×
1 295
Fashion Jobs
TBD EYEWEAR
Creative Content Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Accessori Emporio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Loss Prevention Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
AZIENDA RETAIL
Marketing Director
Tempo Indeterminato · NAPOLI
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Quality Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
FOURCORNERS
Sales Manager Emilia Romagna
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
FOURCORNERS
Sales Manager Lombardia
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Visual Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Floor Manager
Tempo Indeterminato · ROMA
RANDSTAD ITALIA
Art Director - Beni di Lusso e Gioielli
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Junior Trademark Attorney
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
E-Commerce Specialist - Settore Fashion &Amp; Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
ESSE-M STUDIO
Plant Quality Manager Settore Tessile
Tempo Indeterminato · COMO
ANONIMA
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
SPADAROMA
Logistic Manager
Tempo Indeterminato · NOLA
RANDSTAD ITALIA
HR Organization Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Area Manager Emilia Romagna
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
DEDAR
Trade Marketing Manager
Tempo Indeterminato · APPIANO GENTILE
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Health & Safety Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Amministrazione
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Senior Creative Strategist
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Product Marketing Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicità
Pubblicato il
28 ott 2013
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Khalid Ali Khan: "L'evoluzione del mercato cinese ha creato uno spazio per i produttori del Pakistan"

Pubblicato il
28 ott 2013

A Shanghai, durante il contemporaneo svolgimento dei saloni Première Vision e Interfilière, FashionMag Premium ha offerto una serie di prospettive sullo stato del settore del tessile-abbigliamento in Cina, ma anche di quello di altri Paesi partner e vicini dell'ex Celeste Impero. Matthieu Guinebault inizia questa serie di incontri con Khalid Ali Khan, senior marketing manager dell'azienda del Pakistan Sapphire, una delle principali società produttrici del Paese, con 17.000 dipendenti e quasi 450 milioni di dollari di fatturato. Esponendo a Intertextile, la società stima che il fatto che i produttori cinesi si rivolgano verso il loro mercato di casa possa offrire delle opportunità ai produttori del Pakistan.

Khalid Ali Khan


FashionMag Premium: I produttori cinesi curano i consumatori cinesi. E questa tendenza si fa sentire sui vostri portafogli ordini provenienti dagli europei?
Khalid Ali Khan: L'evoluzione della Cina verso il mercato dell'alta gamma ha chiaramente creato uno spazio di business per noi. Nondimeno, questo spiraglio rimane per il momento limitato. Noi esportiamo in maggioranza prodotti di una certa qualità. Ci concentriamo sul valore aggiunto della nostra produzione, perché le nostre collezioni sono principalmente destinate agli Stati Uniti e, in misura minore, all'Europa. La Cina è evidentemente un altro cliente delle nostre produzioni, ma meno, dopo che il Pakistan si è posizionato sui prodotti finiti. Il che ci ha portato a progredire, per raggiungere un livello compreso fra il medio e l'alto di gamma. Perché l'Europa e l'America sono regioni di consumo molto preoccupate dalla qualità.

FM: E' dunque il prezzo per ora a definire la domanda cinese?
KAK: La Cina è un gigante. Il Paese è molto più alla ricerca di prezzi bassi che di reale qualità, è un fatto. Noi siamo un Paese produttore di abbigliamento prima di tutto, e riforniamo principalmente di tessuti i produttori di vestiti del nostro Paese. Questo mercato funziona come una bilancia, con il prezzo a un'estremità e la qualità all'altra. La crescita dei prezzi alla produzione porterà a un calo della qualità delle produzioni, perché bisogna mantenere i volumi. E viceversa. Ma molti fattori portano a pensare che la Cina farà il suo percorso riguardante questa ricerca di prezzo. Prezzi che lentamente, ma ineluttabilmente, andranno ad aumentare negli ordini, perché la Cina comincerà gradualmente a ricercare la qualità.

FM: L'evoluzione prevista entra di fatto nella vostra strategia di sviluppo?
KAK: Un punto sul quale dobbiamo concentrarci particolarmente, ad oggi, è di migliorarci per mantenere la nostra posizione sul mercato, che resta molto concorrenziale. Nel Paese, ci sono numerose aziende che stanno attualmente rafforzando le loro apparecchiature per aumentare le capacità produttive, e così poter meglio rispondere ad alcune richieste per grandi quantità. Soprattutto in termini di tempo. Si tratta in particolare dell'acquisto di nuovi macchinari o di nuovi edifici. La domanda per ora è rivolta verso del 100% cotone. Il che una volta tanto non è una grande sfida per noi: uno dei nostri maggiori vantaggi è che siamo un Paese produttore di materia prima.

Matthieu Guinebault (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.