×
1 174
Fashion Jobs
LUXURY GOODS ITALIA S.P.A
Gucci Stock Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Società Estere
Tempo Indeterminato · MODENA
AZIENDA RETAIL
Area Manager Piemonte & Liguria
Tempo Indeterminato · TORINO
MICHAEL PAGE ITALIA
Wholesale Director Italia - Abbigliamento Femminile
Tempo Indeterminato ·
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Senior Production Developer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Treasury Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Human Resources Manager - Corporate & Business Functions
Tempo Indeterminato · MILANO
JIMMY CHOO
Costing Manager
Tempo Indeterminato · CHIESINA UZZANESE
CONFEZIONI GIOIELLI SPA
Buyer
Tempo Indeterminato · PRATO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Senior Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Purchasing & Procurement Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
PATRIZIA PEPE
Back-Office Wholesale Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
SAY WOW SRL
Junior Operation Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta ww Merchandise & Retail Planning Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Marketing&Communications Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Product Compliance Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
MILAAYA EMBROIDERIES
Business Development/Sampling & Production Coordinator
Tempo Indeterminato · MILAN
BENEPIU' SRL
Responsabile Tecnico
Tempo Indeterminato · CARPI
UMANA SPA
HR Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
AFP
Pubblicato il
4 nov 2014
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

L'Oréal : fatturato in aumento del 2% nel terzo trimestre

Di
AFP
Pubblicato il
4 nov 2014

Il gruppo cosmetico francese L’Oréal ha comunicato lo scorso 3 novembre un fatturato in aumento del 2% nel terzo trimestre 2014, caratterizzato da una flessione della divisione dei prodotti per la grande distribuzione specialmente in Europa Occidentale.

L'Oréal


Le vendite del gruppo si sono attestate sui 5.39 mld di euro sul trimestre, ha annunciato il gruppo in un comunicato, confermando i suoi obiettivi annuali, che prevedono una crescita superiore a quella del mercato cosmetico, un miglioramento del suo rendimento operativo e un aumento dell’utile netto per azione.

La maison ha tuttavia precisato che la ‘surperformace’ nelle vendite rispetto al mercato, dovrebbe essere 'leggera' nel 2014, tenuto conto della flessione registrata nei prodotti per la grande distribuzione, nel terzo trimestre.

Di conseguenza il gruppo conta su una riaccelerazione della sua crescita organica al quarto trimestre, “in particolare per la divisione dei prodotti per la grande distribuzione“, ha dichiarato il suo CEO Jean-Paul Agon. “Quest’evoluzione dovrebbe essere amplificata da un effetto monetario molto positivo”, ha aggiunto.

“In fin dei conti, il 2014 per L’Oréal dovrebbe essere un nuovo anno di miglioramento della performance economica“, ha detto Jean-Paul Agon. “Nel terzo trimestre L’Oréal ha registrato una debole crescita a causa della leggera flessione riguardante la divisione dei prodotti per la grande distribuzione, su un mercato ‘mass market’ che ha conosciuto un ‘vuoto d’aria’ nell’Europa occidentale”, ha commentato.

A perimetro e cambi costanti, la crescita raggiuge il 2,3% nel terzo trimestre, dopo il 3,5% e il 4,1% rispettivamente del primo e secondo trimestre 2014. L’impatto negativo dei cambi ha pesato di 3,8 punti sulle vendite trimestrali.

Sui primi 9 mesi dell’anno, le vendite del gruppo raggiungono i 16,6 mld di euro, in flessione dello 0,4% (ma in aumento del 3,3% a dati comparabili).

Jean-Paul Agon ha sottolineato una serie di “buoni risultati” dalla fine dell’estate, come “un miglioramento regolare” del mercato di massa in USA, la continua crescita nei paesi emergenti, la “ripresa dei profitti di parte del mercato”, nel mercato della grande distribuzione in Europa Occidentale, e il “positivo capovolgimento” della situazione monetaria.

Il gruppo ha ricordato che l’utile netto dell’anno dovrebbe aumentare, soprattutto grazie all’impatto della transazione con Nestlé che apporterà una “fortissima progressione” del risultato netto contabile con una plus-valenza di circa 2 mld di euro.


 

Copyright © 2022 AFP. Tutti i diritti riservati.

Tags :
Altro
Business