×
1 338
Fashion Jobs
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Società Estere
Tempo Indeterminato · MODENA
AZIENDA RETAIL
Area Manager Piemonte & Liguria
Tempo Indeterminato · TORINO
MICHAEL PAGE ITALIA
Wholesale Director Italia - Abbigliamento Femminile
Tempo Indeterminato ·
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Senior Production Developer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Treasury Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Human Resources Manager - Corporate & Business Functions
Tempo Indeterminato · MILANO
JIMMY CHOO
Costing Manager
Tempo Indeterminato · CHIESINA UZZANESE
CONFEZIONI GIOIELLI SPA
Buyer
Tempo Indeterminato · PRATO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Senior Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Purchasing & Procurement Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
PATRIZIA PEPE
Back-Office Wholesale Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
SAY WOW SRL
Junior Operation Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta ww Merchandise & Retail Planning Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Marketing&Communications Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Product Compliance Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
MILAAYA EMBROIDERIES
Business Development/Sampling & Production Coordinator
Tempo Indeterminato · MILAN
BENEPIU' SRL
Responsabile Tecnico
Tempo Indeterminato · CARPI
UMANA SPA
HR Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Area Manager Italia Wholesale – Responsabile Showroom
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicato il
5 lug 2012
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Maison & Objet punta “all'Essenziale”

Pubblicato il
5 lug 2012

Forse è l'effetto dei cambiamenti che stanno avvenendo nella società, o forse quello della crisi abbattutasi sull'economia la quale, come dice il direttore Etienne Cochet "non finisce più di finire", ma il salone Maison & Objet ha deciso di dotarsi di una nuova organizzazione e di proporre dei servizi maggiormente adattati alle aspettative dei suoi visitatori. E questo a partire dalla prossima edizione, dal 7 all'11 settembre.

Per Etienne Cochet "E 'importante fare un passo indietro in questo periodo di grandi turbolenze. Non ci troviamo più in uno stile, ma in un'epoca di transizione". Fatto che non gli impedisce di ricordare che "questi periodi di crisi generano automaticamente un movimento creativo molto forte". E non è un caso che la parola-chiave scelta per descrivere i grandi movimenti delle tendenze sia 'Essentiel'.


L'edizione del prossimo settembre vuole rispondere agli interrogativi legati alla crisi (Immagine: Maison & Objet)

Il cambiamento più importante concerne il padiglione 6, quello riservato agli accessori, il settore attualmente più dinamico, che rappresenta il 30% della superficie della fiera e delle aziende espositrici (che sono un migliaio, di cui 200 nuove). La hall 6 sarà infatti riorganizzata e suddivisa in 5 settori (moving, oggetti di moda, bambino, fragranze & spa e quotidiano) con una semplificazione dei percorsi e puntando su una crescita di gamma dell'offerta.

Per aiutare i visitatori a farsi rapidamente un'idea delle tendenze che emergeranno da tutti questi universi, ci sarà un nuovo spazio di 4.000 m², situato all'estremità del padiglione stesso. Lo 'Zoom' vuole essere una sorta di vetrina creativa che ospiterà i 200 espositori più innovativi, che verranno rinnovati ad ogni edizione.

"La rifondazione del padiglione 6 corrisponde alla strategia di trasversalità che distingue il salone dagli altri e risponde all'obiettivo di fidelizzare il pubblico dei distributori di arredamento e moda che puntano ormai su di un'armoniosa differenziazione della loro offerta", spiega Etienne Cochet.

Il riassetto riguarda anche la parte 'Outdoor', che ora si svolge in ambienti diversi, fra i quali 'Now! Design à vivre', per sottolineare la sua vicinanza con il mondo degli stilisti e che si avvicina anche al mondo del lusso e del benessere in sinergia con 'Scènes d'intérieur' nella Hall 7. E' nello stesso padiglione che potremo trovare i sei designer selezionati per l'animazione 'Talents à la Carte', che quest'anno propone un gruppo al 100% asiatico.

Per quanto riguarda i servizi, l'approccio didattico si rafforza nel cosiddetto 'Espace Retail', grazie a una collaborazione con Open D Group, un'agenzia specializzata in creazione di concept distributivi e produttivi. Guidati e istruiti da nuove idee progettuali, di animazione, di merchandising, i retailer dovrebbero poter essere in grado di potenziare l'attività dei loro punti vendita.

Fuori dal salone, Maison & Objet propone per la seconda volta, dal 10 al 16 settembre, la Paris Design Week, con un contenuto più forte e concettuale, orientato tanto verso i professionisti quanto verso il grande pubblico. In 150 luoghi di Parigi (fra i quali figurano istituzioni come la Fondazione Cartier o l'Istituto del Mondo Arabo) saranno inserite delle griglie tematiche che creeranno un ponte fra il design del XX secolo e l'attualità, oppure tra arte e design. La Città della Moda-Docks sur Seine riserverà una particolare attenzione ad 80 designer fra i 25 e i 30 anni, riuniti nello spazio 'Now! Le off'. Questa settimana di festa uscirà per la prima volta dalla cerchia delle mura di Parigi per arrivare al Mercato delle Pulci di Saint Ouen, ma soprattutto all'attesissima "mensa chic" 'Ma Puce', disegnata da Philippe Starck, di prossima apertura.

Silvia Manzoni (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.