×
1 461
Fashion Jobs
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Loss Prevention Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
PHILIPP PLEIN
Global CRM Specialist
Tempo Indeterminato · LUGANO
BENEPIU' SRL
Produzione -Qualita'
Tempo Indeterminato · CARPI
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Agile Delivery Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Area Manager Italia e Svizzera - Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
AMINA MUADDI
Product Manager Assistant
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Regional Account Manager Emea
Tempo Indeterminato · MILANO
BURBERRY
IT Project Manager
Tempo Indeterminato ·
BURBERRY
District Manager Outlets Northern Europe
Tempo Indeterminato · MILANO
ANTONIA SRL
Fashion Buyer-Woman Collection
Tempo Indeterminato · MILANO
SIDLER SA
Hse Specialist / Mendrisio
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
RANDSTAD ITALIA
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Digital Media Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Men's Rtw & Accessories Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buying Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e- Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Sales Manager -Showroom Accessori e Abbigliamento Uomo
Tempo Indeterminato · MILANO
DR. MARTENS
Credit Controller - Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
ALYSI
Addetto/a Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Sales Manager
Tempo Indeterminato · CREMONA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
Pubblicato il
4 lug 2012
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Maison Lejaby: è il momento del rilancio

Pubblicato il
4 lug 2012

L'ora della ripresa è suonata. Sei mesi dopo la designazione del compratore di Lejaby e l'impatto mediatico che ne è seguito, la nuova, ristrutturata "Maison Lejaby" è pronta a dare inizio alla sua seconda vita, con un lancio ufficiale nei prossimi giorni. Per Alain Prost, il PDG, e i suoi altri soci in questo acquisto, sono due i prossimi eventi cardine: l'inaugurazione, giovedì 5 luglio, di un nuovo showroom, in Rue Royale a Parigi, e la presenza al salone Mode City, che inizierà sabato 7 luglio, dove il marchio svelerà il suo nuovo volto.


Il logo di Maison Lejaby ridisegnato dopo la creazione di una nuova identità visiva del brand.

I clienti o ex clienti del brand francese scopriranno così la nuova identità visiva, ma anche la nuova suddivisione dell'offerta di questo protagonista storico della lingerie transalpina. Se l'ideazione della collezione principale, 'Maison Lejaby Lingerie', era già stata avviata prima dell'acquisto per la primavera-estate 2013, le nuove gamme complementari permetteranno adesso "di proiettarsi in quello che sarà l'inedito aspetto della nostra nuova era", dice perentorio Alain Prost. Tre sono le linee create (o ricreate): 'Maison Lejaby Plage', ex di Rasurel, 'Maison Lejaby Elixir', ex Elixir, per le taglie morbide, e infine 'Maison Lejaby Couture', una nuovissima proposta di altissima gamma (tra i 250 e i 400 euro per un completo quando la collezione principale è proposta fra gli 80 e i 120 euro).

Del resto, è soprattutto per lanciare questa nuova linea d'eccezione che Maison Lejaby apre uno showroom parigino dedicato a partire da giovedì 5 luglio. Situato al numero 5 di Rue Royale, a due passi da Place de la Concorde, lo spazio è stato concepito per ospitare anche eventi temporanei, che corroboreranno questa nuova offerta dallo spirito "couture" volta a rappresentare il nuovo standard del marchio. La produzione dell'offerta di media gamma è stata ora affidata totalmente a Ysaris, subfornitore di Lejaby diventato adesso uno dei soci dell'azienda dopo l'acquisto. La linea di altissima gamma invece, sarà prodotta in Francia, in un piccolo atelier nella sede sociale di Rillieux-la-Pape. Ma non finisce qui. "Ci saranno anche dei produttori esterni a supporto, come gli Atelières a Lione", precisa Alain Prost, facendo riferimento alla struttura allestita da alcuni ex dipendenti di Lejaby. Oggi, la società del Rodano può contare su 208 impiegati, vale a dire un po' meno della metà della forza lavoro che possedeva prima del riacquisto.

Oltre alla sua partecipazione al salone Mode City, per quanto riguarda la sua distribuzione, la Maison Lejaby ha ristrutturato il suo settore operativo. Le filiali straniere non sono state acquistate, e così sono state delegate delle agenzie di rappresentanza commerciale nei principali mercati europei, ossia la Germania, il Benelux, la Gran Bretagna, l'Austria, l'Italia, la Spagna e il Portogallo. "Per quanto concerne la Francia, abbiamo già ripreso dei buoni contatti con i nostri clienti dettaglianti e coi grandi magazzini", afferma il PDG di Maison Lejaby. Stiamo lentamente risalendo la china; il piano di finanziamento dovrebbe essere completamente finalizzato a metà luglio, ma al momento ci troviamo ancora nel bel mezzo del periodo di transizione", spiega Prost.

Ma con la tempesta mediatica che ha quasi travolto Lejaby dall'inverno dell'anno scorso fino a questa primavera, il marchio potrà (o sarà in grado di) ricostruirsi un'immagine sul mercato francese? "Sicuramente si è parlato molto di Lejaby in negativo, la maggioranza delle persone pensa addirittura che il marchio abbia sostanzialmente cessato di esistere... Già la transizione dopo il gruppo Palmers (l'ex proprietario, ndr.) era complicata, adesso lo è ancor di più in questo contesto", si dispiace il massimo dirigente. "Ma oggi vogliamo ricominciare a generare positività, a mostrare che ci siamo ancora, e soprattutto a passare dall'essere un simbolo negativo al rappresentare il simbolo di un rilancio riuscito!", conclude Alain Prost.

Anaïs Lerévérend (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2023 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.