×
1 087
Fashion Jobs
LUXURY GOODS ITALIA S.P.A
Gucci Stock Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Società Estere
Tempo Indeterminato · MODENA
AZIENDA RETAIL
Area Manager Piemonte & Liguria
Tempo Indeterminato · TORINO
MICHAEL PAGE ITALIA
Wholesale Director Italia - Abbigliamento Femminile
Tempo Indeterminato ·
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Senior Production Developer
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Treasury Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIEL
Ecommerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Human Resources Manager - Corporate & Business Functions
Tempo Indeterminato · MILANO
JIMMY CHOO
Costing Manager
Tempo Indeterminato · CHIESINA UZZANESE
CONFEZIONI GIOIELLI SPA
Buyer
Tempo Indeterminato · PRATO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Senior Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Purchasing & Procurement Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
PATRIZIA PEPE
Back-Office Wholesale Specialist
Tempo Indeterminato · FIRENZE
SAY WOW SRL
Junior Operation Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta ww Merchandise & Retail Planning Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Marketing&Communications Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Product Compliance Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
MILAAYA EMBROIDERIES
Business Development/Sampling & Production Coordinator
Tempo Indeterminato · MILAN
BENEPIU' SRL
Responsabile Tecnico
Tempo Indeterminato · CARPI
UMANA SPA
HR Administration Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Operations And Digital Supply Senior Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
AFP
Pubblicato il
12 feb 2013
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Hermès realizza nel 2012 una nuova annata record per vendite e margini

Di
AFP
Pubblicato il
12 feb 2013

Hermès ha ottenuto nel 2012 un nuovo record di vendite, a 3,48 miliardi di euro (+22,6%), dato superiore alle sue attese e a quelle degli analisti. Anche il suo utile operativo andrà a battere il record del 31,2% stabilito nel 2011, secondo un comunicato pubblicato martedì. Gli analisti si attendevano vendite attorno ai 3,42 miliardi di euro.

Campagna Hermès primavera-estate 2013.


La maison di Faubourg Saint-Honoré aveva per ben due volte alzato l'asticella delle sue previsioni nel corso del 2012, dal 10% al 12%, poi al 13% di crescita delle vendite a tassi di cambio costanti. Alla fine, ha concluso l'esercizio con un +16,4%, sostenuta dall'Asia e grazie a una "eccellente" attività nel quarto trimestre.

"Tenuto conto della prevista crescita dei risultati", che saranno pubblicati il 21 marzo, "la direzione ha deciso di versare un acconto sul dividendo di 1,50 euro per azione", precisa Hermès. Nell'anno fiscale 2011, gli azionisti avevano percepito 2 euro per azione, oltre a un dividendo eccezionale di 5 euro per azione. Il produttore di foulard di seta e delle celebri borse 'Kelly' e 'Birkin' sta accumulando record esercizio dopo esercizio. nel 2011, le sue vendite avevano raggiunto i 2,84 miliardi di euro. E dal 2008, Hermès ha raddoppiato il fatturato (fu di 1,76 miliardi di euro nel 2008).

L'Asia ha trainato con forza questi risultati, ma anche la zona America ottiene una bella performance, davanti all'Europa. Nel quarto trimestre 2012, la crescita delle vendite è stata spettacolare, molto superiore alle attese del mercato, per un incremento del 22,5% (18,5% a tassi costanti). Hermès sembra davvero non aver sofferto il problema di una carenza di stock verificatasi a fine anno, contrariamente a quanto temeva il suo capo, Patrick Thomas, all'inizio di novembre. La crescita delle vendite nel quarto trimestre prosegue dunque sulla stessa falsariga dei tre trimestri precedenti (+21,9% nel primo e nel secondo trimestre, 24,2% nel terzo trimestre).

Nel 2012, tutte le divisioni di Hermès hanno ottenuto progressioni notevolissime. La pelletteria, che genera quasi la metà delle vendite del gruppo, è cresciuta del 18,4%, l'abbigliamento e gli accessori, seconda divisione più grande, del 29,5%, la seta e i tessuti del 22,4%, la gioielleria e l'arredamento/lifestyle del 52,1%, i profumi del 15,5%, l'orologeria del 24,5% e le arti della tavola del 18,9%.

Versione italiana di Gianluca Bolelli; fonte: AFP

Copyright © 2022 AFP. Tutti i diritti riservati.