×
1 131
Fashion Jobs
IRIDE GROUP SRL
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · OTTAVIANO
FOURCORNERS
Brand Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Events Project Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
BOT INTERNATIONAL
Apparel, Footwear And Bags Buyer
Tempo Indeterminato · LUGANO
CAPRI SRL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · NOLA
OTTICA GIULIANELLI
Ecommerce Manager
Tempo Indeterminato · FERRARA
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Client Data Visualization Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Area Manager Estero - Settore Accessori
Tempo Indeterminato · NAPOLI
FOURCORNERS
Online Brand Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Logistics Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
THE THIN LINE LANZAROTE
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · TÍAS
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Azienda Moda
Tempo Indeterminato · MILANO
VERSACE
Wholesale Area Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Responsabile Sviluppo Collezioni Calzature
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
CRM Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci ww Business Performance Management Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Head of Marketing (Rif. Mkt)
Tempo Indeterminato · MILANO
FORPEN
Buyer Abbigliamento
Tempo Indeterminato · SAONARA
UNIGROSS SRL
Jobdesk Buyer Import
Tempo Indeterminato · CITTÀ SANT'ANGELO
CONFIDENZIALE
Talent Acquisition & Employer Branding Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
ADECCO S.P.A
Responsabile Qualità
Tempo Indeterminato · SIENA
Pubblicato il
16 lug 2015
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Levi Strauss: il fatturato cala del 6% nel secondo trimestre

Pubblicato il
16 lug 2015

Nel 2° trimestre, chiuso il 31 maggio, il gruppo Levi Strauss fatica a presentare indicatori positivi. Il gruppo proprietario di Levi’s e Dockers vede calare infatti il fatturato del 6% rispetto allo stesso periodo di un anno prima, a 1,012 miliardi di dollari (923 milioni di euro). 

Levi's sperimenta fortune alterne a seconda delle regioni - Levi's


Il gruppo precisa tuttavia che il suo fatturato prima dell'applicazione dei tassi di cambio cresceva dell'1%. Questa osservazione vale anche per il risultato operativo, che accusa un calo del 26%, crollando a meno di 47 milioni di dollari (meno di 43 milioni di euro).

Al peso delle variazioni dei tassi di cambio si aggiunge quello del piano di riorganizzazione del gruppo, che dovrebbe consentirgli di risparmiare da 175 a 200 milioni di dollari all'anno a partire dal 2017.

Crescita delle vendite in Europa
Tuttavia, a seconda delle zone geografiche, le realtà sono diverse. Nell'area delle Americhe, il gruppo vede calare le vendite del 4%, a 622 milioni di dollari (567 milioni di euro). Il gruppo spiega questa contrazione con l'esternalizzazione della linea Dockers per la donna. A seguito degli investimenti in pubblicità e nel retail, l'utile operativo si contrae invece del del 6%, a 103 milioni di dollari (94 milioni di euro).

In Europa, la preoccupazione principale deriva dal rafforzamento del dollaro di questi ultimi mesi. Così, il fatturato cala del 15%, a 222 milioni di dollari (202 milioni di euro), mentre prima dell'applicazione dei tassi di cambio il giro d'affari era in crescita di quasi l'8%.

L'impatto è ancora più evidente sul risultato operativo della zona, che cala del 12%, pur registrando una crescita in doppia cifra prima dei cambi. Una performance legata allo sviluppo della rete di boutique, secondo il gruppo.

Infine, in Asia il fatturato cala del 5%, a 168 milioni di dollari (153 milioni di euro) e l'utile operativo del 38%, a 15 milioni (14 milioni di euro). Prima dei cambi, il fatturato aumenta del 2%, ma l'utile operativo, soggetto a forti promozioni, accusa comunque un ribasso del 34%.

Al termine, il gruppo mostra un utile netto di 12 milioni di dollari (quasi 11 milioni di euro). L'utile prima di interessi e imposte (EBIT) si contrae a 63 milioni di dollari (57 milioni di euro).

Secondo Chip Bergh, il CEO del gruppo, Levi Strauss dovrebbe, prima dell'applicazione dei tassi di cambio, registrare delle crescite di fatturato e di EBIT al termine dell'esercizio.

Olivier Guyot (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.