×
1 366
Fashion Jobs
BOT INTERNATIONAL
Regional Visual Merchandising Manager German Speaker
Tempo Indeterminato · LUGANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Buyer Man Appareal - Retail Fashion Company
Tempo Indeterminato ·
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Head of Direct Procurement
Tempo Indeterminato ·
PVH ITALIA SRL
Legal Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
IL GUFO SPA
Area Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Knitwear Junior Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci ww Business Performance Management Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Global Consumer Campaign Manager
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Retail Planning Analytics Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Product Marketing Manager- Azienda Accessori Luxury- Sesto San Giovanni
Tempo Indeterminato · SESTO SAN GIOVANNI
ERMANNO SCERVINO
Rspp & Facility Manager
Tempo Indeterminato · BAGNO A RIPOLI
CONFIDENZIALE
Customer Care Team Leader (m/f)
Tempo Indeterminato · MILANO
CAMICISSIMA
Area Manager Trentino Alto Adige
Tempo Indeterminato · BOLZANO
SLAM JAM SRL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
SLOWEAR SPA
Area Manager Emea
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
CRM Manager - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
Area Manager Sardegna
Tempo Indeterminato · OLBIA
CONFIDENTIAL
District Manager Sardegna
Tempo Indeterminato · OLBIA
CONFIDENTIAL
Responsabile Laboratorio Collaudo e Certificazione Qualità
Tempo Indeterminato · NAPOLI
FOURCORNERS
Key Account Manager - Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
ANTONIOLI S.R.L.
E-Commerce Operations Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicato il
7 nov 2011
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Ittierre: nuovo accordo di licenza con Aquascutum London

Pubblicato il
7 nov 2011

Il brand britannico di prodotti di Lusso Aquascutum London, ha annunciato il perfezionamento di un accordo di partnership quinquennale con l'italiana Ittierre S.p.A per la produzione e la distribuzione su licenza delle sue collezioni di prêt-a-porter e accessori, sia maschili che femminili, in Europa Continentale, Russia e Medio Oriente. Le collezioni Aquascutum realizzate da Ittierre debutteranno con la stagione Autunno/Inverno 2012-13. Una particolarità tanto importante quanto ovvia: il rainwear made in England verrà acquistato direttamente dalla maison britannica.

Ittierre S.p.A, Aquascutum
Lo stile Aquascutum Donna, Autunno/Inverno, 2011-12

Continua quindi la dinamica fase di rilancio dell'azienda molisana attraverso la concretizzazione di numerose acquisizioni di licenze e di collezioni esclusive. Questa è infatti la quarta licenza perfezionata quest'anno, dopo il womenswear di Fiorucci, il prêt-à-porter Uomo e Donna a marchio Karl Lagerfeld Paris e la seconda linea di Balmain, chiamata Pierre Balmain, che propone un prêt-a-porter Uomo e Donna più casual e "downtown".

Harold Tillman, Presidente di Aquascutum, ha dichiarato che questo accordo costituisce “un nuovo passo nel percorso di sviluppo internazionale di Aquascutum, che gli permetterà di crescere al di fuori del Regno Unito. Questo a complemento della già avviata espansione su Londra (attraverso l’apertura di monomarca e la crescita della presenza on-line), ma anche del rafforzamento delle nostre unità produttive in Gran Bretagna e delle nostre ambizioni per una nuova fase di crescita nelle Americhe”.

Ittierre S.p.A, Aquascutum
La sede di Ittierre

Questa nuova licenza con un marchio prestigioso e noto globalmente come Aquascutum descrive al meglio la strategia di sviluppo della nuova Ittierre, un'azienda che si sta costruendo una fama di specializzazione “nella produzione e distribuzione di abbigliamento, dal prêt-à-porter di alta gamma alle linee giovani e jeanswear, e al contempo nel continuare la propria tradizione di leadership nei segmenti bridge e accessori”, ci dice il Direttore Generale Alessandro Locatelli. Nel suo portfolio appaiono i marchi Acht, Galliano (seconda linea del marchio John Galliano), Ermanno by Ermanno Scervino, C’N’C, GF Ferré e appunto Pierre Balmain, Fiorucci e Karl Lagerfeld Paris, oltre alla sola distribuzione di Costume National.



Ittierre, che occupa oggi 600 dipendenti si trova nel portafoglio della Albisetti di Como da gennaio 2011, prevede di chiudere il 2011 con un fatturato di 150 milioni di euro e prevede di superare i 200 milioni nel 2012. L'Italia è il Paese più importante per l'azienda, seguita da Cina (dove è presente una filiale diretta ad Hong Kong in Hysan Avenue, 33 a Causeway Bay, che gestisce l’area Asia-Pacifico), Francia (dove è aperta un'altra filiale, in rue Réaumur 101 a Parigi) ed Est europeo. In questa ottica va interpretato il piano di nuove aperture di negozi (previste a Milano, Parigi e proprio Hong Kong per il 2012), che si aggiungeranno alla nuova filiale aperta di recente a New York. Due gli showroom: a Milano, in Viale Piceno, 17 (ex sede di Bottega Veneta) e a Roma, in Via Nazionale, 75.

Ittierre S.p.A, Aquascutum
Uno store Aquascutum ad Hong Kong

Con la sua qualità data da un'abilità di confezionamento tipicamente britannica, Aquascutum ha cominciato producendo impermeabili, infatti il suo nome è latino e significa "scudo per l'acqua". Nato nel 1851 nel Northamptonshire, in Inghilterra (quindi quest'anno compie 160 primavere), il brand ha oggi sede in Regent Street, a Londra, e ha una storia che affonda le sue radici nella lontana guerra di Crimea e nell'assedio di Sebastopoli, quando gli impermeabili Aquascutum erano impiegati dall'esercito britannico per proteggere i soldati dalle intemperie.

Lunghi fino alle caviglie, ornati da spalline, dalle linee rigorosamente militari, gli Aquascutum ebbero grande successo anche tra i gentleman dell’epoca e da allora cominciarono ad essere utilizzati nei guardaroba maschili classici. Dal 1914 Aquascutum comincia a produrre la linea Donna, nello stesso anno in cui propone lo storico "trench-coat", modello-faro della casa, rivendicato anche da Burberry's, che è rimasto quasi invariato fino ad oggi. Negli anni '60, arriva quasi a proporre un total look, e nel 1976 brevetta una fantasia scozzese per le fodere: il 'club-check'.

Il brand è distribuito oggi in Europa (Regno Unito, ovviamente, poi in Russia, Cipro, Austria, Danimarca, Finlandia, Italia - in 78 multimarca - e anche in Grecia, Svezia, Svizzera, Turchia), Asia (ad Hong Kong, Macao, Cina, Sud Corea, Giappone e Taiwan) e Nordamerica (Stati Uniti, Canada e Messico).

Gianluca Bolelli e Elena Passeri

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.