×
1 698
Fashion Jobs
CONFIDENZIALE
Area Manager - Est Europa
Tempo Indeterminato · MILANO
SWAROVSKI
Allocator Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
DOPPELGANGER
Addetto Tesoreria
Tempo Indeterminato · ROMA
HUGO BOSS
Retail Operations Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
STIÙ SHOES
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Ecommerce Manager
Tempo Indeterminato · COMO
MOTIVI
District Manager
Tempo Indeterminato · FIRENZE
NYKY SRL
E-Commerce Content Creator Specialist
Tempo Indeterminato · SILEA
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Digital Content Specialist
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
WYCON S.P.A
Commerciale Estero Wycon Con Lingua Francese - Sede
Tempo Indeterminato · NOLA
RANDSTAD ITALIA
Back Office Ufficio Vendite Categoria Protetta lg. 68/99
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
CRM Specialist Sales Assistant _ Luxury Brand
Tempo Indeterminato · ROMA
LUXURY GOODS ITALIA S.P.A
Gucci Stock Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Showroom Sales Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Responsabile Produzione Abbigliamento (Linea Uomo – Donna)
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Wholesale Manager Per Brand di Beachwear Lusso
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Area Manager - Abbigliamento Femminile
Tempo Indeterminato · ROMA
FACTORY SRL
Coordinatore di Collezioni
Tempo Indeterminato · FUCECCHIO
FACTORY SRL
Ispettore di Produzione Tessuto/Donna
Tempo Indeterminato · FUCECCHIO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Tecnico Industrializzatore Pelletteria
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
ELISABETTA FRANCHI
Responsabile Fch Retail Estero
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
CONFIDENZIALE
Responsabile Logistica
Tempo Indeterminato · PAVIA
Pubblicità
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
5 lug 2017
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

JB Martin posto in amministrazione controllata

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
5 lug 2017

Il marchio francese di calzature JB Martin e la sua filiale distributiva, JB Martin Diffusion, sono stati posti in amministrazione controllata il 28 giugno dal Tribunale del Commercio di Parigi.

Alcune scarpe di JB Martin


Anche se in questi ultimi anni il calzaturiere aveva puntato su una strategia di crescita di gamma, e soprattutto sui mercati esteri, in ultima analisi, non è riuscito a raggiungere i risultati attesi (50 milioni di euro di giro d’affari) e si è ritrovato insolvente.
 
“Abbiamo dovuto chiudere i rubinetti pur dopo aver fatto un certo numero di proposte per implementare una distribuzione premium. Ma in un settore stagionale come il nostro ci vogliono 18 mesi per ottenere dei risultati. È un bel gruppo, dotato di un know-how importante, riconosciuto nell'ecosistema della calzatura”, ha comunicato al giornale “Ouest-France” la direzione di JB Martin, azienda che impiega 269 dipendenti, 65 dei quali lavorano da Fougères, 15 dalla sede di Parigi, e 140 nella sua rete di distribuzione.

Fondato nel 1921 da Jean-Baptiste Martin, il marchio di scarpe, dal 1986 di proprietà del fondo d’investimento Alter Finance, era già stato costretto ad effettuare 70 licenziamenti nel 2009, quando ha chiuso il suo sito produttivo storico di Fougères (Ille-et-Vilaine), località in cui sono rimasti alcuni servizi (stile, amministrazione, logistica...). Da quel momento il brand produce le sue calzature in Europa (Italia, Spagna, Portogallo), in Asia e in Brasile.
 
JB Martin, che possiede anche molte licenze (Kenzo, Paul & Joe, Eden Park, Christian Pellet...), è distribuito in 15 negozi monomarca, una quarantina di corner all’interno di grandi magazzini e quasi 400 multimarca.
 
"Speriamo nell’arrivo di un acquirente per salvare il massimo possibile dell’occupazione. È l’unica soluzione”, ha dichiarato a “Ouest-France” Yannick Desneux, segretario sindacale del consiglio di fabbrica. Claude-Eric Paquin, presidente della federazione della calzatura ed ex dirigente di JB Martin, ha promesso il suo aiuto, così come il Ministero dell’Industria.
 
Le offerte pubbliche di acquisto possono essere presentate fino al 21 luglio.
 
Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.