurre il suo debito di 2,7 miliardi di euro.

La cessione è "sicuramente una buona notizia per gli azionisti, soprattutto per il fatto della riduzione del debito", valuta Herbert Sturm, analista di DZ Bank. Olaf Koch, il massimo dirigente del ruppo Metro, ha tuttavia escluso il versamento di un dividendo eccezionale, preferendo mantenere questo denaro fresco per gli investimenti.

Saks Fith Avenue in Europa

Galeria Kaufhof, Inno e Sportarena continueranno ad esistere sotto questi nomi, con "nessun cambiamento significativo" in termini di location e di personale (attualmente sono 21.500 i dipendenti), hanno assicurato i due gruppi. Il boss di Hudson's Bay vede in questa transazione "una superba opportunità per crescere sia in Germania che in Europa", anche solo per i cambiamenti nell'offerta prodotti, nelle ristrutturazioni, nei rinnovamenti...

"In più, potremo avere l'opportunità di aprire dei negozi Saks Fith Avenue e Saks Off 5th attraverso la presenza che abbiamo in Germania e Belgio", ha commentato il patron di Hudson's Bay, Richard Baker.

Quando Kaufhof sarà integrato, Hudson's Bay conterà 464 negozi nel mondo, con circa 9 miliardi di euro di giro d'affari.

Il patron di Metro, Olaf Koch, ha spiegato che l'offerta giusta per Kaufhof doveva riunire tre elementi: "un giusto valore dell'attività, la solidità della struttura finanziaria di chi presentava l'offerta e l'esistenza di un concept che potesse portare ad un futuro positivo per Galeria Kaufhof".

La scelta di Hudson's Bay rappresenta una sconfitta per la holding austriaca Signa, proprietaria di un'altra catena tedesca di grandi magazzini, Karstadt, che secondo il quotidiano “Handelsblatt” aveva messo sul tavolo 2,9 miliardi di euro.

Sia Kaufhof che Karstadt hanno sofferto della disaffezione dei tedeschi per i grandi magazzini tradizionali, soppiantati dai centri commerciali con tanti negozi di marchi diversi, sul modello dei "mall" americani. Ma lottando contro questa tendenza, Metro è riuscito a ristrutturare questa storica catena con più successo di Karstadt, il quale, dopo aver sfiorato il fallimento, rimane in crisi.

Fondato nel 1879 da Leonhard Tietz, commerciante che offriva abbigliamento di qualità a prezzi fissi a Stralsund (città anseatica del Meclemburgo-Pomerania), Kaufhof ha visto i suoi grandi magazzini espandersi gradualmente a tutta la Germania, spesso in edifici eleganti nel centro delle città.

Assorbito nel 1996 da Metro, Kaufhof ne rappresentava la divisione più piccola. Le sue vendite dello scorso anno, pari a 3,1 miliardi di euro, pesano appena il 5% sulle vendite del gruppo.

Versione italiana di Gianluca Bolelli; fonte: AFP

Copyright © 2022 AFP. Tutti i diritti riservati.