×
1 513
Fashion Jobs
AZIENDA LEADER NEL SETTORE LUXURY GOODS
Global Retail CRM Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
MANDARINA DUCK
Ecommerce Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CAMICISSIMA
Espansionista Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Responsabile Manovia Montaggio
Tempo Indeterminato · FIESSO D'ARTICO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Client Data Visualization Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CMP CONSULTING
E-Commerce e Marketplace Specialist
Tempo Indeterminato · SAN GIOVANNI LA PUNTA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Commerciale - Accessori e Minuterie - Settore Moda
Tempo Indeterminato · PADOVA
RETAIL SEARCH SRL
Back Office Commerciale - Customer Service Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Customer Engagement Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci HR Control Project Lead & Analyst
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Operation Manager/Director
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
Gestione Ordini Marketplace
Tempo Indeterminato · NAPOLI
BOTTEGA VENETA SRL
Bottega Veneta Human Resources Generalist (Creative Talents)
Tempo Indeterminato · MILANO
SETTORE BELLEZZA
CRM Specialist (Sede Origgio)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
RETAIL SEARCH SRL
Direttore Boutique Lusso Firenze
Tempo Indeterminato · FIRENZE
BOT INTERNATIONAL
Apparel, Footwear And Bags Buyer
Tempo Indeterminato · LUGANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Learning & Development Specialist
Tempo Indeterminato ·
JIMMY CHOO
Stock Controller
Tempo Indeterminato · SERRAVALLE SCRIVIA
PVH ITALIA SRL
E-Commerce Content Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Wholesale Account Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Facility & IT Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PHILIPP PLEIN
Vip Key Account Manager / Online Sales Associate
Tempo Indeterminato · LUGANO
Pubblicato il
23 giu 2014
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

H&M: +17% di vendite nel primo semestre

Pubblicato il
23 giu 2014

Il gruppo svedese di prêt-à-porter Hennes & Mauritz (H&M) ha ottenuto un fatturato di 7,7 miliardi di euro (69,97 miliardi di corone svedesi) nel 1° semestre, chiuso a fine maggio. Un incremento del 14% nelle valute locali e del 17% in corone, indica la società.

H&M primavera-estate 2014



Nel secondo trimestre del suo esercizio scalato, il gruppo ha registrato un incremento dell'utile netto del 25%, a 5,809 miliardi di corone (circa 645 milioni di euro). Questo dato corrisponde globalmente alle attese degli analisti del consensus Dow Jones Newswires, che puntavano su 5,63 miliardi.

Il fatturato è aumentato di oltre il 19% in un anno, a 44,181 miliardi di corone, rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. La buona salute del secondo trimestre (marzo-maggio) si spiega soprattutto per le collezioni, che sono state "ben accolte", e attraverso la continuazione di "una forte espansione", si è rallegrato il direttore generale Karl-Johan Persson, citato in un comunicato.

Tutti i marchi del gruppo, da H&M Home a COS, passando per Monki o Weekday, hanno incrementato bene le loro vendite sulla totalità del trimestre, secondo il DG. Il gruppo ha annunciato il lancio in autunno di una nuova gamma, più ampia, di calzature. Il lancio si svolgerà contemporaneamente nei negozi di nove Paesi e su Internet.

La strategia di crescita di H&M consiste nell'aumentare dal 10 al 15% il numero dei suoi negozi nel mondo tutti gli anni, con una notevole redditività, ha ricordato il gruppo di fast fashion.

H&M prevede così l'apertura di 375 nuovi negozi in tutto il 2014. La maggioranza di loro è prevista negli Stati Uniti e in Cina, oltre all'Australia, dove è stato aperto un primo store in aprile; ma il gruppo comincerà anche a distribuirsi in India e nelle Filippine dal prossimo autunno. H&M punta anche sulla Spagna, sull'Italia e sulla Cina per contare di più su Internet a partire dalla fine dell'anno.

Ottimista, H&M si è tuttavia affrettato a sottolineare nel suo report alcuni fattori di rischio e incertezza con i quali si troverà a fare i conti in un prossimo futuro (condizioni meteorologiche, cambiamenti macro-economici negativi o fattori esterni nei Paesi produttori), ma senza allarmarsi più di tanto.

Nell'esercizio chiuso a fine novembre, il gruppo svedese ha raggiunto i 17 miliardi di euro di fatturato (+6%) consentito dall'ulteriore sviluppo della rete (di 3.100 negozi in 53 Paesi). Generati poi 1,92 miliardi di euro di utili.

Matthieu Guinebault e AFP (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.