×
1 213
Fashion Jobs
CONFIDENZIALE
District Manager
Tempo Indeterminato · TOSCANA/EMILIA ROMAGNA/LAZIO
NEGRI FIRMAN PR & COMMUNICATION
Event Director
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Chief Financial Officer
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Sistemista Senior
Tempo Indeterminato · VICENZA
ADECCO ITALIA SPA
Country Manager Area DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Customer Service Estero- Settore Design
Tempo Indeterminato · MONZA
ELISABETTA FRANCHI
Digital Marketing Manager
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
STELLA MCCARTNEY
Rtw Production Planner & Controller
Tempo Indeterminato ·
FOURCORNERS
Area Manager - Centro Italia
Tempo Indeterminato · ROMA
FOURCORNERS
Direttore Commerciale ww Borse
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Project Manager Produzione Rtw - Azienda Luxury
Tempo Indeterminato · NOVARA
THE ROW
Women's And Men's Footwear Technician
Tempo Indeterminato · FIRENZE
MALIPARMI
Responsabile Ufficio Tecnico
Tempo Indeterminato · ALBIGNASEGO
RANDSTAD ITALIA
Export Manager
Tempo Indeterminato · MONZA
FOURCORNERS
Sample & Production Planning & Innovation Director
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Production Planner Coordinator
Tempo Indeterminato · PADOVA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
IZIWORK
Area Manager - Abbigliamento Donna
Tempo Indeterminato · REGGIO EMILIA
ANONIMA
Pricing & Costing Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Outlet Area Manager Northern Europe
Tempo Indeterminato · MONACO DI BAVIERA
BALENCIAGA LOGISTICA
Balenciaga - lg Procurement & Purchasing Staff - Addetto/a Ufficio Acquisti Packaging Pelletteria
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
Di
APCOM
Pubblicato il
13 feb 2010
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Mariella Burani: soldi non arrivano per la storica maison

Di
APCOM
Pubblicato il
13 feb 2010

Milano, 13 feb. - Il consiglio di amministrazione di Mariella Burani Fashion Group ha deliberato di "procedere alla presentazione di un ricorso per concordato preventivo che abbia come presupposto la prosecuzione delle attività imprenditoriali".

Burani

E' quanto si legge in una nota in cui si riferisce che la decisione è stata assunta dopo aver "preso atto del fatto che la società non ha ricevuto, ad oggi, alcuna evidenza dell`impegno vincolante di soci o terzi, inclusi gli istituti bancari finanziatori, a coprire le perdite al 30 settembre 2009 per l'importo complessivo minimo di 70.859.368,72 di euro".

I giudici del tribunale fallimentare di Milano l'11 febbraio hanno dichiarato fallita, con un buco di almeno 20 milioni di euro, la Design Burani Holding, la holding olandese che controlla per via indiretta, attraverso Mariella Burani Family Holding, la quotata Mariella Burani Fashion Group, cuore della maison di Cavriago.

L'azienda di moda, fondata nel 1960 da Walter Burani, attuale presidente, crea, produce e distribuisce collezioni di abbigliamento di lusso, calzature, accessori in pelle e gioielli con marchi propri e in licenza. Il gruppo conta in Italia circa 2.200 dipendenti (oltre l'indotto), di cui quasi la metà tra Reggio Emilia, Parma, Bologna e Cesena.

La divisione 'Apparel' produce e distribuisce collezioni di abbigliamento di lusso per marchi propri, fra cui Mariella Burani e Renè Lezard, e marchi in licenza, fra cui Alviero Martini, La Perla, Fuchsia (Ungaro) ed Etienne Aigner. La divisione inoltre incorpora il comparto bambino, che produce e distribuisce le collezioni per marchi quali Bikkembergs, Bogner, Freddy, Killah, Patrizia Pepe, Zu Elements, e Phard.

La divisione 'Leather Goods', tramite Antichi Pellettieri, gestisce un portafoglio diversificato di marchi propri fra cui Baldinini, Braccialini, Coccinelle, Francesco Biasia, Mandarina Duck e Sebastian, e di marchi in licenza quali Amazon Life, Andrea Pfister, Aquascutum, Gherardini, Luigi Borrelli, Missoni, Vivienne Westwood, Warner Bros e Y`s Mandarina.

Mariella Burani Fashion Group è quotata alla Borsa di Milano dal luglio 2000 ma i titoli sono sospesi dalle contrattazioni a tempo indeterminato dallo scorso 31 agosto, giorno in cui la maison ha comunicato di aver chiuso il primo semestre con una perdita di 142,1 milioni a fronte di un patrimonio netto negativo per 51 milioni.

Il rosso è poi salito a 158 milioni a fine settembre 2009, con un debito di 480 milioni. Le altre società del gruppo Burani quotate a Piazza Affari sono: Antichi Pellettieri, Greenvision Ambiente e Bioera. Su queste, assieme a Mariella Burani Fashion Group, grava un debito complessivo di 633 milioni.

La vicenda della Mariella Burani Fashion Group approderà giovedì prossimo, 18 febbraio, al ministero dello Sviluppo economico. Ad essere convocati sono i sindacati e la proprietà.

Fonte: APCOM