×
1 199
Fashion Jobs
DOLCE & GABBANA
Sales Manager - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENCIAL
Cost Controller - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
EDAS
Commerciale/Export
Tempo Indeterminato · ROMA
THE ATTICO SRL
HR Controller & Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Ecommerce Business Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Senior Graphic Designer & Art Director - Jewelry Sector
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Rtw Donna Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Export Manager - Design Luxury
Tempo Indeterminato · MONZA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Project Manager Produzione Rtw - Azienda Luxury
Tempo Indeterminato · NOVARA
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · CARINARO
RANDSTAD ITALIA
Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Industrializzatore e Production Planner
Tempo Indeterminato · VALEGGIO SUL MINCIO
BITTO SRL
Tecnico di Confezione
Tempo Indeterminato · RHO
RANDSTAD ITALIA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Sportswear
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Area Manager Estero Emporio Armani Bodywear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Ecommerce Visual Shooting Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
IT Support Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
District Manager
Tempo Indeterminato · TOSCANA/EMILIA ROMAGNA/LAZIO
NEGRI FIRMAN PR & COMMUNICATION
Event Director
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicato il
15 set 2011
Tempo di lettura
4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Interparfums soddisfatto del suo 1° semestre

Pubblicato il
15 set 2011

Nel primo semestre 2011, il gruppo Interparfums (licenziatario Burberry, Lanvin, Montblanc, Van Cleef & Arpels, Paul Smith, S.T.Dupont, Boucheron e Jimmy Choo, e proprietario di Nickel) ha fatto registrare un aumento dell'8,2 % del proprio fatturato a cambi correnti, per una cifra finale di 163 milioni di euro. Il suo utile operativo è cresciuto del 21%, a 26 milioni di euro, e il suo utile netto a 17,1 milioni di euro, per un +33% (dati a cambi correnti). Cifre che dovrebbero confermarsi nella seconda parte dell'esercizio, secondo Philippe Benacin, PDG di Interparfums, che punta su un “2° semestre ricco di ambizioni per il gruppo”. Agosto e settembre sono stati mesi molto buoni.

Inter Parfums
Immagine della campagna per Burberry Body. Alcune città, fra le quali Parigi, si sono mostrate reticenti ad apporre il suo manifesto XXL sulle facciate dei palazzi in restauro.

Altra progressione del gruppo nei primi sei mesi è stata quella del margine lordo, arrivato a 105,5 milioni, vale a dire a un +14% rispetto allo stesso periodo dell'anno prima. Il motivo va soprattutto ricercato nel cambiamento avvenuto nell'area dal 1° gennaio 2011, con l'integrazione della filiale americana Interparfums Luxury Brands. Geograficamente parlando, l'Europa Occidentale, Francia esclusa, mantiene la sua posizione di testa, con vendite a 45,5 milioni di euro (+8%), seguita dall'Asia, Cina compresa, a 30,9 milioni di euro (+14%), dalla zona del Nordamerica, a 25,3 milioni di euro (sola regione ad aver fatto registrare un calo di regime, con il suo -1%) e dal Medio Oriente, a 18 milioni di euro. La Francia da sola genera 14,6 milioni, con un incremento del 6%.

Dividendo i dati per marchio, Burberry ha generato 85,3 milioni di euro, vale a dire un po' più della metà del fatturato del gruppo. Entro il 31 dicembre 2011, il marchio ha la possibilità di esercitare il suo diritto di acquisto della licenza profumi la quale, in mancanza di tale operazione, continuerà almeno fino al 2017. L’opzione d'acquisto potrebbe raggiungere i 200 milioni di euro. Da notare che i profumi Burberry hanno fatto registrare un “calo” del 13% del loro risultato rispetto al 1° semestre 2010. Il lancio di Burberry Sport nel 1° semestre dell'anno scorso spiega per larga parte tale differenza. In compenso, l'arrivo di Burberry Body apre nuove prospettive ad Interparfums. Presentato in esclusiva da Marionnaud prima di raggiungere tutti i canali distributivi (tranne la Cina, dove il profumo arriverà in novembre), l'ultimo nato per donna costituisce uno dei maggiori lanci della stagione. Spese elevate per comunicazione, marketing e pubblicità saranno sostenute da Interparfums nel 2° semestre. Su tutto l'anno, è stata prevista una spesa di 90 milioni per tutti i brand, quando soli 25 milioni sono stati spesi nel 1° semestre. Il resto è proiettato sul 2° semestre, con una buona parte dedicata a Burberry Body. La nobile concorrenza (J’adore di Dior, Dahlia Noir di Givenchy…), “obbliga” alla creazione di spot televisivi. La campagna “tradizionale” (locandine, display nelle pensiline degli autobus, stampa cartacea, riviste, …) scatterà dopo una prima parte localizzata outdoor, soprattutto a Parigi, dove sarà piazzato un grande manifesto sui muri del Musée d’Orsay in fase di ristrutturazione.

Altro lancio importante dell'inizio dell'anno, la fragranza femminile Jimmy Choo (13,1 milioni di euro su sei mesi), distribuita in esclusiva presso Sephora in 10 Paesi con un accordo rinnovabile per un anno. E' già in preparazione un secondo profumo, che sarà lanciato nel corso del 2013. In pochi mesi, la fragranza ha ottenuto dei buonissimi risultati nelle classifiche di vendita dei profumi delle boutique Sephora (circa 300 profumi femminili a spazio), conquistando in particolare il primo posto nei Sephora di Polonia, il 2° in Portogallo e il 19° in Francia. Negli Stati Uniti, dopo la revoca dell'esclusiva con Saks (a fine giugno), il profumo ha ottenuto degli spazi in 116 indirizzi Nordstrom, e 300 negli “speciality store”. Alcuni department store dovrebbero essere aperti dal prossimo mese di gennaio. Obiettivo del gruppo, posizionare il profumo nella top 15 delle migliori vendite sul continente nordamericano.

Montblanc Legend è il terzo momento culminante dei lanci di Interparfums (12,6 milioni di euro in sei mesi). Sono stati ottenuti rapidamente dei buonissimi risultati, e in giugno il maschile ha raggiunto il budget previsto per l'anno. Il gruppo punta su un forte potenziale di sviluppo, tanto più che, contrariamente a Burberry, Montblanc Legend non ha ancora esteso tutta la sua copertura internazionale. “Jimmy Choo e Montblanc Legend hanno un grande potenziale. A breve termine, potranno generare 100 milioni di euro di ricavi”, dice Philippe Benacin.

Fra i punti di forza dei primi sei mesi, la creazione di due società affiliate: negli Usa, che hanno registrato quasi 80 milioni di dollari tra Burberry, Jimmy Choo e Boucheron, e a Singapore, che corrisponde a una piattaforma di gestione.

Per il 2012, Interparfums intende capitalizzare sui lanci di quest'anno, in particolare su Burberry Body e Jimmy Choo. Sono previsti poi ulteriori debutti. Da Lanvin, un profumo femminile che dovrebbe coprire più approfonditamente l’Europa Occidentale è atteso per luglio. Balmain punta su due progetti femminili: il primo per settembre 2012, e un secondo nel 2013. Contrariamente a Burberry e a Jimmy Choo, il posizionamento di Balmain dovrebbe essere più “elitario”, alla maniera di Balenciaga, che è riuscito a ritagliarsi uno spazio con una dimensione tutta sua. “Contiamo sull'Asia e in particolare sulla Cina, dove il marchio spera in un forte sviluppo”, termina Philippe Benacin. Per finire, una prima iniziativa di questo genere virata al femminile è in previsione da Montblanc.

Emilie-Alice Fabrizi (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.