×
1 400
Fashion Jobs
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Digital Media Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Men's Rtw & Accessories Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buying Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e- Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Sales Manager -Showroom Accessori e Abbigliamento Uomo
Tempo Indeterminato · MILANO
DR. MARTENS
Credit Controller - Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
ALYSI
Addetto/a Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Sales Manager
Tempo Indeterminato · CREMONA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce & Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · ROMA
YVES ROCHER
Digital Performance Marketing Specialist (Origgio-va)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
ULTIMA ITALIA S.R.L
Production And Sourcing CO-Ordinator (Production Merchandiser)
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Estero
Tempo Indeterminato · PECCIOLI
CONFIDENZIALE
Europe Buying Manager Woman Ready to Wear
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
23 ago 2017
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Foot Locker continua a calare nel secondo trimestre

Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
23 ago 2017

Foot Locker ha rilasciato i risultati del secondo trimestre dell’anno fiscale 2017. Richard Johnson, CEO della società, ha ammesso di essere “deluso” dai dati, che evidenziano una flessione del fatturato e del reddito netto.

Secondo trimestre in calo per Foot Locker - Foot locker


“Siamo convinti di avere un posizionamento solido nel mercato delle calzature sportive alto di gamma, perché siamo riusciti a fidelizzare una clientela esigente. Tuttavia, le vendite di alcuni modelli recenti sono diminuite molto più di quanto avevamo previsto e hanno avuto un impatto negativo sui risultati dell’ultimo trimestre”, ha spiegato Johnson.

Il CEO ha inoltre precisato che il retailer americano è stato messo in difficoltà dalla “limitata disponibilità di alcuni prodotti innovativi recentemente lanciati sul mercato” e che si aspetta una riduzione del fatturato tra il 3% e il 4% per il resto dell’anno.

“Siamo ovviamente delusi dai risultati di questo trimestre”, ha ammesso Johnson, “e la nostra squadra sta lavorando alacremente per migliorare la nostra strategie in un settore in piena trasformazione come quello delle vendite al dettaglio, in cui la clientela si sposta sempre più rapidamente da una fonte di ispirazione all’altra”.
 
Il fatturato totale del trimestre è diminuito del 4,4%, a 1,701 miliardi di dollari, contro gli 1,78 miliardi dell’anno precedente, e il giro d’affari dei negozi è sceso del 6%. Il tasso di margine lordo è a sua volta sceso al 29,6% delle vendite, contro il 33% dell’anno scorso, mentre i costi generali e amministrativi sono aumentati di 20 punti base, attestandosi al 19,9% delle vendite.

Inoltre, l’utile netto è stato di 51 milioni di dollari, ossia 0,39 dollari per azione, rispetto ai 127 milioni di dollari, 0,94 dollari per azione, dello scorso anno. Questo risultato comprende 50 milioni di dollari prima delle imposte di costi legati alla decisione del tribunale nell’ambito di un processo contro Foot Locker in merito alla conversione del suo regime pensionistico nel 1996, per il quale la società aveva già dovuto pagare 100 milioni di dollari nel terzo trimestre del 2015.

Le vendite cumulative del presente esercizio hanno subito un impatto negativo dal mediocre secondo trimestre, diminuendo dell’1,7%, a 3.702 milioni di dollari; le vendite dei negozi sono scese del 2,6 % e l’utile netto si è attestato a 231 milioni di dollari, ossia 1,74 dollari per azione secondo le norme PCGR.

Copyright © 2023 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.