×
1 398
Fashion Jobs
THUN SPA
Area Manager Wholesales Roma
Tempo Indeterminato · ROMA
BABY DREAM SRL
Fashion Buyer
Tempo Indeterminato · NAPOLI
ROSSIMODA S.P.A.
Tecnico Industrializzatore Strutture
Tempo Indeterminato · VIGONZA
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
IT Manager
Tempo Indeterminato · NAPOLI
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
Responsabile Magazzino
Tempo Indeterminato · NAPOLI
PRAXI
Senior HR Controller
Tempo Indeterminato · FIRENZE
PRONOVIAS GROUP
Junior IT Assistant
Tempo Indeterminato · CUNEO
EXPERIS S.R.L.
Responsabile Commerciale
Tempo Indeterminato · FIRENZE
SASHA 2017 SRL
Gerente - Persona by Marina Rinaldi
Tempo Indeterminato · MILANO
HANG LOOSE SRL
Direttore Commerciale
Tempo Indeterminato · CASALE MONFERRATO
MIROGLIO FASHION SRL
Senior E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Digital Campaign Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
LA DOUBLEJ
Junior Sales Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
District Manager
Tempo Indeterminato · ROMA
CONFIDENZIALE
Product Development Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Responsabile Taglio
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
WYCON S.P.A
Area Manager Wycon - Centro Italia
Tempo Indeterminato · PESCARA
FOURCORNERS
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
EXPERIS S.R.L.
Account Manager Triveneto
Tempo Indeterminato · VICENZA
RETAIL SEARCH SRL
HR Admin & Payroll
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Area Manager Lombardia
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Senior Buyer - Fashion (Provincia Padova)
Tempo Indeterminato · PADOVA
Pubblicità

Kiabi punta sull'estero per raddoppiare le vendite entro il 2021

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
today 16 nov 2016
Tempo di lettura
access_time 3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

La catena francese di negozi di abbigliamento a prezzi accessibili Kiabi ha annunciato di voler raddoppiare le vendite entro la fine del 2021, puntando soprattutto sul proprio sviluppo all'estero.

Il marchio francese vuole continuare a svilupparsi all'estero - Kiabi


Il gruppo realizza attualmente un fatturato annuo di 1,8 miliardi di euro, ed è già presente in 25 Paesi, in 14 dei quali gestisce dei negozi fisici, mentre nei restanti 11 opera unicamente attraverso il suo sito di e-commerce.

“La nostra strategia è chiara: rafforzare le nostre posizioni in Europa dalle grandi capitali, partendo da Parigi, proseguire con un'espansione in Medio Oriente e nell'Africa subsahariana, per poi conquistare, a partire dal 2018, il Brasile, l'India e la Cina”, ha annunciato Nicolas Hennon, il PDG del gruppo con sede a Hem, nel Nord della Francia, in un comunicato.

Il marchio intende passare nei prossimi 5 anni da 500 a 700 negozi nel mondo, con l'obiettivo di realizzare la metà del proprio giro d'affari sui mercati esteri.

Il gruppo, non quotato, non pubblica cifre dettagliate sui suoi risultati del 2015 e del 2016. Per quest'anno, l'estero dovrebbe rappresentare circa il 27% delle vendite totali del gruppo, ha indicato all'agenzia di stampa francese AFP Christine Jutard, direttrice delle risorse umane di Kiabi.

“Oggi, le nostre sfide di crescita si trovano all'estero: puntiamo alle grandi città, di tutto il mondo, e siamo alla ricerca di location premium con flussi minimi di dieci milioni di visitatori”, ha spiegato la manager al Mapic, il salone del settore immobiliare commerciale in corso a Cannes.

Il marchio transalpino partecipa per la prima volta a questa fiera con un temporary store di 850 metri quadrati sulla Croisette, per presentare le sue ultime innovazioni, tra le quali figurano il ricorso al robot umanoide “Pepper” per l'accoglienza e l'animazione in negozio, una vetrina-ologramma, e un nuovo concept di negozio in corso di implementazione in Francia e all'estero.

Quest'anno il gruppo ha già aperto una trentina di nuovi punti vendita. All'estero, Kiabi si è distribuito in particolare in Belgio. “Entro pochi giorni apriremo anche il mercato del Gabon”, puntualizza Christine Jutard.

Poi, da oggi fino al 2021, lo sviluppo dell'insegna passerà anche per l'Algeria, il Portogallo, gli Emirati Arabi uniti, e quindi, a partire dal primo semestre del 2018, il Brasile. In parallelo, il gruppo continuerà a rafforzare la propria distribuzione nei Paesi in cui è già presente. L'espansione sarà realizzata sia con negozi in proprio che con punti vendita in franchising.

Non per questo però Kiabi dimentica la Francia, “dove quest'anno siamo in crescita nonostante un contesto di mercato difficile”, precisa Christine Jutard. Il distributore transalpino ambisce ad aprire una ventina di negozi nella regione parigina entro i prossimi 5 anni.

Il gruppo, che fino ad oggi era quasi esclusivamente presente nei centri commerciali di periferia, punta ora ad insediarsi in centri commerciali più grandi e centrali e nei centri delle città, ma sempre su superfici importanti di circa 1.500 metri quadrati, precisa la responsabile.

Per consolidare il suo sviluppo, Kiabi ha inoltre annunciato di voler assumere 5.000 nuovi collaboratori nei prossimi 5 anni. Il gruppo impiega attualmente 8.700 persone in tutto il mondo.

Versione italiana di Gianluca Bolelli; fonte: AFP

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.