×
1 535
Fashion Jobs
FOURCORNERS
Sales Account
Tempo Indeterminato · REGGIO CALABRIA
CONFIDENZIALE
Sales Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CVG GOLD
Senior Buyer Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Fabric Research Director
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Replenishment
Tempo Indeterminato · MILANO
WYCON S.P.A
District Manager Wycon - Calabria
Tempo Indeterminato · COSENZA
RANDSTAD ITALIA
Art Director
Tempo Indeterminato · MILANO
BOT INTERNATIONAL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · LUGANO
ROSSIMODA S.P.A.
Buyer Componenti Calzatura
Tempo Indeterminato · VIGONZA
FIRST SRL
Helpdesk IT Specialist
Tempo Indeterminato · RHO
DELL'OGLIO
Responsabile Amministrativo
Tempo Indeterminato · PALERMO
WAYCAP SPA
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · MIRANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Area Manager Lombardia/Piemonte- Settore Profumeria
Tempo Indeterminato ·
BOT INTERNATIONAL
Apparel, Footwear And Bags Buyer
Tempo Indeterminato · LUGANO
BOT INTERNATIONAL
Retail Area Manager
Tempo Indeterminato · LUGANO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga Addetto/a Ufficio After Sales Calzature
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Retail Business Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
SYNERGIE ITALIA
Sales Account
Tempo Indeterminato · LUCCA
STUDIO RENÉ ALBA
E-Business Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Floor Manager
Tempo Indeterminato · ROMA
CONFIDENZIALE
Floor Manager
Tempo Indeterminato · VERONA
Di
APCOM
Pubblicato il
21 mag 2015
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

ICE-Prometeia stimano un +5,8% per il Made in Italy nel 2015-2017

Di
APCOM
Pubblicato il
21 mag 2015

Prospettive di rilancio per il commercio estero che torna a crescere del 5,6% nel 2015, arrivando a superare il 6% nel biennio 2016-2017. Questo è quanto è emerso nel corso della presentazione del XIII Rapporto ICE-Prometeia che si è tenuta il 21 maggio nella sede centrale dell'Agenzia ICE ed alla quale hanno preso parte Roberto Luongo e Riccardo Monti, rispettivamente direttore generale e presidente dell'Agenzia ICE, il presidente della Rainbow, Iginio Straffi, e l'AD della Salini Impregilo, Pietro Salini.

Foto: Apcom


Dal rapporto inoltre emerge che saranno i mercati maturi come Nordamerica ed Europa a trainare la crescita del commercio mondiale, mentre segnali contrastanti arrivano dalle economie emergenti.

"Le imprese italiane - si legge nel rapporto - dovranno aggiornare i loro orizzonti mettendo in campo strumenti e strategie adatte al nuovo scenario. Un sostegno sarà dato dal beneficio dell'euro debole, da intendersi non tanto come sconto facile, ma come leva per costruire un posizionamento di lungo periodo".

Nei comparti tecnologici, il riequilibrio geografico porta con sé un innalzamento del livello di innovazione richiesto, premiando soluzioni flessibili e personalizzate.

"È chiaro che l'Italia del Made in Italy (+5,8% le prospettive di domanda internazionale nel triennio 2015-17) e del "granaio meccanico" (+6,4%) può beneficiare di entrambi i cambiamenti e la riprova sta nella ripresa della quota di mercato sulle importazioni mondiali già sperimentata nell'ultimo biennio.

Uno scenario complesso e di grande volatilità chiama però le imprese anche a un salto culturale, quello dell'attrazione di investimenti dall'estero, dell'insediamento diretto, dell'inserimento in catene del valore globali, dell'utilizzo della rete, dello sviluppo di una cultura finanziaria dentro le imprese.

Fonte: APCOM