×
1 608
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

Metalbottoni punta sull’Europa con un percorso fieristico mirato e sul re-ingegnerizzare i classici

Pubblicato il
today 3 lug 2017
Tempo di lettura
access_time 4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

L’apertura della stagione fieristica dei saloni tessili di luglio delinea un nuovo corso per la Metalbottoni di Chiuduno (BG), che ridefinisce obiettivi e strategie, puntando in tre direzioni fondamentali: la re-ingegnerizzazione dei classici, l’implementazione di percorsi di ricerca e di innovazione sostenibile sempre più green, e il potenziamento della struttura commerciale su selezionati mercati esteri, che arrivano a rappresentare oggi il 60% del fatturato aziendale.

Metalbottoni, la presentazione della linea "Gravita"


L’azienda guidata dal Presidente Gregorio Valli intende dunque partire dalla storia di prodotto per riprogettare stili e processi, e vuole investire come mai prima sulla partecipazione agli eventi fieristici di settore.
 
Primo appuntamento con la fiera Blossom PV (Parigi, 4-5 luglio), la manifestazione che presenta 90 espositori selezionati fra il mondo del lusso e delle maison fashion più creative, alla quale Metalbottoni accede per la prima volta. A seguire, il ritorno a Milano Unica (Milano, 11-13 luglio), per puntare con ancora più decisione sul mercato interno, chiudendo con The London Texitle Fair (Londra, 19-20 luglio), la prima piattaforma UK per tessuti, accessori e vintage garment.

Le ultime novità di prodotto per le collezioni AI 2018/19 in casa Metalbottoni virano decisamente sull’innovazione di prodotto, realizzata a partire dai grandi classici del mondo degli accessori, guardando allo sportswear come approdo naturale.

Metalbottoni per Redew8


Nasce infatti “Gravita”, la prima collezione Metalbottoni interamente dedicata ai bottoni a pressione, che sviluppa sottoparti altamente personalizzabili e realizza una commistione unica fra elementi fashion e sportswear. La linea “Monster”, rinnovata ad ogni stagione con le proposte che intercettano le tendenze più futuribili, riparte dalle icone dell’accessorio sportivo degli anni ’80 e ’90 in un incontro con i capi vintage e total custom. È l’anti-fashion che diventa il nuovo cool, per la linea di bottoni e accessori che parla al denim con più forza, dove lo stile western si arricchisce di evoluzioni ispirate al nomadismo globale contemporaneo.
 
“Labora”, invece, la linea dedicata al fashion uomo e donna che offre un “total look” per ogni stile ed esigenza, sviluppa per questa stagione accessori sobri e minimali con nuove finiture che rivisitano i grandi evergreen attraverso tecnologie all’avanguardia, linee pulite e trattamenti che valorizzano il dettaglio: una gamma capace di intercettare anche lo sportswear. L’offerta è arricchita anche dalla linea “Gummix”, il processo produttivo brevettato che, grazie ad una speciale fusione del silicone o della gomma con altri elementi, permette illimitate interpretazioni e personalizzazioni.
 
Completano la proposta Metalbottoni le due linee “Shirting”, bottoni e gemelli dedicati alla camiceria, e “Leather Accessories”, retrocinte in diversi materiali che si declinano in un’ampia gamma di colori e graning, con vere pelli lavabili che rispettano i parametri eco- tossicologici.
 

Metalbottoni, "Monster"


Pilastro del nuovo corso Metalbottoni è l’innovazione green, un percorso non certo nuovo per l’azienda che dal 2011 ha attivato il cosiddetto protocollo “No Impact”. Un processo che non ricorre a prodotti chimici di sintesi e si avvale di cicli di lavorazione a basso impatto ambientale, riducendo le emissioni di CO2, ricavando energia da un impianto fotovoltaico che garantisce il 45% del fabbisogno energetico totale e ricorrendo a processi di risparmio idrico.
 
Fra le altre iniziative green più interessanti, la collaborazione con il brand svedese Redew8, che presenterà un jeans realizzato completamente con materiali e lavorazioni ecosostenibili per il quale l’azienda italiana ha sviluppato un bottone interamente in rame. Calotta, gambo e chiodo progettati per il jeans Redew8 sono stati tutti prodotti riutilizzando scarti di lavorazione, senza trattamenti galvanici né uso di altri agenti chimici, dando vita ad un prodotto che può essere riciclato al 100%.
 
Fra i percorsi dedicati al riciclo e riutilizzo dei materiali anche la partnership realizzata con la onlus “Progetto Quid”; brand di accessori e abbigliamento solidale che realizza le proprie produzioni ricorrendo a materiali donati dalla filiera e impiegando personale proveniente da situazioni di svantaggio e disagio sociale.

Gregorio Valli, Presidente, e Maria Teresa Ricciardo, Direttore Creativo, di Metalbottoni


La strategia commerciale e di sviluppo di Metalbottoni è chiara e punta a una maggiore penetrazione nei mercati europei di Francia, Spagna, Germania e Nord Europa, per supportare la grande crescita dell’export, che oggi rappresenta il 60% del fatturato Metalbottoni. Il restante 40% è invece generato in Italia.
 
“Il valore si aggiunge al valore”, commenta Maria Teresa Ricciardo, Direttore Creativo di Metalbottoni, “in un processo che diventa sempre più integrato. Re-ingegnerizzare i classici per noi significa anche farlo sfruttando le più recenti innovazioni tecnologiche, tenendo ben presente che l’intero settore necessita di una grande svolta verso materiali e produzioni responsabili che sappiano tradurre in azioni e prodotti concreti il tema della sostenibilità”.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.