×
1 055
Fashion Jobs
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Events Project Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
BOT INTERNATIONAL
Apparel, Footwear And Bags Buyer
Tempo Indeterminato · LUGANO
CAPRI SRL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · NOLA
OTTICA GIULIANELLI
Ecommerce Manager
Tempo Indeterminato · FERRARA
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Client Data Visualization Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Area Manager Estero - Settore Accessori
Tempo Indeterminato · NAPOLI
FOURCORNERS
Online Brand Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Logistics Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
THE THIN LINE LANZAROTE
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · TÍAS
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Azienda Moda
Tempo Indeterminato · MILANO
VERSACE
Wholesale Area Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Responsabile Sviluppo Collezioni Calzature
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
CRM Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci ww Business Performance Management Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Head of Marketing (Rif. Mkt)
Tempo Indeterminato · MILANO
FORPEN
Buyer Abbigliamento
Tempo Indeterminato · SAONARA
UNIGROSS SRL
Jobdesk Buyer Import
Tempo Indeterminato · CITTÀ SANT'ANGELO
CONFIDENZIALE
Talent Acquisition & Employer Branding Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
ADECCO S.P.A
Responsabile Qualità
Tempo Indeterminato · SIENA
CENTEX SPA
Responsabile Amministrativo
Tempo Indeterminato · GANDINO
FACTORY SRL
Impiegato/a Modellista
Tempo Indeterminato · FUCECCHIO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
12 apr 2017
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Levi Strauss: ottimi risultati in Europa

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
12 apr 2017

Levi Strauss ha il vento in poppa in Europa. Il gruppo statunitense, proprietario di Levi’s e Dockers, ha visto le proprie vendite raggiungere i 301 milioni di dollari nel Vecchio Continente nel primo trimestre chiuso a fine febbraio, in aumento del 15% prima dei cambi (+12% dopo) rispetto allo stesso periodo di un anno prima. L’anno scorso aveva già registrato un +8% nella regione.

"Live in Levi's"


Una dinamica che ha portato alla crescita del 4% del fatturato di gruppo nel primo trimestre, a 1,102 miliardi di dollari (1,032 miliardi di euro), con un incremento del 10% delle vendite dirette e del 2% di quelle all’ingrosso. Nella zona Americhe, Levi Strauss vede le vendite arrivare a 578 milioni di dollari, +1% (+2% prima dei cambi), le vendite in Messico e nella rete retail gli permettono di controbilanciare il calo delle vendite all’ingrosso negli USA. In Asia, le sue vendite crescono del 2% (+2% prima dei cambi), a 214 milioni.

"Siamo stati in grado di fornire risultati solidi, malgrado il calo delle vendite all’ingrosso negli USA, grazie all’ampiezza del nostro portafoglio”, spiega Chip Bergh, il CEO del gruppo. “Siamo cresciuti nelle nostre tre regioni, con in particolare dei risultati impressionanti in Europa, una crescita a due cifre delle vendite dirette ai consumatori e un incremento in doppia cifra della Donna e dei capispalla”.
 
Per supportare questa crescita delle vendite, il gruppo ha recentemente lanciato la quarta parte della sua campagna “Live in Levi’s” e una campagna pubblicitaria orientata verso i giovani imprenditori per Dockers.
 
Come utile operativo, anche l’Europa è in forte espansione, realizzando una crescita del 27%. Nella zona Americhe, l’incremento è del 3%, a 90 milioni di dollari. In compenso, c’è un calo del 12% in Asia, a 36 milioni di dollari. Dopo aver incluso i servizi centralizzati, l’utile operativo del gruppo raggiunge i 108 milioni di dollari, contro i quasi 117 milioni di un anno prima. Il gruppo spiega questa contrazione con il notevole calo del 53% del margine lordo, a 51,2% e con gli investimenti effettuati per lo sviluppo della rete di negozi. Levi’s precisa di poter contare su 51 negozi in più a fine febbraio rispetto alla stessa data di un anno prima. L’utile netto del gruppo si colloca a 60 milioni di dollari contro i 65 milioni di un anno prima.
 
Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.