×
727
Fashion Jobs
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Digital Operations Manager
Tempo Indeterminato ·
THUN SPA
Regional Manager DACH Area
Tempo Indeterminato · MILANO
THUN SPA
Regional Manager Spain
Tempo Indeterminato · MILANO
THUN SPA
Regional Manager France
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Head of Sales ww – Luxury Jewelry
Tempo Indeterminato · MILAN
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Footwear Technician - China Resident
Tempo Indeterminato · QUANZHOU
DAINESE SPA
International Accounting Coordinator
Tempo Indeterminato · COLCERESA
EXPERIS S.R.L.
District Manager Premium Brand
Tempo Indeterminato · ROMA
CONFIDENTIAL
Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
INTIMAMEDIAGROUP
International Sales & Marketing
Tempo Indeterminato · CORSICO
DMAIL
Digital Specialist Dmail
Tempo Indeterminato · PONTASSIEVE
ADECCO ITALIA SPA
Area Manager Marche/Umbria/Abruzzo
Tempo Indeterminato · ANCONA
BOTTEGA VENETA S.R.L.
Bottega Veneta - Junior Wholesale Area Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Programmatore Shopify
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Regional Account Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
MASSIMO ALBA SRL
Responsabile Programmazione Della Produzione
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Esperto Commerciale Import/Export Russian Speaker - Azienda Moda Luxury
Tempo Indeterminato · VARESE
GIFRAB ITALIA S.P.A.
HR Manager
Tempo Indeterminato · PALERMO
BOTTEGA VENETA S.R.L.
Bottega Veneta - Global Training Content Creator
Tempo Indeterminato · MILANO
MANTERO SETA
Treasury Specialist
Tempo Indeterminato · GRANDATE
EXPERIS S.R.L.
Responsabile Showroom Luxury Forniture - Parma
Tempo Indeterminato · PARMA
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Wholesale Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicità

Hyères: vince la finlandese Satu Maaranen

Pubblicato il
8 mag 2013
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

La finlandese Satu Maaranen ha vinto il Gran Premio Première Vision al Festival di Moda di Hyères. Totalmente costellata di cappelli di dimensioni enormi, la sua collezione "Garment in Landscape" aveva rappresentato uno dei momenti clou della sfilata.

Satu Maaranen si consacra vincendo il Gran Premio Première Vision 2013 (Foto: PixelFormula)


“Ciò che ci ha colpito di Satu, è stata la forza del suo immaginario, che apre una dimensione nuova”, notava nel backstage Floriane de Saint-Pierre, importante head hunter e membro della giuria moda presieduta da Felipe Oliveira Baptista. “Siamo rimasti particolarmente colpiti dal suo trattamento del colore, lavorato in maniera tradizionale, oltre che dalla ricchezza di materiali e texture”.

Dal 2011 la creatrice lavora all'interno dello studio di Marimekko, il celebre marchio finlandese di diffusione mondiale. Come vuole la tradizione, Satu Maaranen ha beneficiato, come ognuno dei dieci finalisti, del sostegno di Première Vision, per realizzare la sua collezione. Il salone è da quest'anno lo sponsor principale del festival, e grazie a esso la stilista porta a casa una borsa di 15.000 euro. Presto la sua collezione viaggerà da Parigi a New York nelle prossime edizioni di Première Vision, e sarà presente in molti negozi Galeries Lafayette, che quest'anno hanno potenziato il loro supporto all'avvenimento.

La collezione vincente, costellata di cappelli XXL (Foto: PixelFormula)


Anch'esso dotato di 15.000 euro, il Prix Chloé è stato assegnato dal CEO Geoffroy de la Bourdonnais a Camille Kunz, stilista svizzera, che concorreva peraltro con una collezione di menswear. Una scelta che è stata unanime all'interno della maison, Clare Waight Keller inclusa, ha precisato il boss del marchio. Il principio alla base di questo premio, introdotto l'anno scorso, consiste nel rivisitare i codici della casa di moda applicando una lavorazione moderna e conforme al mondo dei vincitori, attraverso la realizzazione di un modello completo.

Infine, il premio del pubblico e della città di Hyères ha incoronato la collezione delicata e luminosa della cinese Shanshan Ruan, mentre a Parigi il voto del pubblico del Palais de Tokyo (con il défilé trasmesso in diretta) ha premiato la stravagante ricercatezza di Yvonne Poei-Yie Kwok, di nazionalità olandese.

Camille Kunz, vincitrice del Premio Chloé (Foto: PixelFormula)


Su dieci finalisti, il festival contava quest'anno la presenza di nove nazionalità diverse per la parte moda. E' il secondo anno consecutivo che vince la Finlandia, dopo il trio Elina Laitinen, Siiri Raasakka e Tiia Sirén, che nel weekend delle premiazioni hanno svelato una nuova, sorprendente collezione Uomo, espressamente complimentati da Jean-Pierre Blanc, presidente del festival, nella cerimonia di chiusura.

Florent Gilles (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2020 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.