×
1 381
Fashion Jobs
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Ecommerce Business Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Senior Graphic Designer & Art Director - Jewelry Sector
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Rtw Donna Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Export Manager - Design Luxury
Tempo Indeterminato · MONZA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Project Manager Produzione Rtw - Azienda Luxury
Tempo Indeterminato · NOVARA
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · CARINARO
RANDSTAD ITALIA
Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Industrializzatore e Production Planner
Tempo Indeterminato · VALEGGIO SUL MINCIO
BITTO SRL
Tecnico di Confezione
Tempo Indeterminato · RHO
RANDSTAD ITALIA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Sportswear
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Area Manager Estero Emporio Armani Bodywear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Ecommerce Visual Shooting Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
IT Support Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
District Manager
Tempo Indeterminato · TOSCANA/EMILIA ROMAGNA/LAZIO
NEGRI FIRMAN PR & COMMUNICATION
Event Director
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Chief Financial Officer
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Sistemista Senior
Tempo Indeterminato · VICENZA
MIRIADE SPA
Retail Planner
Tempo Indeterminato · NOLA
ADECCO ITALIA SPA
Country Manager Area DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Customer Service Estero- Settore Design
Tempo Indeterminato · MONZA
Pubblicato il
7 lug 2015
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Marks & Spencer: l'abbigliamento trascina verso il basso la crescita

Pubblicato il
7 lug 2015

Il fatturato di Marks & Spencer è aumentato dell'1,3% nel trimestre chiuso a fine giugno, trascinato dall'apertura di nuovi negozi dedicati al cibo nel Regno Unito, mentre il suo business nell'abbigliamento ha continuato a ristagnare.

MarksandSpencer.com


Durante il periodo di 13 settimane terminato il 27 giugno, le vendite del gruppo nel settore degli alimenti in Gran Bretagna sono cresciute del 3,2%, continuando a trarre profitto dalla sua strategia di concentrarsi sull'alto di gamma in un mercato messo sotto pressione dall'offensiva delle insegne di hard discount.

Il gruppo ha anche continuato ad aprire dei negozi "Simply Food" dedicati al cibo, il che gli ha fatto incrementare il volume dei suoi ricavi. M&S conta di inaugurarne circa 90 nel corso di questo esercizio. A perimetro costante, il suo fatturato in questo campo è comunque cresciuto solo dello 0,3%.

Le vendite di Marks & Spencer in Gran Bretagna di merci generali, che comprendono quelle di vestiti, di scarpe e di elettrodomestici, hanno continuato a faticare, progredendo dello 0,2% nell'insieme e diminuendo dello 0,4% a perimetro costante.

"Al termine di un trimestre difficile, caratterizzato da un'intensa attività promozionale, abbiamo continuato a concentrarci sul miglioramento della qualità dei nostri prodotti e sullo stile", ha spiegato il gruppo in un rapporto sull'attività pubblicato questo martedì.

In questo ramo di business, che costituisce il suo tallone d'Achille di queste ultime annate, il distributore inglese spera comunque di migliorare i margini proseguendo negli sforzi di riduzione dei costi di approvvigionamento.

M&S ha inoltre ottenuto una marcatissima progressione (+38,7%) delle vendite online, dovuta in parte ai miglioramenti apportati al proprio sito Internet e al suo centro di distribuzione.

All'estero, le vendite hanno sofferto dell'aumento del corso della sterlina, che ha automaticamente ridotto il valore degli introiti percepiti, una volta convertiti nella valuta britannica: il fatturato del gruppo M & S fuori dal Regno Unito è così diminuito del 3,9%, ma è aumentato dello 0,7% a tasso di cambio costante.

Il gruppo ha poi precisato che il piano per il riscatto di azioni per 150 milioni di sterline annunciato nel mese di maggio inizierà mercoledì.

M & S si trova oggi alla testa di una rete che copre 53 nazioni, con 770 negozi in Gran Bretagna e 440 nel resto del mondo. Ultimamente, l'attività è stata segnata da un calo dell'1,6%, e poi del 2,2%, delle vendite di abbigliamento nei primi due trimestri dell'attività.

Matthieu Guinebault con l'AFP (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.