×
1 580
Fashion Jobs
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Leather Goods Merchandising Senior Manager
Tempo Indeterminato ·
DELL'OGLIO
HR Generalist
Tempo Indeterminato · PALERMO
DELL'OGLIO
Senior Fashion Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
C.P. COMPANY
Logistic Specialist
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
FOURCORNERS
Area Manager
Tempo Indeterminato · ROMA
AZIENDA DEL SETTORE FASHION & LUXURY
Specialista Amministrazione Del Personale
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Allestimenti Visual - Emporio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Impiegato/a Commerciale - Accessori e Minuterie - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · PADOVA
247 SHOWROOM
Regional Account Manager DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Learning And Development Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA SRL
Bottega Veneta People Engagement And Employer Branding Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Allocatore
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Training Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Retail Manager
Tempo Indeterminato · NAPOLI
ANONIMO
Responsabile di Magazzino
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Head of Communication Per Noto Brand Del Lusso
Tempo Indeterminato ·
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga IT Project Leader
Tempo Indeterminato ·
SELTIS HUB SRL
Autista Personale di Presidenza
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Media Marketing Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
E-Commerce Specialist Azienda Fashion
Tempo Indeterminato · GAGGIO MONTANO
FOURCORNERS
Sales Account
Tempo Indeterminato · REGGIO CALABRIA
Pubblicato il
14 nov 2013
Tempo di lettura
4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Kering insieme a Gucci nella lotta alla violenza sulle donne

Pubblicato il
14 nov 2013

Si è tenuta il 14 novembre a Milano, presso il Circolo della Stampa, la cerimonia ufficiale per la firma della Carta per la prevenzione e la lotta contro la violenza domestica nei confronti delle donne: protagonisti di questo accordo François-Henri Pinault, Presidente di Kering Foundation, e Titti Carrano, Presidente dell'associazione D.i.Re.

François-Henri Pinault e Titti Carrano mentre firmano la Carta per la prevenzione e la lotta contro la violenza domestica nei confronti delle donne


Quest'associazione nata nel 2008, è la prima e unica associazione nazionale di Centri Antiviolenza gestiti da donne, non istituzionali, che affronta il tema della violenza maschile sulle donne offrendo sostegno ai 65 centri associati.

A François-Henri Pinault l'onere di dare il benvenuto alla cerimonia con un discorso molto accorato da chi si è definito il presidente del "più italiano dei gruppi francesi", su questo tema che ancora costituisce un tabù a cui lui si è avvicinato anche grazie a sua moglie, la nota attrice Salma Hayek. Pinault ha da subito risposto alle 3 domande più importanti che si aspettava a proposito di quest'impegno: Perchè l'Italia? Perchè questo tipo di tema? Perchè coinvolgere i collaboratori di Kering?

"Nel 2010 il Gruppo Kering, tramite la Kering Foundation, ha sottoscritto lo steso tipo di accordo con la Fédération Nationale Solidarité Femmes per la sensibilizzazione e la formazione sul tema della violenza domestica nei confronti delle donne in Francia. La volontà di estendere questo progetto al di fuori dei confini francesi ha trovato in Italia il primo Paese dopo la Francia nel quale il progetto ha preso forma. Grazie alla volontà e al supporto personale di Frida Giannini, direttore Creativo di Gucci, nonché membro del Board di Kering Foundation, Gucci è infatti il primo marchio italiano del Gruppo a dar vita a una campagna di sensibilizzazione e informazione all’interno delle proprie sedi in Italia su questo tema, in partnership con D.i.Re. – Associazione Nazionale Donne in Rete contro la violenza. L’obiettivo è stimolare l’attenzione sul tema anche nel contesto aziendale. La violenza domestica non è infatti un problema individuale bensì sociale, che colpisce tutti. Conoscere il fenomeno, i suoi meccanismi e sapere come orientarsi fra i centri di assistenza che operano a livello territoriale, rappresenta un valido contributo al cambiamento e può far smuovere qualcosa", ha spiegato il Presidente del gruppo Kering.

E' seguito l'intervento di Titti Carrano, presidente di D.i.Re, che ha sottolineato l'importanza di questo lavoro di rete tra aziende e associazione e per stigmatizzare la situazione nel nostro paese, ha ripreso un pensiero della reporter della Nazioni Unite, Rachida Manjoo al termine della sua visita in Italia nel gennaio 2012: "Le risposte dello stato italiano, sono inappropriate di fronte ad un contesto ancora patriarcale che non sempre percepisce la violenza sulle donne con la dovuta gravità".

Frida Giannini, François-Henri Pinault e Titti Carrano


Frida Giannini, interpellata da FashionMag.com dopo il suo intervento, ha spiegato in pratica i punti cardine di questo suo nuovo progetto benefico: "Sono molto soddisfatta di quest'iniziativa soprattutto per la sua concretezza; si tratta di coinvolgere in questa lotta i dipendenti di Gucci in Italia, che al momento sono 3.000, di cui 1.800 circa sono donne, e sensibilizzarli in merito al tema delle violenze contro le donne, fenomeno che al contrario di quanto si crede, colpisce tutte le classi sociali. Saranno individuati tra i dipendenti degli "ambasciatori" scelti in base al loro ruolo e alle loro capacità comunicative, che in caso si trovino di fronte a una situazione di violenza domestica all'interno della loro cerchia personale o professionale, siano in grado di invitare le persone che sono coinvolte a contattare i centri antiviolenza italiani associati a D.i.Re. Inoltre tutti i dipendenti saranno informati sulle campagne nazionali di lotta condotte da D.i.Re contro le violenze sulle donne", ha concluso la Giannini, accompagnata per l'occasione da suo marito Patrizio Di Marco, AD di Gucci, anch'egli presente in prima fila alla cerimonia.

A seguito di questo programma pilota iniziato da Gucci, questo impegno sarà poi esteso anche agli altri marchi del gruppo Kering in Italia; non a caso alla cerimonia erano presenti anche i patron di Brioni, Francesco Pesci e quello di Bottega Veneta, Marco Bizzarri.

Del resto il brand non è nuovo a questo tipo d'impegni: sempre nel 2013, in collaborazione con partner strategici come Kering Foundation, Bill & Melinda Gates Foundation, Catapult, Facebook e Hearst Magazines, Gucci ha lanciato e promosso 'CHIME FOR CHANGE', una campagna mondiale di sensibilizzazione ideata con il fine di sostenere e valorizzare il ruolo delle donne e delle bambine del mondo, portando l’attenzione sulle minacce e i rischi ai quali sono spesso sottoposte.

Nel mese di novembre 2013 la griffe ha inoltre sponsorizzato il tour internazionale del progetto teatrale di Serena Dandini, “Ferite a Morte” ("Wounded to Death"), una serie di monologhi sul tema del femminicidio che sarà messo in scena anche presso la sede dell’ONU il 25 novembre in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Tags :
Altro
Creazione