×
1 270
Fashion Jobs
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Specialist Azienda Fashion
Tempo Indeterminato · GAGGIO MONTANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Responsabile Commerciale & Marketing (241.lf.44)
Tempo Indeterminato · USMATE VELATE
WAYCAP SPA
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · MIRANO
MARNI
Specialista Tesoreria e co.ge
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Retail Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Trainer Skincare
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Retail Analyst
Tempo Indeterminato ·
BOT INTERNATIONAL
Regional Visual Merchandising Manager German Speaker
Tempo Indeterminato · LUGANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Buyer Man Appareal - Retail Fashion Company
Tempo Indeterminato ·
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Head of Direct Procurement
Tempo Indeterminato ·
PVH ITALIA SRL
Legal Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
IL GUFO SPA
Area Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Knitwear Junior Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci ww Business Performance Management Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Global Consumer Campaign Manager
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Retail Planning Analytics Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Product Marketing Manager- Azienda Accessori Luxury- Sesto San Giovanni
Tempo Indeterminato · SESTO SAN GIOVANNI
ERMANNO SCERVINO
Rspp & Facility Manager
Tempo Indeterminato · BAGNO A RIPOLI
CONFIDENZIALE
Customer Care Team Leader (m/f)
Tempo Indeterminato · MILANO
CAMICISSIMA
Area Manager Trentino Alto Adige
Tempo Indeterminato · BOLZANO
SLAM JAM SRL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
16 nov 2016
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Kiabi punta sull'estero per raddoppiare le vendite entro il 2021

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
16 nov 2016

La catena francese di negozi di abbigliamento a prezzi accessibili Kiabi ha annunciato di voler raddoppiare le vendite entro la fine del 2021, puntando soprattutto sul proprio sviluppo all'estero.

Il marchio francese vuole continuare a svilupparsi all'estero - Kiabi


Il gruppo realizza attualmente un fatturato annuo di 1,8 miliardi di euro, ed è già presente in 25 Paesi, in 14 dei quali gestisce dei negozi fisici, mentre nei restanti 11 opera unicamente attraverso il suo sito di e-commerce.

“La nostra strategia è chiara: rafforzare le nostre posizioni in Europa dalle grandi capitali, partendo da Parigi, proseguire con un'espansione in Medio Oriente e nell'Africa subsahariana, per poi conquistare, a partire dal 2018, il Brasile, l'India e la Cina”, ha annunciato Nicolas Hennon, il PDG del gruppo con sede a Hem, nel Nord della Francia, in un comunicato.

Il marchio intende passare nei prossimi 5 anni da 500 a 700 negozi nel mondo, con l'obiettivo di realizzare la metà del proprio giro d'affari sui mercati esteri.

Il gruppo, non quotato, non pubblica cifre dettagliate sui suoi risultati del 2015 e del 2016. Per quest'anno, l'estero dovrebbe rappresentare circa il 27% delle vendite totali del gruppo, ha indicato all'agenzia di stampa francese AFP Christine Jutard, direttrice delle risorse umane di Kiabi.

“Oggi, le nostre sfide di crescita si trovano all'estero: puntiamo alle grandi città, di tutto il mondo, e siamo alla ricerca di location premium con flussi minimi di dieci milioni di visitatori”, ha spiegato la manager al Mapic, il salone del settore immobiliare commerciale in corso a Cannes.

Il marchio transalpino partecipa per la prima volta a questa fiera con un temporary store di 850 metri quadrati sulla Croisette, per presentare le sue ultime innovazioni, tra le quali figurano il ricorso al robot umanoide “Pepper” per l'accoglienza e l'animazione in negozio, una vetrina-ologramma, e un nuovo concept di negozio in corso di implementazione in Francia e all'estero.

Quest'anno il gruppo ha già aperto una trentina di nuovi punti vendita. All'estero, Kiabi si è distribuito in particolare in Belgio. “Entro pochi giorni apriremo anche il mercato del Gabon”, puntualizza Christine Jutard.

Poi, da oggi fino al 2021, lo sviluppo dell'insegna passerà anche per l'Algeria, il Portogallo, gli Emirati Arabi uniti, e quindi, a partire dal primo semestre del 2018, il Brasile. In parallelo, il gruppo continuerà a rafforzare la propria distribuzione nei Paesi in cui è già presente. L'espansione sarà realizzata sia con negozi in proprio che con punti vendita in franchising.

Non per questo però Kiabi dimentica la Francia, “dove quest'anno siamo in crescita nonostante un contesto di mercato difficile”, precisa Christine Jutard. Il distributore transalpino ambisce ad aprire una ventina di negozi nella regione parigina entro i prossimi 5 anni.

Il gruppo, che fino ad oggi era quasi esclusivamente presente nei centri commerciali di periferia, punta ora ad insediarsi in centri commerciali più grandi e centrali e nei centri delle città, ma sempre su superfici importanti di circa 1.500 metri quadrati, precisa la responsabile.

Per consolidare il suo sviluppo, Kiabi ha inoltre annunciato di voler assumere 5.000 nuovi collaboratori nei prossimi 5 anni. Il gruppo impiega attualmente 8.700 persone in tutto il mondo.

Versione italiana di Gianluca Bolelli; fonte: AFP

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.