×
1 074
Fashion Jobs
FOURCORNERS
Area Manager Wholesale Europe
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Product Manager Accessori
Tempo Indeterminato · TREVISO
DELL'OGLIO
Sales Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
CLARKS - ASAK & CO. S.P.A.
Addetta/o Ufficio Commerciale
Tempo Indeterminato · BUSSOLENGO
RANDSTAD ITALIA
Coordinator Ufficio Commerciale & Marketing
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Autista di Direzione (Driver)
Tempo Indeterminato · MILANO
MASSIMO BONINI SHOWROOM
Impiegato/a Back Office Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
IRIDE GROUP SRL
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · OTTAVIANO
FOURCORNERS
Brand Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOT INTERNATIONAL
Apparel, Footwear And Bags Buyer
Tempo Indeterminato · LUGANO
CAPRI SRL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · NOLA
OTTICA GIULIANELLI
Ecommerce Manager
Tempo Indeterminato · FERRARA
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Client Data Visualization Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Area Manager Estero - Settore Accessori
Tempo Indeterminato · NAPOLI
FOURCORNERS
Online Brand Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Logistics Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
THE THIN LINE LANZAROTE
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · TÍAS
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Azienda Moda
Tempo Indeterminato · MILANO
VERSACE
Wholesale Area Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Responsabile Sviluppo Collezioni Calzature
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
CRM Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci ww Business Performance Management Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicato il
6 ott 2014
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Imperial: l'e-commerce al centro di un nuovo progetto B2C

Pubblicato il
6 ott 2014

Imperial, l'azienda bolognese di fast fashion, ha implementato l’evoluzione del proprio canale e-commerce, che dopo sei mesi di attività, da marzo ad oggi, ha già registrato un fatturato di circa 90.000 euro, pur presentando online solo una parte dell’offerta del marchio di abbigliamento. Agendo secondo una strategia di comunicazione e di business integrata B2C (Business to Consumer), il lancio del nuovo e-commerce nasce in una duplice ottica: ampliare le vendite sul canale rappresentato dall'e-shop e legare sempre di più il negozio fisico e virtuale, secondo un concetto di multicanalità in cui l’azienda crede fermamente.


Se il semestre appena trascorso è stato propedeutico a testare l’organizzazione logistica, le spedizioni e il sistema di reso facile e gratuito, oggi Imperial può finalmente vantare un sistema di e-commerce ad “ampio raggio”, snello e veloce. Operativamente, il progetto B2C si amplia fino a coprire la quasi totalità dell’offerta Imperial grazie all’unione dei magazzini di tutti i monomarca. Un nuovo modo di fare e-commerce quindi, senza che l’azienda debba rivoluzionare il proprio meccanismo di lavoro, ricorda il comunicato ufficiale del brand.

"Il modello è in sostanza quello di un centro commerciale online (in gergo si chiamano così i portali tipo Amazon o eBay) in cui l’unione di più negozi rende un servizio migliore al cliente: più offerta, più identità di brand, meno resi (in previsione) per “out of stock”, più offerte “customizzate” sui gusti del cliente e aumento delle politiche di “social-commerce” su Facebook, Instagram e Pinterest. Il tutto ovviamente poggia su complessi algoritmi informatici sia nella parte di front end che nella gestione dell’ordine", commenta a tale proposito Adriano Aere, fondatore e presidente di Imperial.


“Il nuovo progetto B2C conferma ancora una volta l’impegno di Imperial a mettere il cliente sempre al centro delle nostre attività. L’innovativo format di e-commerce che abbiamo appena lanciato è infatti un esempio di customer care di altissimo livello: esso ci permette di soddisfare le richieste più diverse nel minor tempo possibile, rendendo veloce e sicuro l’acquisto del prodotto”, prosegue Aere.

L’e-commerce di Imperial, per il momento presente solo su scala nazionale, nel corso del 2015 verrà ampliato anche ai mercati esteri.

Imperial Fashion, fondata nel 1976 da Adriano Aere ed Emilia Giberti, rappresenta oggi una delle aziende di riferimento della fast fashion in Italia. All’azienda Imperial fanno oggi capo due marchi, Imperial e Please, che convivono nei multimarca del gruppo, ma si avvalgono per il resto di staff creativi e distribuzione indipendenti. Con un fatturato 2013 di 154 milioni di euro, in crescita del 30% sull’esercizio precedente, oggi Imperial esporta circa il 50% degli oltre 6 milioni di capi prodotti in un anno fra Europa, Asia e America.


A livello wholesale (che nel primo semestre 2014 ha incrementato il suo fatturato complessivo del 24,21%), l’azienda è ad oggi presente in Francia, Germania, Spagna, Portogallo, Olanda, Scandinavia, Austria, Svizzera, Paesi dell’Est Europa, Russia, Ucraina, Repubbliche dell’Ex Unione Sovietica, Cipro, Israele, Canada e Hong Kong.

Il trend di crescita di Imperial si conferma anche nell’area retail (cresciuta del 19,56% nel primo semestre 2014 sullo stesso periodo dell'anno prima), che vede ad oggi la realtà bolognese presente in Italia con 130 punti vendita, e all’estero presidiare alcune aree dell’Est Europa e la Francia. Proprio nell'Esagono, Imperial ha inaugurato pochi mesi fa a Lione un monomarca di 150 metri quadri che espone le collezioni di Imperial e di Please. La società possiede, oltre allo showroom di Parigi, anche un altro punto vendita nella regione parigina, all'interno del centro commerciale "Qwartz" a Villeneuve La Garenne: lo store è a insegna 'Fashionista', ma al suo interno vende esclusivamente i capi delle collezioni Imperial e Please.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.