×
1 276
Fashion Jobs
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
International Business Development (241.lf.44)
Tempo Indeterminato · USMATE VELATE
CONFIDENTIAL
E-Commerce-Manager
Tempo Indeterminato · NAPOLI
NUOVA TESI
Responsbaile Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · MODENA
PAGE PERSONNEL ITALIA
Buyer
Tempo Indeterminato ·
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Commerciale Settore Accessori Fashion
Tempo Indeterminato · PADOVA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Specialist Azienda Fashion
Tempo Indeterminato · GAGGIO MONTANO
WAYCAP SPA
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · MIRANO
MARNI
Specialista Tesoreria e co.ge
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Retail Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Trainer Skincare
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Retail Analyst
Tempo Indeterminato ·
BOT INTERNATIONAL
Regional Visual Merchandising Manager German Speaker
Tempo Indeterminato · LUGANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Buyer Man Appareal - Retail Fashion Company
Tempo Indeterminato ·
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Head of Direct Procurement
Tempo Indeterminato ·
PVH ITALIA SRL
Legal Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
IL GUFO SPA
Area Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Knitwear Junior Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci ww Business Performance Management Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Global Consumer Campaign Manager
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Retail Planning Analytics Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Product Marketing Manager- Azienda Accessori Luxury- Sesto San Giovanni
Tempo Indeterminato · SESTO SAN GIOVANNI
Pubblicato il
7 gen 2013
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Lubiam: fatturato in crescita e mirino sulla Cina

Pubblicato il
7 gen 2013

Un anno “a dir poco eccezionale” il 2012 per Lubiam, dice a FashionMag.com Giuliano Bianchi, il Presidente dell'azienda mantovana di moda maschile di alta gamma ed elevata sartorialità. “Abbiamo superato il traguardo del centenario raggiunto nel 2011, ma siamo anche riusciti ad ottenere un incremento di fatturato del 20% rispetto all'anno precedente nonostante la difficile congiuntura economica, mantenendo un buon andamento in Italia e conoscendo sorprendenti risultati di crescita all’estero; per il 2013 stimiamo un incremento del 10%
. Ci piace pensare che questo successo sia dovuto al nostro impegno e all'aver agito secondo i nostri valori-cardine: la passione per l'artigianalità, il Made In Italy e la costante ricerca dell'eccellenza, reinventando costantemente l'azienda stessa”.

Un capo Lubiam autunno-inverno 2012/13. Foto: Lubiam


Lubiam è distribuito attraverso una fitta rete di agenti specializzati e in selezionati negozi multimarca e department store situati sul territorio italiano ed estero. 
”Abbiamo puntato e continueremo assolutamente a puntare sull'internazionalizzazione”, prosegue Bianchi. “Se oggi il fatturato è 65% Italia e 35% estero, per il nuovo anno dovremmo portare le percentuali ad un 60-40. I mercati che ci stanno dando grandi soddisfazioni e sui quali contiamo particolarmente sono il Giappone (che dimostra di apprezzare sempre più il nostro prodotto, e che spesso richiede una produzione ad hoc
) e la Russia, con prestigiosi clienti di recente acquisizione, che si sta rivelando un mercato sempre più strategico. 
Tra i nuovi mercati raggiunti con successo ci sono invece il Canada e la Corea. 
Abbiamo infine rafforzato la nostra presenza nel mercato cinese aprendo 20 negozi monomarca, numero destinato a crescere nel tempo”, dice il Presidente dell'azienda nata nel 1911 a Mantova.


Per crescere su questo mercato diventato così strategico, Lubiam ha appositamente costituito la società Lubiam Ningbo Ltd., nata dalla joint venture con l'importante gruppo di Shanghai Shanshan Investment & Holding. Lubiam Ningbo, si legge sul sito ufficiale dell'azienda italiana, “si proporrà nel mercato cinese con una produzione eseguita secondo le tradizionali logiche qualitative del Made in Italy e la distribuzione di abbigliamento e accessori di alta qualità marcati Lubiam 1911. E' infatti prevista l'apertura di 40 negozi Lubiam 1911 nell'arco dei prossimi 2-3 anni, mentre la produzione, esclusivamente distribuita sul mercato cinese, si attesterà attorno ai 300.000 capi l'anno”.

www.lubiam.it


L’alta qualità dei capi di Lubiam parte dalla selezione dei materiali. I marchi aziendali,(Luigi Bianchi Mantova, L.B.M. 1911, Lubiam 1911, Brando, Lubiam 1911 Cerimonia) pur distinguendosi nell’offerta e nel target di riferimento, sono tutti accomunati dai principi di sartorialità e contemporaneità, e da una vestibilità sempre aggiornata. 
Nell'ambito di L.B.M. 1911 è stata sviluppata una collezione, nata come capsule collection di soli pantaloni, che si è poi estesa ad un’offerta di capispalla con una propria identità, e si contraddistingue per le tecniche di lavorazione esclusive ed i trattamenti e lavaggi particolarmente aggressivi, quasi “estremi”, cui vengono sottoposti i tessuti, per ottenere risultati inediti. Una linea che vuole essere giovane ed aggressiva, anche nelle vestibilità.

Lubiam si caratterizza per essere un'azienda a spiccata vocazione (e ancora interamente a conduzione) familiare. Infatti, è appena entrato a far parte del Consiglio D'Amministrazione Gabriele, il terzogenito di Giuliano Bianchi, che in azienda già si occupava di iniziative speciali, affiancando i fratelli Edgardo e Giovanni (entrambi AD e rispettivamente Direttore Amministrativo e Responsabile dell'Ufficio Stile). Lubiam è quindi arrivata alla quarta generazione della famiglia, da quando nel 1911 il capostipite Luigi Bianchi diede vita all'attività. “Il fatto di essere una delle ormai rare realtà italiane la cui conduzione è ancora in mano alla famiglia del fondatore ci rende davvero molto orgogliosi”, conclude Giuliano Bianchi.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.