×
1 347
Fashion Jobs
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce & Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · ROMA
YVES ROCHER
Digital Performance Marketing Specialist (Origgio-va)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
ULTIMA ITALIA S.R.L
Production And Sourcing CO-Ordinator (Production Merchandiser)
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Estero
Tempo Indeterminato · PECCIOLI
CONFIDENZIALE
Europe Buying Manager Woman Ready to Wear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Stock Controller - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
HERMES ITALIE S.P.A.
in Store Trainer - Boutique Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
STAFF INTERNATIONAL
Industrial Controller
Tempo Indeterminato · NOVENTA VICENTINA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Head of Merchandising
Tempo Indeterminato · ALBA
ISAIA E ISAIA
Information Technology Business Analyst
Tempo Indeterminato · CASALNUOVO DI NAPOLI
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager - Arredamento
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager- Arredamento
Tempo Indeterminato · BRESCIA
RANDSTAD ITALIA
Sales Manager Usa
Tempo Indeterminato · COMO
Pubblicità
Pubblicato il
6 giu 2011
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Groupon: inoltrata domanda per ingresso in Borsa

Pubblicato il
6 giu 2011

Il sito internet americano Groupon, specialista in buoni di risparmio su servizi e attività commerciali locali, ha presentato giovedì la documentazione necessaria per effettuare un'offerta pubblica iniziale (IPO) ed essere quindi quotato in Borsa, indicando un valore di collocamento a Wall Street di 750 milioni di dollari.

Groupon
Una schermata di Groupon

La società che ha inventato il business dei coupon online, lanciata nel novembre 2008 a Chicago, non ha indicato in quale data avrebbe previsto di lanciare l'operazione che, come ha lasciato intendere mercoledì il suo proprietario e fondatore Andrew Mason, rappresenterebbe un'evoluzione naturale per il brand. L'incartamento è stato comunque già consegnato alla SEC ed a seguire la quotazione sarà la banca d’affari Morgan Stanley.

In una lettera indirizzata ai "potenziali azionisti" e pubblicata giovedì dalle autorità borsistiche, Mr. Mason ha sottolineato che: "anche se siamo felici di diventare una società quotata, abbiamo l'intenzione di continuare a funzionare secondo i principi a lungo termine che ci hanno portato dove siamo ora", ivi compresa una strategia "decisa" per investire nella crescita e nell'originalità.

Qualche mese fa Google ha tentato di acquistare Groupon mettendo sul piatto ben 6 miliardi di dollari. A sorpresa però la società di Mountain View ha dovuto incassare un rifiuto netto. Così Google ha deciso di fare da sé e ha creato Google Offers. Nel momento in cui il rifiuto è stato sancito, ecco che la quotazione pubblica è immediatamente stata identificata come l'unica possibile soluzione alternativa, così Groupon va a cercare a Wall Street denaro fresco.

Groupon

Mason ha sottolineato che in soli trenta mesi la sua società, attraverso i suoi più di 7.000 impiegati, ha "offerto più di mille buoni affari quotidiani a 83 milioni di abbonati in 43 Paesi e venduto più di 70 milioni di 'groupon'" (ndr: buoni sconto raggruppati).

La società, che ha ottenuto un fatturato di 713,36 milioni di dollari nel 2010, continua nella sua fase di crescita esponenziale, visto che il fatturato del solo primo trimestre ha già raggiunto i 644,73 milioni di dollari.

In compenso però, la politica di massicce acquisizioni attuata dall'azienda, fra gli altri fattori, si è tradotta in una perdita netta, da parte del gruppo, di 456,32 milioni di dollari nel 2010, e di 146,48 milioni per il solo primo trimestre 2011.

Versione italiana di Gianluca Bolelli; fonte: AFP

Copyright © 2023 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.